Bollettino 18 ottobre Covid e lunedì 19 | Prosegue l’ascesa dei contagi, si paga (ancora) il conto salato di una estate da “liberi tutti”

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Articolo aggiornato lunedì, 19 Ottobre 2020 21:16

Bollettino 18 ottobre Covid

Continua l’ascesa dei contagi in Italia come si evince dai dati del bollettino 18 ottobre Covid reso noto oggi dal Ministero della Salute.

L’ENNESIMO DPCM

Dal DPCM 13 ottobre 2020 la situazione dei contagi è ulteriormente peggiorata in Italia. Questo ha portato il Governo a riunirsi ancora in queste ore per organizzare e predisporre nuove misure ancora più restrittive al nostro Paese. Si vogliono mantenere aperte le attività ritenute indispensabili per non far crollare il Paese in una ulteriore crisi senza precedenti. Tra queste ci sono le attività produttive, già in forte crisi dall’inizio della pandemia.

Noi restiamo sempre dello stesso avviso: era proprio necessario proclamare il “liberi tutti” dell’estate appena trascorsa o forse si poteva dire (o costringere gli italiani senza un lockdown estivo) a fare ancora dei sacrifici in previsione di un inverno che si sapeva che sarebbe diventato molto difficile? Sarebbe bastato predisporre misure economiche alle attività già messe in ginocchio con aiuti immediati e duraturi fino allo stabilizzarsi dei contagi e soprattutto fino all’arrivo di farmaci e vaccino (non obbligatorio ma volontario). Adesso tocca ricominciare dall’inizio con picchi di contagio che salgono sempre più su, solo per aver pensato di far “respirare” per 2/3 mesi estivi le attività che adesso ripiomberanno comunque in una crisi dalla quale molte difficilmente usciranno (in tanti hanno già chiuso!).

I DATI DI DOMENICA 18 OTTOBRE

  • 11.705 i nuovi casi di Coronavirus in Italia su 146.541 nuovi tamponi eseguiti;
  • Deceduti: 36.543 (+ 69 nelle ultime 24 ore);
  • 251.461 totale dei guariti (2.334 in più rispetto al giorno precedente)
  • 126.237 casi attualmente positivi (+9.302) di cui 750 (+45 rispetto a ieri) sono ricoverati in terapia intensiva;
  • picco di contagi in Lombardia (+2975), Campania 1376, Lazio 1198 e Piemonte (+1123);
  • il Molise è la regione meno colpita con 27 nuovi casi.


I DATI DI LUNEDÌ 19 OTTOBRE
  • 9338 i nuovi casi su 98.862 tamponi eseguiti;
  • 73 decessi (totale vittime 36.616 dall’inizio dell’emergenza);
  • 797 ricoverati in terapia intensiva (+47 rispetto al 18 ottobre);
  • 252.959 (+1.498) i guariti totali;
  • 134.003 (+7.766) attualmente positivi.

Dati elaborati dal Ministero della Salute consultabili sul sito della Protezione civile.

IL DETTAGLIO DEL 19 OTTOBRE 2020
L’ETÀ MEDIA DEI CONTAGIATI È DI 42 ANNI

Dai report pubblicati mensilmente dal Ministero della Salute si evidenziano i seguenti numeri relativi agli ultimi 30 giorni:

  • 89.577 i casi;
  • 3135 i casi tra gli operatori sanitari (dato non riferito al luogo di esposizione ma alla professione);
  • 42 anni l’età mediana dei casi;
  • più maschi che femmine:
    • 52% maschi
    • 48% femmine;
  • 666 i deceduti (il dato include tutti i deceduti/guariti negli ultimi 30 giorni, indipendentemente della data di prelievo/diagnosi);
  • 28.100 i guariti (il dato include tutti i deceduti/guariti negli ultimi 30 giorni, indipendentemente della data di prelievo/diagnosi).
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 771
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul sociale, fisco, lavoro e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU