Vergognosa censura di Facebook | Cancellati gruppi contrari al Green Pass

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i

Articolo aggiornato sabato, 23 Ottobre 2021 16:29

VERGOGNOSA CENSURA DI FACEBOOK

Se qualcuno avesse ancora dei dubbi sul fatto che siamo sotto una dittatura italiana e mondiale (anche social), l’ultimo degli esempi ve lo riportiamo noi: la vergognosa censura di Facebook che sta colpendo gruppi, pagine e profili del social più diffuso al mondo.

OFFERTE DEL GIORNO AMAZON

LE ULTIME “VITTIME” DI FACEBOOK

Ciò che sta attuando Facebook in queste settimane è una vera e propria censura senza se e senza ma. In queste ore è stato cancellato il gruppo “Io sto con i portuali Trieste” che contava oltre 230mila iscritti. Il gruppo è stato quasi prontamente ricreato (“IO STO CON I PORTUALI DI TRIESTE 2.0“) dagli admin. Alle ore 21 conta oltre 36mila iscritti che sono in continuo aumento in quanto non tutti erano a conoscenza della cancellazione del precedente gruppo. Per chi fosse interessato, è stato creato anche un gruppo Telegram per chi volesse unirsi alla protesta contro il Green Pass.

Certamente il nuovo gruppo si ripopolerà presto ma lo scopo di Facebook è stato raggiunto: limitare (per ora) le attività dei “No Green Pass Trieste” che proprio in queste ore si stavano organizzando per il mega corteo di domani alle ore 14 a Trieste.

LE ALTRE AZIONI DI CENSURA DEL SOCIAL DI ZUCKERBERG

In precedenza diverse altre azioni “social repressive” da parte di Facebook, come la chiusura della pagina “Riconquistare l’Italia” e di altri gruppi e profili ritenuti “offensivi” o colpevoli di aver “violato gli standard della community”.

Anche noi abbiamo già subito degli atti di censura da parte di Facebook ai nostri gruppi, pagine e profili privati. L’ultimo proprio oggi, 21 ottobre, grazie al quale ci sarà impedito di condividere i nostri articoli su Facebook per una settimana. Una vergognosa azione repressiva e di censura che forse arriva da molto più lontano dell’Italia e che abbiamo contestato presentando ricorso (forse inutile) al Comitato per il controllo (esterno a Facebook).

QUEI “MI PIACE” E QUELLE ISCRIZIONI SCOMPARSE

Un’altra delle “strane azioni” compiute da Facebook è quella che sta colpendo i profili di comuni utenti iscritti a Facebook che (per chi se ne accorge) improvvisamente vedono SCOMPARIRE NEL NULLA i propri “Mi piace” messi alle pagine preferite. E guarda caso molte di queste pagine (o gruppi) sono quelle diciamo così “contrarie a un certo sistema (Green Pass e non solo)”. In pratica accade che Facebook annulla il “Mi piace” a queste pagine e l’iscritto a Facebook non vede più nella lista notizie i post pubblicati da quelle pagine. Così come le iscrizioni ai gruppi vengono “misteriosamente” cancellate.

Dunque CONSIGLIAMO VIVAMENTE di controllare che esistano ancora i “Mi piace” alle pagine preferite e le iscrizioni ai gruppi preferiti .. e di farlo FREQUENTEMENTE.

ANNULLATO IL CORTEO DI TRIESTE

Il Questore di Trieste aveva allertato tutti non perché si attendevano oltre 20mila presenze ma perché si temeva l’infiltrazione di qualche “testa calda” non facente parte del civilissimo gruppo “No Green Pass Trieste” che sta civilmente e pacificamente manifestando da giorni. Qualcuno addirittura ha pensato alle possibili infiltrazioni dei temibili “Black block”.

E proprio questo ha fatto maturare la decisione in extremis di ANNULLARE il corteo di domani 22 ottobre e di sabato 23 ottobre. Ne ha dato notizia proprio il leader dei manifestanti di Trieste, Stefano Puzzer con un video che sta circolando anche su Telegram. “Non venite a Trieste, è una trappola!” – ha detto preoccupato Puzzer che ha aggiunto “Loro vogliono proprio questo per impedirci di continuare a manifestare, non venite, continuate a fidarvi di me!

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email

OFFERTE DEL GIORNO AMAZON

@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 24.6K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*