Carlo Tavecchio si è dimesso | “Il ct non l’ho scelto io, gli italiani meritavano questo Mondiale”

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Dimissioni di Tavecchio

Arrivano anche le dimissioni di Tavecchio come molti avevano chiesto dopo l’eliminazione dell’Italia contro la Svezia. In conferenza stampa Tavecchio non si è risparmiato: “Ho dato tutto per il calcio italiano ma questo sistema non può continuare così“.

Un consiglio federale flash

Pochissimi minuti di Consiglio in via Allegri sono bastati per produrre la notizia delle dimissioni di Tavecchio che incontrerà i giornalisti per spiegare i motivi della sua scelta. La conferenza stampa dell’ormai ex presidente federale si terrà intorno alle 14:30 di oggi.

Il presidente della Lega Dilettanti, Cosimo Sibilia ha detto: “Prendiamo atto della decisione di Tavecchio che ringraziamo per quello che ha fatto, ora il calcio ha bisogno di ripartire e cominciare un nuovo percorso“.

Gabriele Gravina, presidente della Serie C, ha dichiarato: “Il Consiglio federale resterà in carica, Tavecchio si occuperà della gestione ordinaria fino a nuove elezioni che dovranno essere indette entro 90 giorni“.

Le dichiarazioni di Tavecchio in conferenza stampa

Tavecchio ha parlato a 360° di tutto ciò che riguarda non solo la Nazionale ma del calcio italiano. Sulla scelta di Ventura ha detto di non essere stato lui a sceglierlo ma Lippi. Tavecchio ha proseguito dicendo “Se quel palo fosse entrato Tavecchio sarebbe stato un campione?No! Lo sport deve cambiare, non si può andare avanti ragionando così. Su di me solo speculazioni e così ho presentato le mie dimissioni chiedendo quelle del Consiglio per un atto politico, non sportivo“.

Tavecchio ha parlato anche di Var e i possibili allenatori dell’Italia: “La Var la volevo fin dal 2014, prima di me c’è stato solo Aldo Biscardi. E riguardo agli allenatori ho parlato con 4-5 grandi ma non sono liberi…. non si dica che non allenano la Nazionale per colpa mia. Le mie colpe? Non aver cambiato il ct nell’intervallo della partita di Milano? Solo quello perché gli italiani meritavano questo Mondiale.



Dimissioni di Tavecchio: il nuovo Presidente entro i prossimi 90 giorni

Entro 90 giorni verrà fuori il nome del nuovo presidente federale nelle elezioni che saranno indette quanto prima. Solo dall’elezione del nuovo presidente si potrà ricominciare a parlare del nuovo ct Azzurro. Si tratta di decisioni molto importanti per il calcio italiano dopo la debacle dell’Italia che non andrà ai prossimi mondiali che si giocheranno in Russia a giugno 2018.

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha fissato una Giunta straordinaria per mercoledì alle ore 16:30 nella quale si deciderà di commissariare la Federcalcio. A tal proposito qualcuno ha fatto il nome dell’ex arbirtro Pierluigi Collina con il quale ci sarebbero già stati dei contatti.

LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU