Meteo weekend 5-6 agosto 2017 | Ancora caldo record e bollino rosso in tutta Italia

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Meteo weekend 5-6 agosto 2017

Ci sarà ancora da soffrire anche per questo fine settimana, le previsioni meteo weekend 5-6 agosto 2017 non promettono nulla di buono sul fronte caldo infernale di questa incredibile estate. Attenzione alla forte possibilità del verificarsi di intense grandinate e locali trombe d’aria durante i fenomeni temporaleschi.

Segni di debolezza di Lucifero

A quanto pare, secondo le previsioni di IlMeteo.it, Lucifero comincia a mostrare qualche segno di debolezza nonostante il caldo record che comunque non ci lascerà respirare ancora. Nel corso del weekend l’anticiclone africano Lucifero permetterà l’arrivo di aria più mite atlantica verso il Nord Italia. Non ci s’illuda perché su tutta la Penisola farà ancora caldissimo. Lenta diminuzione da domenica 6 agosto, ma sarà ancora caldo intenso. E su Twitter impazza l’hashtag #CaldoRecord.

Domenica da bollino rosso in tutta Italia, eccetto a Genova dove per il momento è previsto il bollino giallo dai bollettini sulle ondate di calore del Ministero della Salute.

SABATO 5 Agosto

Bel tempo su tutta Italia, qualche temporale sui confini dell’Alto Adige e Bellunese settentrionale.



DOMENICA 6 Agosto

Temporali via via più frequenti sull’arco alpino. Nel corso del pomeriggio e sera i fenomeni si porteranno su Lombardia, Emilia Romagna e tutto il Triveneto, qui con possibile esclusione delle coste venete. Non si escludono grandinate e locali trombe d’aria.

Meteo weekend 5-6 agosto 2017: aumenteranno i danni ad agricoltura e allevamenti

Coldiretti regionale delle Marche lancia l’allarme stress per gli animali, anche loro in grande sofferenza per il gran caldo. Questa situazione permanente porterà infatti a un ulteriore calo della produzione di latte (-30%) e formaggi. Gli allevatori hanno difficoltà anche a garantire l’acqua per dissetare gli animali: il terremoto infatti ha “spostato” le falde idriche, lasciando all’asciutto molte aziende.

Denuncia Coldiretti: “Salgono a oltre 2 miliardi le perdite provocate alle coltivazioni e agli allevamenti da un andamento climatico del 2017 del tutto anomalo che lo classifica tra i primi posti dei più caldi e siccitosi da oltre 200 anni, come dimostra lo stato di difficoltà di fiumi e laghi. Le colture più colpite sono i cereali, il pomodoro da industria, il lattiero caseario, l’olio di oliva, gli ortaggi ed i legumi. L’allarme riguarda anche il foraggio per l’alimentazione del bestiame con prati e pascoli secchi. La crisi idrica riguarda l’intera Penisola dove circa i 2/3 dei campi coltivati sono in difficoltà e per gli agricoltori è sempre più difficile ricorrere all’irrigazione di soccorso per salvare le produzioni“.

Livelli di Ozono e Consumi elettrici alle stelle

Le temperature record di questi giorni hanno fatto salire in Lombardia il livello dell’ozono che ha superato la soglia di allerta. Addirittura a Montemonaco di Ascoli Piceno (205 microgrammi al metro cubo), nelle province di Varese e in alcune zone delle province di Monza, Milano, Lecco e Como il livello ha superato i 240 microgrammi per metro cubo, considerata sogna di allarme.

Consumi di elettricità alle stelle perché sono anche saliti oltre i 55 mila Mw all’ora (dati sito rete Terna).

Foto: WEB

LEGGI anche


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU