TANICA ESPLOSIVA alle POSTE | E’ accaduto allo sportello a GENOVA

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


TANICA ESPLOSIVA alle POSTE

E’ accaduto davanti allo sportello dove è stata rinvenuta una tanica esplosiva alle poste di GENOVA contenente 5 litri di benzina.

Il fatto

L’ufficio postale era quello di Spianata Castelletto, a Genova, davanti al quale stamattina, intorno alle 8.30, è stata ritrovata una tanica con 5 litri di benzina collegata a un congegno composto da una pila e dei fili elettrici collegati tra loro con nastro adesivo che era forse dimostrativo. Sono stati gli stessi impiegati a dare l’allarme e pronto è stato l’intervento di Polizia e artificieri dei Vigili del Fuoco che hanno sgomberato due palazzine nell’area ritenuta a rischio chiudendo anche il traffico. Gli inquirenti hanno avviato le indagini controllando le registrazioni effettuate dalle telecamere di sorveglianza dell’ufficio postale.

Diverse sono le piste battute dagli inquirenti: si pensa che l’attentato possa essere un semplice gesto per creare panico tra la gente, un tentativo di rapina andata male o un gesto di matrice anarchica contro il rimpatrio dei profughi che ha già sabotato nel recente passato alcuni bancomat delle poste di Genova e Torino. Infatti tra le recenti rivendicazioni in seguito al danneggiamento di uno dei bancomat gli anarchici lasciarono il seguente messaggio “Poste Italiane con la compagnia aerea Mistral Air deporta i migranti rapiti nelle strade per portarli all’interno dei Cie o nei nuovi hotspot. La nostra solidarieta’ e pensiero va ai reclusi, ai migranti che in questi giorni vengono deportati da Ventimiglia“.

N.B. : l’immagine è solo a titolo dimostrativo e NON si riferisce al fatto e al luogo in questione.

LEGGI altri articoli dalla LIGURIA



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU