MELAGRANA quei chicchi magici autunnali | Un pieno di sprint e vitamine

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


MELAGRANA quei chicchi magici autunnali

Archiviati ombrellone, costume da bagno e abbronzanti, eccoci in autunno, il periodo della ripresa delle attività quotidiane dopo la pausa di relax estiva. Ecco la soluzione: MELAGRANA quei chicchi magici autunnali.

Quale frutto di stagione migliore della melagrana (detta anche melograno) per aiutarci a riprendere i ritmi pieni di energia e preziose sostanze antiossidanti ?

Conosciamola meglio

Questo frutto costituisce un vero e proprio toccasana per la nostra salute e un’incredibile risorsa di nutrienti importantissimi per l’organismo in vista dell’inverno alle porte.

La melagrana, nota anche come “frutto della medicina” per le sue molte caratteristiche benefiche e curative, ha una storia antichissima e da sempre è simbolo di longevità, fertilità e prosperità.

MELAGRANA quei chicchi magici autunnali

La lista delle sue proprietà terapeutiche è praticamente infinito, poiché questo frutto si rivela dalla notte dei tempi una vera e propria panacea per un gran numero di patologie e stati di salute cagionevoli e soggetti a carenze nutrizionali.

La maturazione a settembre

La melagrana comincia a maturare a settembre e la si può reperire durante i successivi mesi invernali.

Tuttavia, dato che il suo consumo si è notevolmente incrementato negli ultimi tempi ed è fortemente consigliato da medici, dietologi e nutrizionisti, la domanda di questo frutto sul mercato è aumentata notevolmente.

Ne consegue che la melagrana viene ormai importata da diversi Paesi esteri produttori perdendo via via la sua stagionalità, rendendosi reperibile per buona parte dell’anno.



Quei chicchi portentosi

Il modo migliore per beneficiare di tutte le sostanze curative contenute nella melagrana è berne il succo fresco appena spremuto, questo perché i diversi impieghi culinari prevedono quasi sempre cottura, quindi il calore termico tenderebbe a impoverirne il patrimonio nutrizionale.

La spremuta di melagrana è ricchissima di vitamine (in particolare la vitamina C e quelle del gruppo B), sali minerali (specialmente potassio), una ingente quantità di polifenoli (sostanze antiossidanti per eccellenza) e antocianine.

I benefici dell’assunzione costante di spremuta di melograno

Assumere costantemente la spremuta di melograno fresco consente di ottenere importantissimi benefici per la salute:

  • aiuta nella prevenzione del cancro (specie a carico della prostata, del polmone e del seno) e inibisce lo sviluppo delle cellule cancerose;
  • possiede una spiccata azione anti-age, grazie ai potenti antiossidanti che contrastano il processo di ossidazione cellulare e di invecchiamento precoce;
  • ha un’azione diuretica ed è consigliata nei regimi dietetici. Ottima anche ed nel regime alimentare dei diabetici;
  • contrasta efficacemente i processi infiammatori a carico dell’organismo;
  • nella stagione invernale è particolarmente efficace nella prevenzione delle malattie da raffreddamento per l’alto contenuto in vitamina C e stimola le difese immunitarie;
  • combatte l’ipertensione, è ottima contro l’osteoporosi, aiuta le donne durante la menopausa grazie alle sue sostanze estrogeniche che riducono i fastidiosi sintomi che caratterizzano questa fase femminile della vita;
  • funge anche come “viagra” naturale, come rimedio efficace per la disfunzione erettile maschile.

Dunque tutte queste proprietà benefiche contenute nella melagrana fanno di questo frutto una risorsa preziosissima di benessere e salute. Non ci resta che gustare un bel succo di melagrana fresco… c’è più gusto a star bene !

LEGGI altre notizie sul FOOD

@ Riproduzione riservata



Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Commenta l'articolo

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica

La Gazzetta Digitale

Torna SU