Screening gratuito Regione Lazio | Mammografia, Pap-test e colon retto

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Screening gratuito Regione Lazio

“Prevenire è meglio che curare” lo si dice da sempre e in campo oncologico è ancora più importante per individuare precocemente l’eventuale presenza di neoplasie. Lo screening gratuito Regione Lazio offre gli strumenti efficaci per identificare precocemente, contrastare e limitare le conseguenze di alcuni tipi di tumore.

*** Articolo rivisto e aggiornato giovedì 8 marzo 2018 ***

I 3 programmi di screening

Un piano di prevenzione permette di aumentare l’efficacia delle cure in modo meno aggressivo e le possibilità di guarigione. Le attività di screening si suddividono in prevenzione dei tumori di:

  • mammella (donne nella fascia di età 50-69 anni), esteso fino a 74 anni con accesso spontaneo;
  • collo dell’utero (donne nella fascia di età 25-64 anni);
  • colon retto (uomini e donne nella fascia di età 50-74 anni).

La MAMMOGRAFIA

Il percorso diagnostico-terapeutico è GRATUITO e prevede l’utilizzo della mammografia come esame per individuare il tumore anche nella fase asintomatica. Si propone alle donne dai 50 anni ai 69 anni, esteso fino a 74 anni con accesso spontaneo.

Le donne ricevono per posta ordinaria un invito a presentarsi al centro screening per effettuare il test, il cui esito se è:

  • normale, il centro screening invia una lettera a casa con il risultato e dopo 2 anni provvede ad inviare una nuova lettera con l’invito a ripetere l’esame;
  • dubbio, la donna viene invitata per effettuare esami di approfondimento diagnostico ed eventualmente i trattamenti previsti.


PAP-TEST

Questo specifico tipo di esame è anch’esso in grado di individuare il tumore della cervice uterina anche nella fase asintomatica e tutto il percorso diagnostico-terapeutico è GRATUITO.

Le donne di età dai 25 anni ai 64 anni vengono invitate con una lettera personalizzata ad un appuntamento prefissato per effettuare il test di screening. Se l’esito del test risulta:

  • normale, il centro screening invia una lettera a casa con il risultato del test e dopo 3/5 anni provvede ad inviare una nuova lettera con l’invito a ripetere l’esame;
  • dubbio, la donna viene invitata per effettuare esami di approfondimento diagnostico ed eventualmente i trattamenti previsti.
COLON RETTO

Come esame di screening si utilizza il test per la ricerca del sangue occulto nelle feci (SOF) in un percorso diagnostico-terapeutico totalmente, anche in questo caso GRATUITO.

Il soggetto (uomo o donna) viene invitato attraverso una lettera a ritirare il test per la ricerca del sangue nelle feci presso le sedi indicate. Il test viene effettuato presso la propria abitazione e riconsegnato nei centri indicati

il cui risultato se è:

  • normale, il centro screening invia una lettera a casa con il risultato e dopo 2 anni invia una nuova lettera con l’invito a ripetere il test;
  • sospetto o positivo, il soggetto viene invitato presso le sedi di II livello per effettuare gli esami di approfondimento diagnostico ed eventualmente al trattamento delle lesioni riscontrate.
Screening gratuito Regione Lazio: l’iniziativa “Ottobre Rosa”

E’ l’iniziativa promossa dalla Regione Lazio rivolta alle donne che non rientrano nella fascia garantita dal programma di screening. Leggi tutte le info in questo nostro articolo: Mammografia gratuita Lazio “Ottobre Rosa”.

Fonte delle informazioni sanitarie: Regione Lazio

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU