Christopher Froome trovato positivo al controllo antidoping | E’ stato il vincitore del Giro di Spagna 2017

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Christopher Froome positivo antidoping

Il mondo del ciclismo ancora una volta sotto choc che riguarda stavolta il ciclista britannico Christopher Froome positivo antidoping. E’ risultato positivo al controllo antidoping durante il Giro di Spagna 2017 che ha vinto.

L’annuncio dell’Unione internazionale di ciclismo (UCI)

The Union Cycliste Internationale (UCI) conferma che al corridore britannico Christopher Froome è stato riscontrato un eccesso (1000 nanogrammi per millilitro) di Salbutamolo nel campione di urine prelevato nelle analisi durante il Giro di Spagna 2017.

Il controllo antidoping è stato pianificato e messo in atto dal Cycling Anti-Doping Foundation (CADF). Le analisi del tipo B hanno confermato i risultati del campione A e le procedure sono state condotte in linea con le regole ‘UCI Anti-Doping Rules‘”. L’UCI fa riferimento all’articolo 7.9.1. dell’UCI Anti-Doping Rules che sarebbe stato infranto dal corridore.

Cosa è il Salbutamolo

Conosciuto anche con il nome di albuterolo, il salbutamolo è un composto, a breve durata d’azione, con attività di tipo agonista selettivo sui recettori β2-adrenergici. Come farmaco viene utilizzato per ridurre il broncospasmo in alcune condizioni patologiche (asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva). In Italia è venduto con i nomi commerciali: Broncovaleas e Ventolin.



Il ciclista si difende

Tutti sanno che ho l’asma e conosco le regole, uso un inalatore per prevenire i sintomi (sempre entro i limiti consentiti) e so perfettamente che sarò controllato ogni giorno che indosso la maglia di leader. Durante la Vuelta ho avuto un peggioramento dell’asma, quindi ho seguito il consiglio del medico della squadra e aumentato la dose di salbutamolo, come sempre, stando attento a non usarne più di quanto permesso“.

CLASSIFICA della Vuelta 2017
  1. Chris Froome (Gbr) Team Sky in 82 h 30′ 02”
  2. Vincenzo Nibali (Ita) Bahrain-Merida a 2’15”
  3. Ilnur Zakarin (Rus) Katusha-Alpecin a 2’51”
  4. Wilko Kelderman (Ned) Sunweb a 3’15”
  5. Alberto Contador (Esp) Trek-Segafredo a 3’18”
  6. Wouter Poels (Ned) Team Sky a 6’59”
  7. Michael Woods (Can) Cannondale-Drapac a 8’27”
  8. Miguel Angel Lopez Moreno (Col) Astana a 9’13”
  9. Steven Kruijswijk (Ned) LottoNL-Jumbo a 11’18”
  10. Tejay Van Garderen (Usa) Bmc Racing a 15’50”
  11. Fabio Aru (Ita) Astana a 21’41”
  12. Franco Pellizotti (Ita) Bahrain-Merida a 1h13’36”
  13. Gianni Moscon (Ita) Team Sky a 1h21’17”.
Christopher Froome positivo antidoping: cosa rischia il corridore?

L’Unione ciclistica internazionale ha precisato che la presenza di salbutamolo non implica una sospensione dell’atleta.

TI POTREBBERO INTERESSSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU