Rincari previsti dal 2018 | 942 euro in più a famiglia tra sanità, rifiuti, carburanti e non solo

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Rincari previsti dal 2018

Una vera e propria mazzata al portafogli già ridotto all’osso delle famiglie italiane che saranno travolte dai rincari previsti dal 2018. Pochissimi settori saranno risparmiati dagli aumenti che riguarderanno i prezzi di banche, alimentari, utenze domestiche, carburanti e autostrade in un elenco interminabile.

+942 euro a famiglia

Secondo lo studio dell’associazione consumatori (Codacons), nel corso del 2018 gli italiani dovranno mettere in conto una “stangata” di circa 942 euro a famiglia. Abbiamo già discusso dell’introduzione obbligatoria dal 1° gennaio dei sacchetti biodegradabili e compostabili a pagamento per fare la spesa dal 2018. Ci siamo occupati anche del solito aumento delle bollette di luce, acqua e gas che ritroveremo già dal 1° trimestre dell’anno nuovo (+89 euro).

I settori travolti dai rincari previsti dal 2018

Aumenteranno anche le tariffe autostradali decisi dal Governo che avranno un effetto diretto per gli utenti pari a +41 euro a nucleo familiare (come precisa il Codacons). Costerà di più fare la spesa (+179 euro), mangiare fuori (+32 euro); fare carburante, andare coi mezzi pubblici (+ 75 euro). I rincari (già certificati nel corso del 2017) proseguiranno per i servizi bancari (+18 euro) per l’assicurazione Rc auto (+13 euro), per tutto ciò che ruota attorno alla scuola (libri, mense, ecc..) per un ulteriore aumento di +37 euro annui.



L’elenco dei rincari previsti dal Codacons per il 2018
  • PREZZI AL DETTAGLIO: 201 EURO
  • ALIMENTARI +179 euro
  • ACQUA E RIFIUTI +59 euro
  • ISTRUZIONE +37 euro
  • TRASPORTI +75 euro
  • TARIFFE AUTOSTRADALI +41 euro
  • RISTORAZIONE +32 euro
  • BANCHE +18 euro
  • RC AUTO +13 euro
  • LUCE E GAS +89 euro
  • TARIFFE POSTALI +5 euro
  • SANITA’ +36 euro
  • CARBURANTI +157 euro.
TI POTREBBERO INTERESSARE
@ Riproduzione riservata



CASTING TELEVISIVI

Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA regolarmente iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di utilità sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport. Provengo dal mondo informatico (ho lavorato come operatore help desk su sistemi operativi Windows).

Commenta l'articolo

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica
Torna SU