Attacco terroristico Londra 3 giugno | Ancora sangue, ancora morti e feriti

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Attacco terroristico Londra 3 giugno

L’assurdo spargimento di sangue e morte prosegue. L’attacco terroristico Londra 3 giugno è accaduto intorno alle ore 23 mentre a Cardiff il Real Madrid e i suoi tifosi festeggiavano la vittoria della Coppa dei Campioni.

Duplice attentato

Il primo è avvenuto sul ponte London Bridge con l’ormai “solita prassi”: un pulmino ha travolto tutti coloro che si trovavano dinanzi alla sua folle corsa. Stavolta però dal mezzo sono usciti tre uomini che all’impazzata hanno accoltellato a caso alcune persone.

Il secondo attentato si è invece verificato nella zona di Borough Market. Anche in questo caso altri feriti, forse qualche altro morto prima di essere uccisi dalla polizia.

Attacco terroristico Londra 3 giugno: diversi morti e feriti

Da Scotland Yard hanno fatto sapere in mattinata che ci sarebbero 7 morti (oltre ai 3 terroristi) e almeno 48 feriti. La Polizia tiene sotto controllo diversi punti attorno ai luoghi degli attentati e sta indagando per capire se i tre terroristi siano stati aiutati da qualcuno ancora a piede libero.



A quasi 2 settimane da Manchester

Era il 22 maggio 2017 quando al Manchester Arena un uomo si era fatto saltare in aria in mezzo alla folla che usciva dal concerto di Ariana Grande. Quell’attentato aveva provocato la morte di 22 persone (tra le quali molti bambini) e 120 feriti. L’attentatore, Salman Abedi, un britannico figlio di ex rifugiati, in quella occasione aveva agito da solo.

Il 22 marzo invece era stato un uomo di circa 40 anni a investire con un Suv i passanti che passeggiavano a Londra sul ponte di Westmintser. Anche in quel caso diversi morti e 5 feriti, tra i quali un poliziotto.


LEGGI anche
@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all’Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU