Smerciavano ricambi di auto rubate | Sequestro a Sava

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Smerciavano ricambi di auto rubate

I Carabinieri della Stazione di Sava, in provincia di Taranto, hanno eseguito un sequestro in un terreno agricolo dove si smerciavano ricambi di auto rubate.

Il fatto

Nell’ambito dei consueti servizi di controllo del territorio, i Carabinieri hanno scoperto in un terreno agricolo con annesso casolare, un vero e proprio centro di smontaggio di auto provento di furto.
Gli strani movimenti di autovetture sospette in zona hanno fatto scattare diverse segnalazioni anonime ai militari che decidevano di setacciare la contrada San Giovanni dove notavano, adiacente a un casolare ubicato all’interno di un terreno agricolo in disuso, un recinto di fortuna creato con teli ombreggianti. I Carabinieri, insospettiti, decidevano di avvicinarsi per accertarsi che non vi fosse occultato qualcosa da nascondere alla vista di eventuali curiosi. E infatti i sospetti erano tutt’altro che infondati perché all’interno del recinto, i militari rinvenivano una autovettura modello Fiat 500 L, con matricola del telaio e del motore abrasa, 2 blocchi motore appartenenti ad autovetture Fiat nonché vari pezzi di veicoli provento di furto. La scoperta spingeva i Carabinieri a eseguire l’ispezione anche del casolare, all’interno del quale si rinvenivano altri resti e parti di auto.
L’autovettura e i pezzi rinvenuti venivano posti sotto sequestro, mentre sono ancora in corso accertamenti per l’identificazione dell’utilizzatore dell’immobile.

N.B.: la foto NON si riferisce al fatto in questione.

LEGGI altre notizie da TARANTO



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU