Prosegue la favola islandese | Ungheria prima e Portogallo terzo

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Prosegue la favola islandese

Prosegue la favola islandese a Euro 2016 centrando una storica qualificazione agli ottavi di finale grazie al 2-1 contro l’Austria nei minuti di recupero.

Islanda-Austria 2-1

Prosegue la favola islandese con la vittoria in extremis grazie alla rete di Traustason, arrivata in contropiede al 94′ che regala il secondo posto nel girone dietro l’Ungheria. Agli ottavi, il prossimo 27 giugno, se la vedranno con l’Inghilterra. L’Islanda comincia subito forte e colpisce l’incrocio dei pali con un sinistro dalla distanza di Gudmundsson (2′), al 18’, sugli sviluppi di una rimessa laterale, arriva il vantaggio islandese firmato Bodvarsson. Al 36’ grossa chance per l’Austria ma Dragovic sbaglia il rigore del pareggio colpendo il palo esterno. Al 60′ Schopf timbra il momentaneo pareggio. Gli austriaci terminano ultimi nel girone con un punto conquistato.

Formazioni e tabellino gara

Islanda (4-4-2): Halldorsson; Saevarsson , R. Sigurdsson, Arnason, Skulason; Gudmundsson (41′ st Ingason sv), Gunnarsson, G. Sigurdsson, B. Bjarnason; Sigthorsson (35′ st Traustason), Bodvarsson (26′ st  E. Bjarnason).All.: Lagerback 6,5
Austria (3-4-1-2): Almer; Prodl (1′ st Schopf), Dragovic, Hinteregger; Klein, Baumgartlinger, Ilsanker (1′ st Janko), Fuchs; Alaba; Arnautovic, Sabitzer (33′ st Jantscher). All.: Koller
Arbitro: Marciniak (Polonia)
Marcatori: 18′ Bodvarsson (I), 15′ st Schopf (A), 49′ st Traustason (I)
Ammoniti: Skulason, Sigthorsson, Halldorsson (I); Janko (A)
Note: Dragovic (A) calcia fuori un rigore al 37′.

3-3 tra Ungheria e Portogallo, entrambe le squadre qualificate

Una partita pirotecnica, impreziosita dalle perle di Ronaldo e Dzsudzsák. Ungheria al primo posto, Portogallo terzo, qualificato agli ottavi dove troverà la Croazia.

Avvio subito vivace con il Portogallo, costretto a vincere, che inizia con un buon piglio e l’Ungheria, già qualificata, che non rinuncia a giocare ed è pronta a ripartire. Intorno al 20’ Gera scaglia un missile dal limite dell’area e porta in vantaggio l’Ungheria. A fine primo tempo Nani pareggia la partita infilando Kiraly sul suo palo. A inizio ripresa nuovo vantaggio ungherese con Dzsudzsák che batte su punizione dal limite un colpevole Rui Patricio. Tre minuti più tardi arriva la risposta di Cristiano Ronaldo, che di tacco pareggia i conti ed entra nella storia: CR7 è il primo a segnare in quattro diverse edizioni degli Europei dal 2004. Nuovo vantaggio ungherese sempre con Dzsudzsák. Pareggia i conti ancora CR7 e di testa non lascia scampo a Kiraly per il definitivo 3-3.

Formazioni e tabellino gara

Ungheria (4-4-1-1): Kiraly; Lang, Guzmics, Juhasz, Korhut; Dzsudzsak, Gera (1′ st Bese), Pinter, Lovrencsics (37′ st Stieber); Elek; Szalai (25′ st Nemeth).Ct: Storck
Portogallo (4-4-2): Rui Patricio; Vieirinha, Pepe, Carvalho, Eliseu; Gomes (15′ st Quaresma), W. Carvalho, Moutinho (1′ st Sanches), Joao Mario; Cristiano Ronaldo, Nani (35′ st Danilo sv).Ct: Santos
Arbitro: Atkinson (Eng)
Marcatori: 19’pt Gera (U), 43′ pt Nani (P), 2′ st Dzsudzsák (U), 5’st Ronaldo (P), 10′ st Dzsudzsák (U), 16′ st Ronaldo (P)
Ammoniti: Guzmics (U), Juhasz (U), Gera (U).

(Consulta le CLASSIFICHE e il Calendario completo di EURO 2016)

LEGGI altri articoli su EURO 2016



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Massimiliano Fina

Massimiliano Fina

......

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU