Informazioni su Redazione

Redazione de La Gazzetta Digitale.it

Chi ha vinto Sanremo 2022 | Mahmood e Blanco, la nostra classifica

CHI HA VINTO SANREMO 2022

Al termine di una finalissima divertente e interminabile, ecco chi ha vinto Sanremo 2022: Mahmood e Blanco! Una vittoria giusta ma che avrebbe meritato anche qualcun altro.

MAHMOOD-BLANCO SI AGGIUDICANO LA 72ESIMA EDIZIONE

Dunque sono loro i vincitori dell’edizione numero 72 del Festival della Canzone Italiana condotto ancora una volta da Amadeus. Mahmood e Blanco hanno avuto la meglio su Elisa e su Gianni Morandi che ha concluso al 3° posto.

BOOM DI ASCOLTI

  • Prima parte (21.22-23.54): 15 milioni 660 mila spettatori, con uno share del 62.1%;
  • seconda parte (23.58–1.48): 10 milioni 153 mila spettatori, con uno share del 72.1%;
  • proclamazione vincitore: (1.49-1.56): 6 milioni 422 mila, con uno share del 73.4%;
  • ascolto complessivo: (21.22–25.48): 13 milioni 380 mila spettatori.
IL RACCONTO SU TWITTER
LA CLASSIFICA FINALE
  1. Mahmood e Blanco – Brividi
  2. Elisa – O forse sei tu
  3. Gianni Morandi – Apri tutte le porte
  4. Irama – Ovunque sarai
  5. Sangiovanni – Farfalle
  6. Emma – Ogni volta è così
  7. La Rappresentante di Lista – Ciao ciao
  8. Massimo Ranieri – Lettera al di là dal mare
  9. Dargen D’Amico – Dove si balla
  10. Michele Bravi – Inverno dei fiori
  11. Matteo Romano – Virale
  12. Fabrizio Moro – Sei tu
  13. Aka7even – Perfetta così
  14. Achille Lauro feat. Harlem Gospel Choir – Domenica
  15. Noemi – Ti amo non lo so dire
  16. Ditonellapiaga e Rettore – Chimica
  17. Rkomi – Insuperabile
  18. Iva Zanicchi – Voglio amarti
  19. Giovanni Truppi – Tuo padre, mia madre, Lucia
  20. Highsnob e Hu – Abbi cura di te
  21. Yuman – Ora e qui
  22. Le Vibrazioni – Tantissimo
  23. Giusy Ferreri – Miele
  24. Ana Mena – Duecentomila ore
  25. Tananai – Sesso occasionale.
I PREMI ASSEGNATI
  • Premio della critica “Mia Martini” a MASSIMO RANIERI
  • Premio Lucio Dalla (assegnato dalla sala stampa) a GIANNI MORANDI
  • Sergio Bardotti per il “Miglior testo” a FABRIZIO MORO
  • Premio Giancarlo Bigazzi per la “Miglior composizione musicale” a ELISA.
LA NOSTRA CLASSIFICA
  1. Elisa – O forse sei tu
  2. Giovanni Truppi – Tuo padre, mia madre, Lucia
  3. Gianni Morandi – Apri tutte le porte
  4. Irama – Ovunque sarai
  5. La Rappresentante di Lista – Ciao ciao
  6. Matteo Romano – Virale
  7. Sangiovanni – Farfalle
  8. Dargen D’Amico – Dove si balla
  9. Massimo Ranieri – Lettera al di là dal mare
  10. Mahmood e Blanco – Brividi
  11. Emma – Ogni volta è così
  12. Michele Bravi – Inverno dei fiori
  13. Ditonellapiaga e Rettore – Chimica
  14. Fabrizio Moro – Sei tu
  15. Noemi – Ti amo non lo so dire
  16. Aka7even – Perfetta così
  17. Achille Lauro feat. Harlem Gospel Choir – Domenica
  18. Rkomi – Insuperabile
  19. Iva Zanicchi – Voglio amarti
  20. Highsnob e Hu – Abbi cura di te
  21. Yuman – Ora e qui
  22. Le Vibrazioni – Tantissimo
  23. Giusy Ferreri – Miele
  24. Ana Mena – Duecentomila ore
  25. Tananai – Sesso occasionale.

LEGGI ANCHE: ALBO VINCITORI DELLA STORIA DEL FESTIVAL

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

Previsioni meteo settimana Ferragosto 2021 | Temperature fino a 45 gradi!

PREVISIONI METEO SETTIMANA FERRAGOSTO 2021

Arriva una nuova ondata di caldo con temperature che potranno raggiungere i 45 gradi, secondo le previsioni meteo settimana Ferragosto 2021 a cura di “Meteo.it”.

ECCO LA QUARTA ONDATA

Sarà particolarmente intensa la quarta ondata di calore di questa estate caldissima. La causa, come spiegano gli esperti di “Meteo.it” è attribuibile alla rimonta dell’Anticiclone nord-africano che nei prossimi giorni si consoliderà sul Mediterraneo centrale andando a colpire con maggior efficacia sempre le regioni centro-meridionali, con i termometri di nuovo fino alla soglia dei 40 gradi e anche oltre, fino a sfiorare i 45 gradi, specie sulle Isole.

Nella seconda parte della settimana l’alta pressione si sposterà verso il Mediterraneo occidentale estendendo, però, la sua influenza anche alle regioni settentrionali. Di conseguenza, mentre al meridione i picchi estremi subiranno un ridimensionamento, al Nord il caldo si farà contestualmente più intenso. L’ondata di calore proseguirà per tutta la prossima settimana, compreso il weekend di Ferragosto, con temperature massime diffusamente comprese fra i 35 e i 40 gradi da nord a sud.

LE PREVISIONI PER LUNEDì 9 AGOSTO

Prevalenza di tempo soleggiato in gran parte del Paese con il rischio di qualche temporale pomeridiano sull’estremo settore alpino orientale e il transito di velature soprattutto fra Sardegna e regioni centrali. Caldo ancora più intenso con picchi oltre i 40 gradi al Sud e sulle Isole e punte di 35-37 gradi sulle regioni centrali e in Emilia Romagna. Sul resto del Nord temperature comprese tra 28 e 33 gradiVenti deboli con ancora dei rinforzi di Scirocco fra le Isole.

IL TEMPO PREVISTO PER MARTEDì 10 AGOSTO

Tempo soleggiato e molto caldo sul Paese mentre su Sardegna e regioni centrali innocue velature. Nuvolosità più consistente sulle Alpi ma con pochissime piogge o temporali pomeridiani solo sui rilievi dell’Alto Adige.
Temperature in aumento con valori massimi localmente oltre i 40 gradi sulle regioni meridionali, con probabili picchi fino a 45 gradi sulle Isole.

Il caldo si farà sentire anche sulle regioni del Centro e in Emilia Romagna con picchi fino a 35-38 gradi. Afa al Nord con valori compresi  fra i 28 e i 33 gradi. Venti per lo più deboli a regime di brezza, salvo ancora dei locali rinforzi sui mari di ponente. Mari: localmente mossi Tirreno occidentale, Mare di Corsica, Mare e Canale di Sardegna; calmi o poco mossi gli altri bacini.

IL METEO PER IL 12 AGOSTO

Giovedì al mattino cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso. Nel pomeriggio temporaneo aumento delle nubi su Alpi e nord della Sardegna, ma sempre senza piogge; stabile e soleggiato altrove. Temperature massime in crescita al Centro-Nord e Sardegna, in calo invece al Sud: comunque ancora caldo intenso in tutta Italia.

PREVISIONI METEO PER IL 13 AGOSTO

Venerdì giornata tra sole e nuvole sulle Alpi, dove si formeranno isolati temporali pomeridiani. Nel resto d’Italia prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso. Temperature massime in ulteriore aumento al Centro-Nord, stazionarie o in lieve calo al Sud e Isole, comunque in generale comprese fra 32 e 38 gradi in gran parte d’Italia, con possibili punte fino a 39-40 gradi.

IL TEMPO DI SABATO 14 E DOMENICA 15 AGOSTO

Nel dettaglio sia sabato 14 che domenica 15 agosto sarà una giornata soleggiata e stabile sull’Italia. Da segnalare solo il rischio di brevi e isolati scrosci di pioggia nelle ore pomeridiane sui settori alpini dell’estremo Nordest.

Il caldo continuerà a essere molto intenso con valori massimi compresi tra 32 e 37 gradi. Possibili picchi di 38-40 gradi nelle zone interne delle regioni del Centro-sud e della Sardegna. Caldo e afa saranno presenti anche durante le ore notturne, con elevato disagio.

FONTE: “Meteo.it”.

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

U’ Scescille | La (video) ricetta per imparare a cucinare uno dei piatti tipici di Termoli

Ricetta U Scescille

E’ un piatto tipico di Termoli (Molise) di cui ha parlato anche chef Antonino Cannavacciuolo nella terza Stagione di “O’ mare mio” in onda da settembre 2018. In questo articolo vedremo come preparare la ricetta U Scescille, ossia polpette ovali fatte con uova, formaggio e pane raffermo, cotte nel sugo.

Un piatto della tradizione

Un tempo era servito per accompagnare le tradizionali zuppe di pesce e ancora oggi il piatto resiste ed è preparato con tanto lavoro dalle donne termolesi. Oltre alla forma ovale, la caratteristica di queste polpette è la cottura fatta direttamente nel sugo, evitando di friggerle.

Ingredienti (dose per 4 persone)

  • 500 grammi di mollica di pane raffermo (non il pangrattato!)
  • 5 uova grandi
  • 150 grammi di parmigiano
  • 150 grammi di pecorino
  • 3 spicchi di aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo e 1 di basilico
  • 2 peperoni rossi grandi
  • 500 grammi di pomodori San Marzano
  • 1 peperoncino piccante
  • acqua e sale q.b.
  • olio extra vergine di oliva q.b.
Ricetta U Scescille: PREPARAZIONE

Preparare il sughetto in una padella nella quale mettere i pomodori, i peperoni (tagliati a dadini) e la cipolla (durata circa 20 minuti). Nel frattempo far rosolare 2 spicchi d’aglio in un po’ di olio evo, poi toglierli e aggiungere il sughetto appena preparato.

A parte, sbriciolare il pane (a mani nude e un po’ umide) e aggiungere: uova sbattute, formaggio, un pizzico di sale, l’aglio ben tritato, parmigiano, pecorino, prezzemolo e basilico. Mescolare bene il tutto (aggiungendo altra mollica se necessario), coprirlo con la pellicola e metterlo in frigo per circa un’ora. Formare dunque le polpette (di forma ovale) e aggiungerle al sugo a metà cottura, aggiungendo acqua (se necessario), basilico, peperoncino e lasciando cuocere per una ventina di minuti.

Ricetta U Scescille: VIDEO: come lo preparano a Termoli

TI POTREBBERO INTERESSARE

@ Riproduzione riservata

Metallo nella farina | Possibile presenza di frammenti metallici in 2 lotti, scatta il richiamo

Metalli nella farina di cocco bio

A causa della possibile presenza di metalli nella farina di cocco bio dei marchi “Baule Volante” e “Fior di Loto”, il ministero richiama 2 lotti.

Non consumare il prodotto

In entrambi i casi di seguito indicati, si raccomanda di controllare il prodotto acquistato e le scorte in casa per verificare se appartengono al lotto specificato. In caso affermativo, non consumare il prodotto e riportarlo al punto vendita per ricevere il rimborso e gli eventuali chiarimenti.

DETTAGLI del 1° prodotto richiamato

  • Marchio: BAULE VOLANTE
  • Denominazione di vendita: FARINA DI COCCO BIOLOGICA
  • Nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato: Ecornaturasì, via De Besi 20/c – Verona.
  • Lotto e scadenza: 05-10-19.
  • Marchio d’identificazione dello stabilimento/produttore: Stella Food.
  • Nome del produttore: Stella Food Srl.
  • Sede dello stabilimento: via Massimo D’Antona 5 – Rivalta di Torino.
  • Descrizione peso/volume unità di vendita: 375 grammi.
  • Motivo/Rischi: possibile PRESENZA DI FRAMMENTI METALLICI.
Metalli nella farina di cocco bio: il 2° prodotto richiamato
  • Marchio: FIOR DI LOTO
  • Denominazione di vendita: FARINA DI COCCO BIOLOGICA
  • Nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato: BV&FdL Srl – Via Santa Maria in Duno snc Bentivoglio (BO).
  • Lotto e scadenza: 22-06-2019.
  • Marchio d’identificazione dello stabilimento/produttore: Stella Food.
  • Nome del produttore: Stella Food Srl.
  • Sede dello stabilimento: via Massimo D’Antona 5 – Rivalta di Torino.
  • Descrizione peso/volume unità di vendita: 500 grammi.
  • Motivo/Rischi: possibile PRESENZA DI FRAMMENTI METALLICI.
LE FOTO DEI PRODOTTI

TI POTREBBERO INTERESSARE

@ Riproduzione riservata

PASTA ALLA PUTTANESCA | Come preparare la (VIDEO) ricetta ORIGINALE

Come preparare la PASTA ALLA PUTTANESCA

La ricetta originale di un primo piatto della cucina italiana ottimo per tutte le stagioni, soprattutto in estate, molto apprezzato anche all’estero. In questo articolo vedremo come preparare la pasta alla puttanesca originaria della Campania, in particolare di Napoli.

Le origini

Sul nome del piatto si raccontano diverse storie, su tutte quella di un tenutario di una casa di appuntamenti dei quartieri Spagnoli di Napoli. L’uomo usava rifocillare i clienti con la pasta alla puttanesca. Un’altra storia attribuisce l’origine del nome del piatto alla biancheria intima molto colorata indossata delle prostitute per attirare i clienti.

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 400 gr. di spaghetti n°5
  • 100 gr. di olive nere e verdi
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 500 gr. di pomodori ramati maturi e sodi oppure passata di pomodoro
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato (se gradito)
  • 5 cucchiai di olio EVO
  • sale fino q.b.
  • peperoncino q.b.
PREPARAZIONE

Portare a bollore l’acqua della pasta, far soffriggere l’aglio e il peperoncino a pezzetti nell’olio d’oliva. Eliminare l’aglio quando sarà dorato, unire i pomodori, le olive tagliate a rondelle e i capperi. Amalgamare e correggere di sale (se necessario, dato che i capperi e le olive sono già salate), lasciar cuocere il sugo per 10 minuti circa. A piacere si può anche aggiungere del prezzemolo.

Quando la pasta sarà al dente, scolarla e condirla con il sugo preparato e consumarla con un vino bianco frizzante.

Come preparare la pasta alla puttanesca: VIDEO RICETTA di chef Barbato

Credits Photo: La Gazzetta Digitale

TI POTREBBERO INTERESSARE

@ Riproduzione riservata

Ponte del 1° Maggio | Le previsioni del tempo di lunedì 30 aprile e martedì, Festa dei Lavoratori

Tempo del 1 Maggio 2018

Lunedì si allontana la perturbazione che sta lambendo l’Italia ma sarà seguita da correnti relativamente fresche che favoriranno un generale calo delle temperature. Le previsioni del tempo del 1 Maggio 2018 e del ponte del primo Maggio.

Le prossime ore

Il calo sarà più sensibile al Centro-Nord, dove le temperature torneranno ad avvicinarsi ai valori tipici del periodo; il tempo in compenso sarà nel complesso buono, con pochissime piogge. Nella giornata del Primo Maggio assisteremo sin dal mattino a un netto peggioramento del tempo in Sardegna, con le piogge che poi nella seconda parte del giorno si estenderanno gradualmente anche al Nord-Ovest e alle regioni centrali. Sull’Italia infatti arriverà una nuova perturbazione (la n. 1 di maggio), che poi tra mercoledì e giovedì coinvolgerà gran parte dell’Italia.

Previsioni meteo per lunedì 30 aprile

Un po’ di nuvole su Alpi e zone appenniniche, con isolati acquazzoni soprattutto nelle ore centrali del giorno. Alternanza tra sole e nuvole al Nordovest e Isole, con la possibilità di isolati scrosci di pioggia nel pomeriggio sulla Liguria; in prevalenza bello nel resto d’Italia. Temperature in calo, specie al Nord e versante tirrenico.

Previsioni del tempo del 1 Maggio 2018

Prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso all’estremo Sud. Nuvole sul resto d’Italia, con piogge sparse su regioni centrali, Romagna, Sardegna e, a carattere più isolato, anche su Alpi occidentali, Liguria ed Emilia.

Fenomeni localmente intensi in Sardegna. Tra sera e notte ulteriore peggioramento del tempo, con piogge sparse, a tratti anche intense, su gran parte del Centro-Nord e Sardegna. Temperature massime in ulteriore calo e quasi ovunque vicine alle medie stagionali; ancora un po’ di caldo fuori stagione (ma attenuato) solo all’estremo Sud.

L’allerta meteo per martedì 1° maggio

La Protezione Civile ha diramato per martedì 1° maggio un’allerta meteo arancione in Sardegna per rischio idraulico e idrogeologico sui settori di Campidano, Bacino del Tirso, Bacini Montevecchio – Pischilappiu, Logudoro, Iglesiente.

Sempre in Sardegna è stata diramata un’allerta meteo gialla per rischio idraulico e idrogeologico sui settori di Bacini Flumendosa – Flumineddu, Gallura. Allerta gialla anche per temporali nel Lazio, sui settori Bacino Medio Tevere, Bacini Costieri Nord. In Veneto la criticità ordinaria (allerta gialla) nella zona Vene-A è limitata al comune di Perarolo di Cadore (BL), dove permane la situazione di criticità legata alla frana della Busa del Cristo.

Fonte: Meteo.it

TI POTREBBERO INTERESSARE

@ Riproduzione riservata

Come preparare il polpo alla Luciana | La (video) RICETTA del piatto tipico napoletano

Come preparare il polpo alla Luciana

Un piatto tipico di origini antiche che ricava il suo nome dal borgo marinaro di Santa Lucia dove i pescatori (detti Luciani) erano specializzati nella pesca del polpo verace. Col pescato ottenuto, i pescatori cucinavano il polpo alla Luciana arricchendolo con il sughetto di pomodoro. Vediamo dunque come preparare il polpo alla Luciana facendo riferimento alla ricetta originale.

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 1 kg. di polpo fresco
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 500 grammi di pomodorini ciliegino
  • passata di pomodoro q.b.
  • vino bianco q.b.
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • peperoncino q.b.
  • sale fino q.b.
  • pepe q.b.

PREPARAZIONE

Scaldare un filo di olio in una padella, aggiungere l’aglio privato dell’anima, leggermente schiacciato. Aggiungere il peperoncino spezzettato e qualche foglia di prezzemolo tritata. Unire il polpo proseguendo la cottura a fuoco molto lento. Quando i tentacoli iniziano ad arricciarci è il momento di togliere l’aglio, di aggiungere i pomodorini, la passata di pomodoro e un pizzico di pepe.

Abbassare la fiamma aggiungendo un po’ di acqua bollente, poi coprire e far cuocere il tutto. Raggiunta la cottura, impiattare il polpo a pezzi con il sugo e buon appetito! Il piatto potrà essere degustato sia come antipasto (insieme ai crostini di pane), sia per condire la pasta, gustando il polpo come secondo.

Come preparare il polpo alla Luciana: LA VIDEO RICETTA originale

TI POTREBBERO INTERESSARE

@ Riproduzione riservata

Previsioni meteo 19-25 marzo 2018 | Ancora instabilità al Centro-Sud, miglioramenti al Nord

Previsioni meteo 19-25 marzo 2018

La prossima settimana vedrà un graduale miglioramento del tempo al Nord mentre si preannuncia ancora molto instabile al Centro-Sud. Secondo le previsioni meteo 19-25 marzo 2018 (che aggiorneremo in questo articolo quotidianamente) il clima si farà più freddo.

Calo delle temperature

La massa d’aria gelida presente sull’Europa centro-settentrionale lambirà anche il nostro Paese dove si attende un deciso calo delle temperature con valori che si porteranno sensibilmente al di sotto della norma. Si tratterà di un classico colpo di coda dell’inverno, ma con effetti non paragonabili all’ondata record di gelo siberiano che ha colpito l’Italia tra fine febbraio e inizio marzo.

LUNEDI’ 19 marzo

Molte nubi ovunque con la pioggia che nel corso del giorno bagnerà gran parte d’Italia risparmiando parzialmente solo i versanti ionici. Neve fino a quote molto basse su zone alpine e Appennino Settentrionale, con possibili locali sconfinamenti sulle vicine pianure di Lombardia, Veneto, Friuli e Venezia Giulia, specie al mattino.

Neve anche sull’Appennino Centrale e Meridionale, ma solo al di sopra di 700-1200 metri. Temperature quasi dappertutto in ulteriore calo.

Il tempo previsto per MARTEDI’ 20 marzo

Sin dal mattino maltempo in Sardegna con piogge e neve sui rilievi oltre 1000 m. Nel corso della mattinata le piogge si estenderanno a Lazio, Campania e Sicilia occidentale. Nel pomeriggio il maltempo si estenderà a gran parte del Centro-sud: le piogge potranno risultare localmente intense e in serata saranno possibili anche dei temporali sul medio e basso versante Adriatico e in Sardegna.

Quota delle nevicate in Appennino compresa tra 1000 e 1400 metri ma con il limite destinato a calare a fine giornata al di sotto dei 1000 metri su quello centrale. Al Nord cielo irregolarmente nuvoloso con in serata possibilità di locali e brevi precipitazioni tra Piemonte, Lombardia ed Emilia, nevose a quote collinari se non di pianura nella notte. Temperature senza grandi variazioni. Venti da moderati a forti sui mari di Ponente che risulteranno molto mossi o agitati. In Sardegna venti burrascosi con possibili raffiche anche oltre i 100 km/h.

Previsioni meteo 19-25 marzo 2018: MERCOLEDI’ 21 marzo

La depressione in approfondimento sul Mar Tirreno richiamerà aria molto fredda verso l’Italia: il tempo resterà molto instabile in gran parte del Centro-sud e delle Isole con un cielo da nuvoloso a molto nuvoloso. Le precipitazioni saranno più probabile nel settore del medio Adriatico, del basso versante tirrenico e nelle due Isole maggiori. Al mattino ancora qualche pioggia o rovescio tra Lazio e Campania.

Quota neve in calo: fino in pianura nelle Marche (al mattino anche in Romagna), fino a quote di bassa collina su Abruzzo e Molise, oltre 700-900 metri sull’Appennino campano-lucano. Al Nord nuvolosità irregolare ma con tendenza ad ampi rasserenamenti dal pomeriggio. Temperature per lo più in calo, anche sensibile nelle regioni centrali adriatiche. Giornata molto ventosa ovunque con Bora molto intensa sul medio e alto versante adriatico.

Il tempo previsto per GIOVEDI’ 22 marzo

Bel tempo al Nord e Toscana. Nuvole nel resto del Paese: piogge sparse su Abruzzo, Molise, Sud e Isole; neve fino a quote collinari sull’Appennino Abruzzese e Molisano, oltre 500-1000 metri su Appennino Meridionale e rilievi della Sicilia.

Temperature minime quasi dappertutto in calo, con deboli gelate al Nord anche in pianura; massime in generale stazionarie o in ulteriore lieve diminuzione.

Previsioni del tempo di VENERDI’ 23 marzo

Sulle regioni centro settentrionali cielo in prevalenza poco nuvoloso; ancora qualche addensamento sul settore del medio Adriatico. Un po’ di nubi in Sardegna, specie nel sud dell’isola; cielo nuvoloso al Sud e in Sicilia con precipitazioni isolate su Calabria, nordest della Sicilia, centro nord della Puglia. Neve fino 800-1000 sui rilievi della Calabria e della Sicilia. Temperature in rialzo al Centro-Nord e in Sardegna. Venti deboli al Nord, moderati settentrionali altrove.

Il tempo SABATO 24 marzo

Al Nord-Est e al Centro tempo abbastanza soleggiato, salvo modesti e temporanei annuvolamenti nel pomeriggio lungo le Prealpi e nelle zone interne delle regioni centrali tirreniche. Al Nord-Ovest, al Sud e sulla Sicilia cielo irregolarmente nuvoloso con locali e deboli precipitazioni su Liguria, Puglia, Calabria e, al mattino, anche nell’ovest della Sicilia. Sulla Sardegna deciso peggioramento dal pomeriggio con piogge soprattutto nel settore meridionale, più intense in serata, quando i fenomeni si estenderanno anche alla Sicilia.

Temperature minime in rialzo al Centro-Nord, massime in lieve calo al Nord-Ovest, in leggero rialzo al Centro-Sud, dove i valori resteranno ancora inferiori alla norma. Venti di Scirocco in rinforzo attorno alla Sardegna e, a fine giornata, un po’ su tutti i mari di Ponente.

Previsioni meteo 19-25 marzo 2018: DOMENICA 25 marzo

Maltempo al Sud e in Sicilia, con piogge e temporali anche forti sull’isola, in Puglia, Basilicata e Calabria; neve oltre 1000-1400 metri. Nubi e qualche pioggia anche nella Sardegna orientale al mattino e, tra pomeriggio e sera, anche su Abruzzo, Molise e sud delle Marche, con limite della neve nelle zone interne oltre 800-1000 metri.

Tempo più soleggiato e senza precipitazioni nel resto d’Italia. Temperature minime in aumento al Sud e nelle Isole, massime in lieve calo in Sicilia, in leggero aumento al Nord-Ovest, nel settore tirrenico e nel resto del Sud. Venti molto intensi al Sud e Isole, con mari molto mossi o agitati.

Fonte: Meteo.it

TI POTREBBERO INTERESSARE

@ Riproduzione riservata

Previsioni meteo | Il tempo previsto nella settimana da lunedì 5 a domenica 11 marzo 2018

Previsioni meteo 5-11 marzo 2018

Si attende una prima parte della settimana di tempo perturbato con il passaggio di alcuni sistemi nuvolosi che entro mercoledì interesseranno gran parte del territorio. Ecco le previsioni meteo 5-11 marzo 2018 quotidianamente aggiornate grazie agli esperti di Meteo.it.

Il tempo previsto per lunedì 5

Sarà una giornata grigia con molte nuvole in tutto il Paese. Le piogge interesseranno in maniera diffusa le regioni dell’alto Adriatico, quelle centro-meridionali, eccetto la Toscana, e le isole maggiori, con neve oltre 900 metri sui rilievi friulani, oltre 1000-1500 metri sull’Appennino centrale.

Sporadiche precipitazioni legate alla nuova perturbazione cominceranno a interessare l’estremo Nordovest e la Sardegna, ma con tendenza ad estendersi ai versanti ligure e tirrenico entro fine giornata, mentre si avrà una temporanea tregua sul medio-basso Adriatico e all’estremo Sud. Temperature minime in rialzo al Centronord; massime in lieve calo al Centrosud e in Sicilia, in lieve rialzo al Nordovest. Ventoso su gran parte del Centrosud e mari settentrionali.

Le previsioni per martedì 6 marzo

Insisteranno condizioni di tempo perturbato in gran parte del territorio. Le piogge saranno particolarmente diffuse sulle regioni centrali tirreniche, in Campania e in Sardegna con anche la possibilità di temporali. Precipitazioni più sporadiche e intermittenti al Nord, dove cesseranno in mattinata, lungo l’Adriatico e nel Cosentino. Quota neve intorno a 700-1000 metri sui rilievi del Nord, 1300-1500 sull’Appennino centrale.

Qualche schiarita sarà possibile nel corso della giornata principalmente all’estremo Nordovest e in Sicilia. Temperature stazionarie o in lieve aumento, ma con valori massimi ancora sotto la media al Centronord. Venti da moderati a forti occidentali intorno alle Isole, meridionali al Sud.

Il tempo per mercoledì 7

Nuvole quasi dappertutto, anche se non mancheranno le temporanee schiarite, specie nel versante adriatico. Nel corso del giorno piogge sparse e intermittenti praticamente su tutte le regioni. Neve oltre 800-1000 metri su Alpi e Appennino Settentrionale, al di sopra di 1000-1500 metri sull’Appennino Centrale. Temperature quasi ovunque in lieve aumento. Venti da moderati a forti al Centrosud e Isole, con raffiche fino a 50-60 Km/h, di Maestrale in Sardegna, di Libeccio altrove. Mari in generale molto mossi, anche agitati quelli di ponente.

Previsioni meteo 5-11 marzo 2018: giovedì 8 marzo

Al mattino cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, a parte la presenza di nebbia in banchi in pianura Padana e di nubi basse tra Umbria e Toscana. Nel pomeriggio ancora tempo stabile ovunque, ma con il transito di un po’ di nuvolosità alta ad iniziare dal Nordovest, dalle regioni centrale tirreniche e dalla Sardegna, in estensione verso sera a gran parte della Penisola. Temperature minime in calo per effetto dei rasserenamenti. Massime in rialzo al Centro-nord. Venti moderati, tranne in Adriatico.

Il tempo previsto per venerdì 9

Resistono le schiarite sul medio e basso versante Adriatico, al mattino anche su Alpi, Piemonte e alta Lombardia. Più nuvole altrove, specie su Venezie, bassa Valpadana, Toscana, Calabria e Isole; molto nuvoloso con qualche pioggia in Liguria. Temperature quasi stazionarie.

Previsioni meteo 5-11 marzo 2018: sabato 10

Sulle isole e sulle regioni centro meridionali nuvolosità variabile, con schiarite più ampie lungo l’Adriatico e all’estremo Sud. Sulle regioni settentrionali e sul nord della Toscana cielo molto nuvoloso, con deboli precipitazioni sparse, in propagazione da ovest verso est, meno probabili sull’Emilia Romagna. Limite della neve sulle Alpi a 1200-1400 m circa. Temperature in aumento al Sud e sulle isole. Venti moderati di Scirocco sui mari di Ponente.

Il tempo previsto per domenica 11

Al Nord cielo coperto e precipitazioni diffuse, anche abbondanti in Liguria, sull’Appennino settentrionale, sulle fasce prealpine della Lombardia, sul Friuli e sul centro-nord del Veneto. Nel tardo pomeriggio fenomeni in esaurimento in Piemonte e sulla val padana cen-trale. Limite delle nevicate sulle Alpi oltre 1200-1600 m.

Al Centro al mattino pioverà soprattutto sul nord della Toscana; nel corso del pomeriggio piogge via via più diffuse anche su Umbria e Lazio; lungo il medio Adriatico ancora qualche iniziale schiarita e qualche pioggia isolata solo verso sera. In Sardegna piogge sparse soprattutto nella prima parte della giornata. Al Sud e in Sicilia tempo abbastanza soleggiato e molto mite con punte vicine ai 25 gradi in Sicilia; prime piogge la sera in Campania. Venti moderati meridionali con rinforzi sui mari.

Fonte: Meteo.it

TI POTREBBERO INTERESSARE

@ Riproduzione riservata