Presepi napoletani ispirano la poesia: ‘E Pputeche ‘e San Gregorio

loading...

Presepi napoletani ispirano la poesia

Presepi di San Gregorio Armeno. Un invito a tutti coloro che non hanno ancora visitato le botteghe di San Gregorio Armeno. Sarete sicuramente avvolti e affascinati dall’arte secolare del presepe e dall’aria che si respira maggiormente all’approssimarsi del Natale.

‘E Pputeche ‘e San Gregorio

Venitele a vvedé’ comme so’ bbelle
‘e pasturielle ‘e San Gregorio Armèno;
‘stu vicariello è cchin’ ‘e putechelle,
ca spannene pe’ ll’aria ‘na nuvèna.
‘Ncopp’’e presebbie ll’uocchie d’’e pasture,
nce vonno dì cu cchillu sguardo doce,
ca a Bbetlemme è nnato nu criaturo…
Ma che ppeccato ca so’ ssenza voce.
Si nce mettite ‘o ppoco ‘e fantasìa,
vuje chistu vico v’’o purtate appriesso;
nu pasturiello è ccomme ‘na puisìa,
‘mmiscato dint’’a creta e ddint’’o ggesso.
Pe’ San Gregorio Armèno, quant’ammore,
pe’ ccopp’’e bbancarelle e pp’’e scaffale;
so’ ppasturielle, ma danno calore,
a cchi nun sape che vvò’ dì…Natale.

 

[efb_likebox fanpage_url=”lagazzettadigital” fb_appid=”422566394618994″ box_width=”300″ box_height=”” locale=”it_IT” responsive=”0″ show_faces=”1″ show_stream=”0″ hide_cover=”0″ small_header=”1″ hide_cta=”1″ ]

© Riproduzione riservata

@ Riproduzione riservata


Antonio Ruggiero

Antonio Ruggiero

Scrittore

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU