Tariffe convenienti luce e gas | Operazione RISPARMIO, come trovare le migliori offerte del mercato libero

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Tariffe convenienti luce gas

Clienti e piccole imprese dovranno necessariamente scegliere tra le offerte con le tariffe convenienti luce gas disponibili sul mercato libero.

1° luglio 2019: solo mercato libero

Dal 1° luglio 2019 non saranno più disponibili i servizi del mercato tutelato, come prevede la legge 124/2017. Questo comporterà il passaggio obbligatorio a una delle tante offerte presenti sul mercato libero. Saranno interessati da questo passaggio obbligatorio privati e piccole imprese che dovranno trovare l’offerta meno costosa.

Ci pensa PrezzoEnergia.it

Il portale www.prezzoenergia.it realizzato e gestito da Acquirente Unico come disposto dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (Arera), permetterà di confrontare e scegliere le offerte di elettricità e gas. Il tutto in maniera chiara e gratuita grazie a PrezzoEnergia che sfrutta un motore di ricerca che confronta le varie offerte disponibili. Le offerte e le informazioni disponibili sono e saranno le seguenti (a partire da):

  • 1° luglio 2018: offerte (Placet) con prezzo libero ma condizioni contrattuali definite dell’Arera;
  • settembre 2018: le offerte del mercato libero (delle aziende volontariamente iscritte e le condizioni di Tutela) attualmente disponibili in “Trova offerte” sul sito Arera;
  • dicembre 2018: tutte le offerte del mercato libero.


Offerte Placet: cosa sono?

A partire dal 1° marzo 2018, tutti i venditori di energia elettrica e gas devono proporre ai clienti di piccola dimensione le offerte PLACET (Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela). Si tratta di offerte del mercato libero a prezzo fisso o variabile.

Tariffe convenienti luce gas: come confrontare le offerte

Per confrontare le offerte bisogna dunque collegarsi al sito www.prezzoenergia.it che fornirà un elenco di offerte dalle più vantaggiose a quelle più costose. Questo le informazioni da inserire nel sito:

  • tipo di offerta che si intende confrontare (gas o energia elettrica);
  • codice di avviamento postale;
  • consumo annuo;
  • scelta tra offerta a prezzo variabile o fisso.

Se non si hanno a portata di mano i dati sopra indicati, basta indicare le seguenti informazioni:

  • tipo e il numero di elettrodomestici presenti in casa;
  • tipo di illuminazione;
  • componenti del nucleo familiare.
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

La Gazzetta Digitale

Torna SU