Giornata PREVENZIONE TUMORI al polmone | A Torino 23 e 30 maggio

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Giornata PREVENZIONE TUMORI al polmone

Lunedì 23 e lunedì 30 maggio 2016 a Torino dalle ore 16 alle ore 19, in occasione della “Giornata Prevenzione tumori al polmone“, sarà possibile sostenere visite GRATUITE presso l’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino Sede Molinette S.C. di PNEUMOLOGIA in Via Genova, 3.

Questa giornata è organizzata in vista della “Giornata Mondiale senza Tabacco“, prevista per il 31 maggio 2016, alla quale aderirà anche la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) con delle iniziative per la sensibilizzazione alla disassuefazione al fumo e sui rischi del fumo passivo ed attivi.

Come effettuare la prenotazione

Giornata Prevenzione tumori al polmone. Per effettuare le visite di prevenzione aperte a tutti, è necessario e obbligatorio prenotare chiamando il numero: 011.6333526 dal lunedì al giovedì dalle ore 14.00 alle ore 17.00.

I dati sui tumori

Le due patologie polmonari più frequenti sono fumo correlate: il principale fattore di rischio per il tumore del polmone e della bronco pneumopatia cronica ostruttiva (B.P.C.O.) è rappresentato dal fumo di sigaretta, con uno stretto legame tra il numero di sigarette fumate al giorno e dagli anni di fumo.

È stato dimostrato che un uomo dell’età di 35 anni, che fuma 20-25 sigarette al giorno, ha un rischio di morire di cancro del polmone, prima dei 75 anni pari al 13%.

Nei soggetti che smettono di fumare, il rischio si riduce nel corso dei 10-15 anni successivi, fino a eguagliare quello di chi non ha mai fumato.

Il fumo di sigaretta è un aerosol di circa 5000 sostanze derivanti dalla combustione della carta e del tabacco; molte di queste 5000 sostanze (molte delle quali sono solo irritanti), hanno un effetto infiammatorio, che, cronicizzandosi determina alterazioni pre-cancerogene; ed infine molte hanno un azione cancerogena diretta.

La nicotina invece non ha un’azione tossica diretta sul polmone, ma causa il rilascio di endorfine dall’encefalo determinando euforia, quindi dipendenza.

Tabacco fa più danni dell’inquinamento atmosferico

Le statistiche hanno evidenziato che il fumo di tabacco è correlato ad un rischio di sviluppo di tumore del polmone 9 volte superiore al rischio derivato dall’inquinamento atmosferico.

Nei paesi sviluppati, la percentuale di morti per tutti i tumori fumo correlati varia tra il 25% e il 30%; ma la percentuale di decessi per tumore del polmone è pari al 90 per cento negli uomini e 70 per cento nelle donne.

L’altra patologia fumo correlata (B.P.C.O.), è la quarta causa di morte nel mondo; in Italia le patologie polmonari sono al 3° posto delle cause di morte e la bronco-pneumopatia cronica ostruttiva è causa del 55% di tali decessi.

La B.P.C.O è inoltre la 7a causa di ricovero ospedaliero e determina 10 milioni di giornate lavorative perse all’anno.

Miti da sfatare

Sono frasi (sbagliate e inesatte) che spesso si sentono pronunciare e che fanno intuire quanto sia importante una campagna antifumo già ai banchi di scuola. Le frasi più comuni:

Il tumore del polmone colpisce solo i soggetti predisposti

Le sigarette leggere non fanno male

Con quello che respiriamo, il fumo delle sigarette non è certo la causa dei tumori polmonari

Basta una lastra del torace all’anno per una diagnosi precoce“.

LEGGI altri articoli dal PIEMONTE

@ Riproduzione riservata



Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Commenta l'articolo

Commenta per primo

  Subscribe  
Notifica

La Gazzetta Digitale

Torna SU