Modello 730-2020 Pdf da scaricare | La dichiarazione dei redditi, istruzioni e modulistica

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Modello 730-2020 Pdf

Sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate i modelli (e le istruzioni) 2020 delle dichiarazioni 730, Certificazione unica, Iva, Iva 74 bis, 770, e Cupe per il periodo d’imposta 2019. In questo articolo è possibile anche consultare e scaricare istruzioni e modello 730-2020 Pdf.

Le novità relative al 730

A partire dal 2020, per il periodo d’imposta 2019, l’Agenzia delle Entrate non distribuisce più il modello in forma cartacea ma solo online scaricabile da questo nostro articolo oppure dal sito ufficiale dell’Agenzia.

Anche quest’anno nel 730 c’è la possibilità di indicare le spese per l’abbonamento ai mezzi di trasporto pubblico e per le assicurazioni contro gli eventi calamitosi stipulati per unità immobiliari a uso abitativo. Inoltre detrazioni per gli strumenti e gli ausili in caso di disturbi dell’apprendimento, per la sistemazione a verde di aree private e per gli interventi su parti comuni condominiali volti sia al risparmio energetico sia alla riduzione del rischio sismico.



Modello 730-2020 Pdf (consultabile direttamente in questo articolo)
Chi può presentare il 730

Possono presentare il Modello 730-2020 Pdf i contribuenti che nel 2019 hanno percepito i seguenti redditi:

  • di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio contratti di lavoro a progetto);
  • redditi dei terreni e dei fabbricati;
  • redditi di capitale;
  • di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (per esempio prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente)
  • redditi diversi (come redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata, indicati nella sezione II del quadro D.
A chi si presenta, come e quando

Il 730 ordinario si presenta:

  • entro il 7 luglio (già compilato) al proprio sostituto d’imposta;
  • entro il 23 luglio al Caf o al professionista abilitato.
ESONERO

Il contribuente è tenuto a controllare se è obbligato o esonerato dal presentare la dichiarazione dei redditi-modello 730 o modello redditi. Si noti che, anche in caso di esonero, la dichiarazione può essere comunque presentata per dichiarare eventuali spese sostenute o fruire di detrazioni o di eventuali rimborsi.

I vantaggi del 730

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Tra i vantaggi dell’utilizzo del modello 730 c’è il fatto che il contribuente non deve eseguire calcoli e ottiene il rimborso dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre). Se invece deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre) direttamente nella busta paga.

Il 730 precompilato

Tra i vantaggi c’è sicuramente anche quello della versione precompilata del 730 che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione sul proprio sito internet a partire dal 15 aprile. In questo nostro articolo, l’approfondimento: 730 precompilato

In caso di errori

Se si riscontrano errori di compilazione o di calcolo, è possibile rivolgersi a chi ha prestato l’assistenza per correggerli. In questo caso è necessario compilare il modello 730 rettificativo.

Dimenticanze

Se il contribuente si è accorto di aver dimenticato di esporre degli oneri deducibili o detraibili nel 730, si può:

  • presentare entro il 25 ottobre un modello 730 integrativo a un intermediario (Caf, professionista), anche se il modello precedente era stato presentato al datore di lavoro o all’ente pensionistico o era stato presentato direttamente tramite il sito internet dell’Agenzia delle Entrate;
  • presentare, in alternativa, un modello REDDITI Persone fisiche entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta successivo.

Se, invece, il contribuente si è accorto di aver dimenticato di dichiarare dei redditi oppure ha indicato oneri deducibili o detraibili in misura superiore a quella spettante, deve presentare obbligatoriamente un modello REDDITI Persone fisiche e pagare direttamente le somme dovute, compresa la differenza rispetto all’importo del credito risultante dal modello 730, che verrà comunque rimborsato dal sostituto d’imposta.

Documenti scaricabili
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul sociale, fisco, lavoro e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU