Totò Riina è morto | Il boss corleonese, 87 anni, si è spento questa notte

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Totò Riina è morto

Nel reparto detenuti del carcere di Parma Totò Riina è morto all’età di 87 anni compiuti proprio ieri dopo agli ultimi due interventi e 5 giorni di coma.

Fatali gli ultimi interventi chirurgici

Era stato operato due volte recentemente, poi il coma e alle ore 3,37 di questa notte è deceduto colui che per gli inquirenti era ancora il capo di Cosa nostra. Nel carcere, dov’era rinchiuso in regime di 41 bis da 24 anni, non faceva che vantarsi dell’omicidio di Giovanni Falcone ribadire la sua posizione. Parlava con vanto del suo ruolo negli ultimi 40 anni in Italia nel corso dei quali era diventato una sorta di re incontrastato.

Totò Riina è morto: porta con sè tanti misteri..

Proprio in seguito a queste sue lunghe chiacchierate in cella, gli inquirenti gli avevano messo addosso telecamere e microspie per carpire i suoi segreti. Misteri e cose mai rivelate ai giudici e che si è portato con sè nella tomba.

Riina diceva di sapere anche cose legate agli assassini del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e Paolo Borsellino, dei presunti rapporti tra mafia, servizi segreti e politica.



I funerali: la posizione della Chiesa

E’ stato un pubblico peccatore per il quale non si potranno fare funerali pubblici. Si valuterà di fare una preghiera privata al cimitero, nel caso i familiari lo richiedessero“. Lo ha detto l’arcivescovo di Monreale, mons. Michele Pennisi.

Chi era “la Belva”

Era uno dei suoi soprannomi (la Belva) insieme a “Totò ‘u curtu” e “il Capo dei capi”, era sempre lui, Salvatore Riina, nato a Corleone nel 1930. Le stragi del ’92 a Palermo in cui morirono i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e gli agenti delle scorte portano la sua firma. Riina è stato anche il mandante di una serie impressionante di ferrati omicidi mafiosi scaturiti poi nella sua latitanza (durata 23 anni) e quindi nell’arresto del 15 gennaio del 1993.

LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU