Assalto al liceo Copernico nel pavese | Un vergognoso atto di violenza

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Assalto al liceo Copernico nel pavese

Ciò che è accaduto ieri mattina a Pavia non ha e non può avere delle giustificazioni. L’assalto al liceo Copernico nel pavese deve avere dei nomi e cognomi che devono essere puniti.

Cosa è accaduto

Erano più o meno una sessantina i ragazzi (forse tutti dell’ITIS “G. Cardano”) autori di questo atto di violenza da condannare senza se e senza ma. Un ultimo giorno di scuola nel quartiere Ticinello “festeggiato” nel peggiore e nel più assurdo dei modi. E’ volato di tutto ieri contro il liceo Copernico e all’indirizzo di chi c’era all’interno provocando peraltro ingenti danni al plesso scolastico. Tra cori, botte, vetri rotti, cartelli stradali e lancio di fumogeni, il bilancio è di quattro feriti, tra i quali un 17enne e tre insegnanti. I violenti hanno anche sparso rifiuti nel cortile della scuola forse attendendo l’uscita degli studenti del Copernico. Questi ultimi sono stati costretti a uscire da una uscita secondaria per evitare i violenti.

Assalto al liceo Copernico nel pavese: le indagini

Polizia e Carabinieri indagano per identificare gli autori di questo gesto folle per il quale certamente qualcuno pagherà per tutti. E saranno anche i video realizzati dagli stessi studenti ad aiutare le Forze dell’Ordine a identificare i vandali, molti dei quali hanno certamente le ore contate.



La condanna de “La rete degli studenti medi Pavia”

Insieme alla Consulta provinciale degli studenti, la rete ha condannato quanto accaduto con un comunicato e un video apparsi sulla pagina Facebook.

Apprendiamo con dispiacere dai social che oggi al termine dell’ultimo giorno di scuola, nella zona di Ticinello dove sono presenti gli istituti Liceo Scientifico Niccolò Copernico e l’ITIS G. Cardano, sono accaduti fatti di violenza da parte di alcuni studenti verso il personale ATA e docente del Liceo Copernico. Da quanto si è capito ci sono alcuni feriti e danni alla struttura del Liceo.

Al momento stanno girando sui social dei video, che preferiamo non diffondere, in quanto contengono azioni violente. Noi della Rete degli Studenti, insieme con la Consulta Provinciale, condanniamo fortemente queste azioni violente e insensate che violano il rispetto non solo delle persone ma anche dell’istituzione scolastica.
Ci auguriamo che i responsabili vengano individuati al più presto per capire le motivazioni di quanto accaduto.

LEGGI anche


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU