Juventus ancora seconda in Champions | E in piazza San Carlo succede l’assurdo

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Juventus ancora seconda in Champions

La squadra di Massimiliano Allegri torna a casa ancora una volta senza la coppa dalle grandi orecchie. Juventus ancora seconda in Champions dietro un grande Real Madrid del grande Cristiano Ronaldo. Ma ciò che è accaduto a Torino è la dimostrazione che oltre al terrorismo vero e proprio c’è una ormai diffusissima psicosi che è pericolosa quanto il terrorismo stesso.

In piazza San Carlo il panico e i feriti

Prima ancora di parlare del match, vogliamo raccontare quanto accaduto ieri a Torino durante la finale. Inizialmente si era pensato al cedimento di una ringhiera o lo scoppio di un petardo ma quella è stata una conseguenza. Ciò che ha invece generato il fuggi fuggi generale è stata l’iniziativa idiota di due giovani. Due imbecilli che avrebbero deciso di creare un falso allarme bomba. La gente che era in piazza a seguire la partita al maxi schermo ha cominciato a correre all’impazzata travolgendo tutto e tutti. Il bilancio è di 1527 feriti (di cui 3 gravi), tra questi alcuni bambini di cui uno in prognosi riservata. La più grave una donna di 38 anni di Domodossola. A causa dello schiacciamento toracico è andata in arresto cardiaco ed è stata ricoverata in prognosi riservata all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Purtroppo è morta il 15 giugno, si chiamava Erika Pioletti.

I due giovani, fermati dalla polizia, hanno definito il loro atto una “bravata”. Ma potrebbe costare loro molto cara questa “bravata”: carcere fino a 6 mesi oppure multa di oltre 500 euro. Pena che potrebbe anche diventare più pesante se qualcuno dovesse anche perdere la vita.

Ciò che è accaduto è la lampante dimostrazione che si vive in un momento di “psicosi attentati” e soprattutto che la mamma degli imbecilli continua a procreare (e procurare.. allarmi!). Sperando che le brutte notizie si fermino qui (ci riferiamo anche all’attentato di Londra), parliamo di calcio giocato.


Juventus ancora seconda in Champions: Real Madrid-Juve 4-1

E’ la squadra di Zinedine Zidane, quella di CR7, di Isco, di Modric e di un gruppo formidabile ad aggiudicarsi la Coppa dei Campioni. Per la seconda volta consecutiva sono i blancos ad alzare la coppa e ancora una volta contro la Juventus. Un cammino, quello bianconero, interrotto proprio e ancora una volta sul più bello, in finale contro un grande Real Madrid. Eppure la Juve aveva dimostrato fin dai primi minuti di approcciare bene all’importantissimo match. Era andata anche vicina al gol per prima con Higuain ma il Real, implacabile, al primo affondo ha saputo colpire senza pietà con il solito Cristiano Ronaldo. La reazione della Juve c’è stata e grazie a un sontuoso gol di Mandzukic (una bellissima mezza rovesciata la sua) è arrivata al pareggio dopo 7 minuti.



La sconfitta nella ripresa

La Juventus ha però perso il match nella ripresa: una squadra irriconoscibile che è stata progressivamente travolta dal Real che, diciamolo, non ha certo avuto sfortuna. I primi due gol (sia quello di Ronaldo, sia quello di Casemiro dalla distanza) sono arrivati da deviazioni decisive che hanno reso imprendibili quei tiri per Buffon.

A nulla sono serviti i tentativi di Allegri di rimettere la situazione a posto con gli ingressi di Marchisio, Lemina e Cuadrado al posto di Pjanic, Dybala e Barzagli. Anzi Cuadrado si è pure fatto espellere (in verità il secondo giallo nemmeno c’era ed è arrivato grazie all’ “attore” Sergio Ramos). Juventus ancora seconda in Champions ma i protagonisti giurano “ci riproveremo l’anno prossimo“… riusciranno davvero ad arrivare ancora in finale? Staremo a vedere..

Le Formazioni e Tabellino

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Dani Alves, Dybala, Mandzukic; Higuain.
All. Allegri.
A disposizione: Neto, Lichtsteiner, Benatia, Marchisio, Rincon, Lemina, Cuadrado.

REAL MADRID (4-3-1-2): Navas; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Isco; Benzema, Ronaldo.
All. Zidane.
A disposizione: Casilla, Nacho, Danilo, Asensio, Bale, James, Morata. Arbitro: Felix Brych (Germania).

Reti: 20′ e 64′ Ronaldo (R), 27′ Mandzukic (J), 61′ Casemiro (R), 90′ Asensio (R)

Credit Photo: UEFA Champion’s League

LEGGI anche


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU