Film IO CHE AMO SOLO TE | Presentato il SEQUEL a Polignano a Mare

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 6 minuto/i


Film IO CHE AMO SOLO TE

Oggi alla conferenza stampa di presentazione del sequel del film Io che amo solo te a Polignano a Mare c’erano tutti, dall’assessore all’Industria Turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone al presidente di Apulia Film Commission, Maurizio Sciarra al sindaco di Polignano Domenico Vitto al cast quasi al completo: Riccardo Scamarcio, Laura Chiatti, Michele Placido, Maria Pia Calzone, Veronica Pivetti, Antonella Attili e Uccio De Santis.

Si tratta di “Io che amo solo te – La cena di Natale”, tratto dal best seller “La cena di Natale” di Luca Bianchini, che il regista Marco Ponti sta girando nelle campagne pugliesi. Oltre a Polignano a Mare, le riprese verranno effettuate anche a Monopoli, Fasano e Martina Franca.

Le parole dei presenti alla presentazione del sequel del film Io che amo solo te

Grazie per aver scelto la Puglia, anzi per aver ribadito la scelta di girare in Puglia, a Polignano, il sequel del film Io che amo solo te. Questa è una terra che sta dando tanto di sé. E’ una terra generosa e noi siamo stati fortunati ad averla, abbiamo ereditato una grande bellezza, quella del paesaggio, quella dei borghi, quella del mare e dei territori, ma soprattutto quella della gente. Siamo gente ospitale, di un territorio bello che sa parlare di sé, e siamo felici di potervi dare la nostra accoglienza.

Raccontare la Puglia attraverso le immagini e il cinema ci sta dando una grande mano per la promozione del territorio quello che voi fate qui, si trasforma per noi in una grande ricchezza. Negli ultimi anni, insieme con AFC, abbiamo cercato di costruire una filiera del cinema che, a breve, intendiamo chiudere anche con l’investimento sul digitale.

Gli investimenti

Abbiamo investito molto negli anni scorsi, abbiamo allargato il settore produttivo, abbiamo investito anche sul talento dei pugliesi. Non è stato sempre facile investire in cultura, soprattutto quando in Italia c’era qualcuno che diceva che con la cultura non si mangia ma noi in Puglia abbiamo dimostrato il contrario. L’investimento in cultura paga e la dimostrazione è qui, sotto i nostri occhi. In questi giorni si stanno girando, con il sostegno di AFC, ben tre film in Puglia. Maestranze, cast artistico, fornitori di servizi di tutti e tre i film sono professionisti pugliesi. E questa è una profonda gratificazione per noi, per i nostri ragazzi, per la giustezza delle nostre politiche e per il nostro territorio“.

Per Maurizio Sciarra, presidente di AFC, “Oggi si può rimanere in Puglia per fare cinema, e anche per imparare a farlo. Prima si doveva andar fuori, oggi non è più così. La Puglia è diventata amica del cinema e la decisione di girare un secondo film in Puglia, come sta facendo Marco Ponti, dimostra che ne è valsa la pena. Tra l’altro, tutte le professionalità impegnate nel primo film, sono state riconfermate per il sequel del film Io che amo solo te. Tra l’altro i campioni di incasso dello scorso anno sia al cinema che alla tv, sono stati proprio film girati in Puglia“.



Cittadinanza onoraria a Riccardo Scamarcio

Lo ha annunciato con soddisfazione il sindaco di Polignano Domenico Vitto che ha approfittato della presentazione del sequel del film Io che amo solo te per comunicarlo al diretto interessato. Riccardo Scamarcio ha ringraziato e ha risposto: “La Puglia è un territorio molto stimolante da un punto di vista creativo questo è un posto dove la natura, anche nei centri urbani, alla fine vince. C’è una grande armonia tra paesaggi e architettura. Questo è davvero un posto importante. Da parte delle amministrazioni poi c’è una grande attenzione all’industria cinematografica che riesce a fare da traino non solo al turismo ma anche all’agroalimentare“.

Il punto di Apulia Film Commission sui film girati in Puglia

91 fornitori, 64 professionisti e 20 comuni: a poche settimane dalla pubblicazione dell’Apulia Film Fund sono questi i numeri del comparto pugliese a lavoro sui set dei tre film che stanno girando in questi giorni lungo tutta la regione: “Io che amo solo te – La cena di Natale” di Marco Ponti, “La vita in comune” di Edoardo Winspeare e “Non c’è più religione” di Luca Miniero.

Dopo il grande successo di pubblico e di critica di “Io che amo solo te”, Italian International Film torna nella splendida cornice di Polignano a Mare per le riprese del nuovo film di Marco Ponti “Io che amo solo te – La cena di Natale” tratto dal best seller “La cena di Natale” di Luca Bianchini. Anche per questo film, IIF si è avvalsa della professionalità di un importante numero di lavoratori pugliesi: sono, infatti, 20 i professionisti pugliesi a lavoro dislocati perlopiù nei reparti: produzione, regia, fotografia, scenografia, costumi, elettricisti e macchinisti.

“Non c’è più religione”

Sono iniziate, invece, lunedì 16 maggio, per 8 settimane, le riprese di “Non c’è più religione” di Luca Miniero, interpretato da Claudio Bisio, Alessandro Gassman e Angela Finocchiaro e prodotto da Cattleya. Il film racconta le controversie tra 3 diverse comunità religiose che abitano su una piccola isola del Mediterraneo: una cattolica, una musulmana e una buddhista. Le riprese si stanno svolgendo tra le Isole Tremiti, Monte Sant’Angelo, Siponto e Manfredonia, mentre sono quasi 50 i fornitori di servizi coinvolti.

“La vita in comune”

Il 7 maggio è stato, invece, il primo giorno di riprese in Salento (in 11 comuni), per 5 settimane, del nuovo lungometraggio di Edoardo Winspeare “La vita in comune”, ambientato in una dimensione reale e fiabesca al tempo stesso, prodotto dalla Saietta Film con Rai Cinema. La quasi totalità di cast tecnico, cast artistico e fornitori provengono dalla Puglia e importante sarà l’apporto e la sponsorizzazione di aziende locali che credono nei temi del film e nella vivacità culturale apportata nel territorio.

Apulia Film Fund

Apulia Film Fund è il bando di finanziamento di Regione Puglia, in collaborazione con Apulia Film Commission, destinato alle imprese di produzione di opere audiovisive che girano in Puglia: lungometraggi di finzione o animazione, documentari, cortometraggi e, per la prima volta, format televisivi. Con una dotazione complessiva di 3 milioni di euro, l’Apulia Film Fund è un bando a sportello che garantisce sostegni automatici e aperti tutto l’anno, fino a esaurimento della dotazione finanziaria.

Photo credit Olycom

LEGGI altri articoli sul CINEMA



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU