CHECCO ZALONE spot FamiglieSMA | Un uomo SOCIALmente comico

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 5 minuto/i


CHECCO ZALONE spot FamiglieSMA

Sta spopolando in rete e in tv il video di solidarietà di Luca Medici, il comico 39enne di Capurso. Si tratta di Checco Zalone spot FamiglieSMA che ha trovato il giusto modo per un fine nobile, quello di fare del bene utilizzando la sua popolarità e il suo modo di essere un “semplice” comico… semplicemente geniale.

Invia un SMS al numero di solidale 45599 per fare la tua donazione

La raccolta fondi di Famiglie SMA

Checco Zalone è il testimonial per la campagna di raccolta fondi dell’associazione Famiglie Sma. La sua “Checco Zalone spot FamiglieSMA“, dove ha partecipato il giovanissimo “Mirco” (è questo il suo nome nel video) è una partecipazione gratuita che sarà determinante per la ricerca.
Checco Zalone spot FamiglieSMA è la campagna solidale che è partita il 25 settembre e proseguirà fino a sabato 8 ottobre 2016. Si può aderire inviando un SMS al numero di solidale 45599.
Il 2016 rappresenta una svolta storica nel mondo SMA perché (grazie anche a questa campagna) verrà distribuito il primo farmaco che ha dato ottimo risultati a 200 pazienti affetti da SMA1 (la forma più grave).

Zalone batte Lorenzin “Tanto” a zero!

Dinanzi a Checco Zalone c’è da togliersi il cappello e c’è da inchinarsi, soprattutto poi se si paragona il suo “spot” alla deludente campagna sul Fertility Day, lanciata dal Ministro della salute del Governo, Beatrice Lorenzin, per la quale ancora oggi non si sono placate le polemiche per il modo in cui è stata lanciata e anche per il messaggio discutibile che ha mandato.
Gli addetti alla comunicazione del Ministero della Salute dovrebbero prendere esempio dal comico barese, vista la non bella figura recentemente fatta.



Un altro miracolo di Checco, il più importante..

Checco Zalone è riuscito persino a far sorridere parlando di un argomento difficile senza cadere in facili buonismi e senza dire improduttive ovvietà che non servono a nessuno tantomeno a chi ha davvero bisogno di un concreto sostegno come i tanti ammalati di SMA e non solo.
Dunque un plauso a Checco Zalone che ancora una volta ha colpito nel segno, stavolta però non è il suo conto corrente che ne trarrà beneficio. Il ricavato di questa campagna sarà davvero molto importante per sostenere la ricerca e chi combatte ogni giorno per aiutare gli ammalati.

La SMA

L’Atrofia Muscolare Spinale (SMA) è una malattia delle cellule nervose delle corna anteriori del midollo spinale. Da queste cellule (motoneuroni) partono i nervi diretti ai muscoli, principalmente quelli più vicini al tronco. La SMA, quindi, limita o impedisce attività quali andare a carponi (“gattonare”), camminare, controllare il collo e la testa e deglutire.

La debolezza nelle gambe è generalmente maggiore della debolezza nelle braccia. Alcuni movimenti anomali della lingua (chiamati fascicolazioni della lingua) possono essere presenti in pazienti con il tipo I della malattia e in alcuni pazienti con il tipo II. I sensi e le percezioni sono normali, così come lo è l’attività intellettuale. In effetti si è spesso osservato che le persone affette da SMA sono insolitamente intelligenti e socievoli.

Una malattia autosomica recessiva

Nella sua forma di gran lunga prevalente, l’Atrofia muscolare spinale è una malattia autosomica recessiva, ovvero si manifesta solo se entrambi i genitori sono portatori del gene responsabile della malattia. Perché il nascituro sia affetto da SMA è necessario che riceva il gene da entrambi i genitori. Nel caso in cui entrambi i genitori siano portatori, la probabilità che il gene venga trasmesso da entrambi al nascituro rendendolo affetto da SMA è del 25%, cioè un caso su quattro. Esistono anche alcune forme estremamente rare di SMA che possono manifestarsi come forma mutante o autosomica dominante. I difetti genetici ai quali sono imputabili queste forme sono solo in parte conosciuti.

L’associazione “Famiglie SMA”

E’ un gruppo di genitori che giornalmente si confrontano con una malattia terribile che ha colpito i propri figli: la SMA (atrofia muscolare spinale).

Persone forti e coraggiose che, invece di abbattersi e disperarsi, si sono messe insieme formando un gruppo con il quale hanno avviato tante attività e iniziative al fine di raccogliere continuamente i fondi per finanziare la ricerca scientifica e anche garantire assistenza ai bambini e ragazzi malati e alle loro famiglie.

Gli obiettivi di Famiglie SMA
  • accogliere e sostenere i nuovi genitori;
  • migliorare l’assistenza dei bambini attraverso una migliore informazione e formazione sia delle famiglie sia degli operatori sanitari;
  • stimolare e finanziare la ricerca per trovare una cura per la SMA, promuovendo l’organizzazione tempestiva nel nostro paese di sperimentazioni cliniche di farmaci e terapie per la SMA.

Il Consiglio Direttivo coordina e dirige le attività quotidiane, svolte a livello nazionale anche grazie al supporto dei rappresentanti regionali. L’Associazione è supportata da un Comitato Scientifico composto dai migliori esperti italiani e internazionali. Famiglie SMA collabora inoltre con alcuni dei più prestigiosi centri clinici e di ricerca d’Italia, quali l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, l’Università Cattolica e il Policlinico Gemelli di Roma, e l’Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova sostenendo la realizzazione di un sistema di rete sul territorio per uniformare gli standard di cura.

LEGGI altre notizie su Welfare e Sociale



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU