Belli col sapone di Aleppo | Virtù e benefici di questo prodotto NATURALE

Tempo di lettura stimato: 6 minuto/i


Belli col sapone di Aleppo

Prodotto cosmetico totalmente naturale a base di olio d’oliva e olio di alloro. Come essere sani e belli col sapone di Aleppo.

Le origini naturali..

Il sapone di Aleppo è un sapone tipico di una città siriana omonima. Le tecniche di fabbricazione di questo sapone si fanno addirittura risalire all’800 d.C. grazie all’espandersi della cultura islamica relativa alla produzione di saponi vegetali. Successivamente, in Siria venne affinata la tecnica di produzione di saponi, e vennero inseriti due elementi dagli innumerevoli effetti benefici: l’olio di oliva e l’olio di alloro. Nasce così il meraviglioso sapone di Aleppo. Prima di scoprire come essere più belli col sapone di Aleppo, conosciamo le sue principale caratteristiche.

Principali caratteristiche del sapone di Aleppo

Costituito principalmente da olio d’oliva e di alloro, questo sapone si presenta, come prodotto finito, sotto forma di cubo di colore verde oliva, marrone o dorato. Il sapone di Aleppo è naturale al 100% e totalmente privo di conservanti e additivi, il che lo rende particolarmente adatto per soggetti allergici o con patologie cutanee.



Proprietà specifiche e modi d’uso per essere naturalmente belli col sapone di Aleppo

I due elementi di base del sapone di Aleppo (l’olio di oliva e l’olio di alloro) possiedono notoriamente grandi proprietà benefiche dovute sia alle loro caratteristiche singole e soprattutto alla loro sinergia, rendendo il sapone di Aleppo un prodotto unico per le sue virtù curative.

L’olio d’oliva ha potenti effetti idratanti, emollienti ed è ricchissimo in polifenoli, vitamina E e sostanze antiossidanti che prevengono l’invecchiamento e l’ossidazione cellulare. L’olio di alloro ha invece notevoli virtù antibatteriche, quindi svolge un’importante azione curativa in caso di pelli con patologie o stati infiammatori (eczemi, psoriasi o acne). Ma il sapone di Aleppo è anche un toccasana per avere capelli sani e splendenti, grazie all’azione sinergica dei suoi componenti è vivamente consigliato per lavare e trattare capelli secchi, stressati e fragili.

Inoltre:
  • si può utilizzare per lavare i capelli per nutrirli in profondità e contrastare la forfora. Utilissimo anche per riattivare il micro circolo del cuoio capelluto e prevenire così la caduta dei capelli;
  • è ottimo per preparare e idratare la pelle durante la rasatura maschile in luogo della comune schiuma da barba;
  • è un ottimo struccante;
  • se lasciato agire sulla pelle dopo la detersione, svolge una profonda azione purificante per le pelli grasse.
Non è solo un prodotto cosmetico, infatti:
  • in piccole quantità negli armadi o nei cassetti svolge un’azione antitarme;
  • può essere grattugiato e dosato direttamente in lavatrice come detersivo naturale per il bucato.
Come preparare in casa il sapone di Aleppo

Se volete cimentarvi nella preparazione casalinga di questo magico sapone, vi diamo la ricetta e tutti i consigli per realizzarlo proprio a regola d’arte.

E’ doveroso precisare che, se è vero che il sapone di Aleppo (quello che si trova in commercio) contiene solo olio d’oliva e alloro, è pur vero che nella sua realizzazione casalinga è essenziale utilizzare la soda caustica. L’utilizzo di questa sostanza non va assolutamente a inficiare la naturalezza del sapone o le virtù benefiche: la soda, infatti, durante la reazione con i grassi, si neutralizza e sparisce del tutto, quindi il sapone finito ne sarà totalmente privo.

Attenzione! La soda caustica è un materiale alcalino molto reattivo e va sempre maneggiato con estrema cautela. Indossate sempre occhialini da piscina per proteggere gli occhi, guanti di gomma e un foulard per riparare il naso e la bocca dal vapore che produce quando viene diluita.

Ingredienti
  • 1 kg di olio di oliva
  • 185 g. di infuso di foglie di alloro
  • 124 g. di soda caustica (si acquista nelle ferramenta o nelle drogherie: acquistate però SOLO l’idrossido di sodio e non prodotti A BASE DI SODA!)
  • 2 manciate di foglie di alloro
Procedimento

IMPORTANTE! Almeno 2 settimane prima, mettere a macerare le foglie d’alloro in un contenitore di vetro con 500 g. di olio di oliva e lasciar riposare il contenitore sopra un termosifone o al sole estivo. Preparare poi un infuso di foglie d’alloro e aggiungerlo alla soda caustica mescolando con cura con un cucchiaio. Riscaldare il rimanente olio d’oliva a bagnomaria finché non raggiunge la temperatura di 40 gradi. Quando sia la soda che l’olio avranno raggiunto la stessa temperatura, si potranno mescolare e frullare. Far cuocere la miscela a bagnomaria per due ore.

A miscela ottenuta..

Versare la miscela ottenuta in stampi quadrati o a forma di parallelepipedo e attendere almeno 3 giorni prima di togliere il sapone dagli stampi. Attendere almeno un mese per poterlo usare: più si solidifica e meglio è. Il Sapone di Aleppo si può realizzare anche mediante procedura a freddo, che è praticamente la stessa, ma dopo aver frullato tutto, si passa a versare direttamente il composto negli stampi avendo cura di tenerlo coperto con vecchi stracci per mantenere il calore.

E’ importante ricordare che questo sapone realizzato in casa non contiene conservanti e quindi è fondamentale conservarlo nel migliore dei modi per inibire la proliferazione batterica: basterà avvolgerlo in un fazzoletto di cotone e custodirlo in scatole di legno (NO scatole di plastica).

LEGGI anche

Altri articoli di Bellezza e cosmesi



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU