17 Luglio 2024
Home » Lifestyle » Welfare e sociale » Reddito di dignità Puglia 2023 | Domanda e requisiti del Red
Reddito di dignità Puglia 2023

Reddito di dignità Puglia 2023

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i

REDDITO DI DIGNITÀ PUGLIA 2023

Dal 5 dicembre è possibile presentare la domanda per richiedere il reddito di dignità Puglia 2023. Alle ore 12 di oggi, 7 dicembre 2023 si terrà la conferenza stampa di presentazione nella Sala Di Jeso della presidenza della Regione Puglia dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

BANDO APERTO FINO AL 5 GENNAIO 2024

Il bando, aperto fino al 5 gennaio, sarà presentato dunque oggi in conferenza stampa dal presidente Emiliano, dagli assessori Barone e Leo e dalle direttrici dei dipartimenti Welfare e Lavoro, Valentina Romano e Silvia Pellegrini.

In questa nuova misura del RED, il Dipartimento Welfare ha definito la propria politica di inclusione sociale in sinergia con il Dipartimento Politiche del Lavoro. La novità è stata conciliare il RED con il percorso 4 del Programma GOL, rivolto alla medesima platea di destinatari.

EMILIANO: “UN SOSTEGNO REALE

Abbiamo voluto fortemente che i nostri concittadini in situazioni di difficoltà potessero trovare, attraverso questo nuovo bando, un supporto economico e una opportunità di sostegno reale” – dichiara Emiliano.

È stato questo l’obiettivo principale del nostro lavoro, di quello degli uffici, congiunto e assolutamente integrato” prosegue il presidente il Presidente insieme agli assessori Rosa Barone e Sebastiano Leo.

DOMANDE

Le istanze possono essere inserite dal 5 dicembre 2023 fino alle ore 14 di venerdì 5 gennaio 2024. Possono essere presentate dai seguenti soggetti:

  1. cittadini utilizzando l’apposita piattaforma informatica accessibile all’indirizzo https://pugliasociale-spid.regione.puglia.it, messa a disposizione dalla Regione Puglia, attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID);
  2. tramite gli sportelli dei CAF e dei Patronati, convenzionati con gli Ambiti territoriali;
  3. sportelli di segretariato sociale degli Ambiti territoriali.
IMPORTI

Ammontano a 15 milioni di euro le risorse messe a disposizione, cui si aggiungeranno altri 10 milioni.

Per i beneficiari l’obbligo di firmare il Patto di inclusione: 57 ore di attività da prestare in enti pubblici o in tirocini aziendali. Ai destinatari residenti in Puglia da almeno 12 mesi, 500 euro al mese per un anno.

REQUISITI DI ACCESSO

L’avviso si rivolge a cittadini/e di età compresa fra i 18 anni compiuti e i 65 anni non ancora compiuti in possesso dei seguenti requisiti:

  • ISEE (ordinario o corrente) in corso di validità con riferimento al nucleo familiare che riporti un valore:
    • ISEE non superiore ad 9.360 euro;
    • della componente patrimoniale immobiliare, al netto delle detrazioni, non superiore a 30.000 euro;
    • della componente patrimoniale mobiliare, al netto delle detrazioni, non superiore a 15.000 euro.
REQUISITI PER LE FAMIGLIE NUMEROSE

Per le famiglie numerose (nuclei familiari di 5 componenti o più oppure genitore solo con almeno tre figli minori) è richiesto un ISEE (ordinario o corrente) in corso di validità, che riporti un valore:

  • ISEE non superiore a 15.000 euro;
  • della componente patrimoniale immobiliare, al netto delle detrazioni, non superiore a 30.000 euro;
  • della componente patrimoniale mobiliare, al netto delle detrazioni, non superiore a 20.000 euro.
ULTERIORI CRITERI PREMIALI DI VALUTAZIONE
  • Presenza nel nucleo familiare di immigrati;
  • numerosità del nucleo familiare;
  • presenza di disoccupati ultracinquantenni;
  • giovani coppie conviventi;
  • nuclei familiari monopersonali.
TI POTREBBERO INTERESSARE

OFFERTE LAMPO AMAZON

Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spiacenti, non è possibile copiare il testo