La banda Grossi con crowdfunding | Il primo film italiano finanziato dal web

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


La banda Grossi con crowdfunding

È successo per la campagna di crowdfunding del film “La banda Grossi“, con Neri Marcorè e Pietro Silva. La banda Grossi con crowdfunding è il primo film italiano al mondo ad aver avuto così tanto successo, raccogliendo in totale 72.000 euro, ben il 44% in più dell’obiettivo iniziale.

Il film

Il film che uscirà nelle sale nel 20017 s’intitola “La banda Grossi”, la storia vera di briganti eroi ambientata nelle Marche del 1860, all’alba dell’Unità d’Italia.

Al lavoro una squadra di giovani appassionati con protagonisti due attori di primo piano, Neri Marcorè e Pietro De Silva.

Il successo del crowdfunding

Un risultato mai raggiunto prima da un film italiano, grazie anche al lavoro di comunicazione dell’agenzia “Pensieri e Colori“.

E’ il primo film italiano della storia a essere premiato sul web da sostenitori entusiasti di tutto il mondo, raggiungendo e superando del 44% l’obiettivo della raccolta fondi aperta solo un mese fa su Kickstarter, la piattaforma internazionale leader nel crowdfunding di progetti imprenditoriali creativi.

Il 44% di fondi raccolti in più servirà a finanziare il doppiaggio in inglese, permettendo così alla produzione di raggiungere un pubblico internazionale.

Un progetto di successo

E’ un progetto dalla casa di produzione marchigiana Cinestudio, in collaborazione con Pensieri e Colori non profit di Milano, agenzia di comunicazione e cooperativa sociale di inserimento lavorativo, media partner dell’importante progetto cinematografico. L’agenzia si occupa di pubblicità e comunicazione sui canali digitali e classici dal 1995 ed è una cooperativa sociale per l’inserimento lavorativo.

L’agenzia ha curato l’ufficio stampa di La Banda Grossi per tutta la durata della campagna di crowdfunding, contribuendo al suo successo con risultati lusinghieri in termini di visibilità: 22 uscite sui media, dei quali 18 nazionali, in sole due settimane, impegnando nell’ufficio stampa risorse professionali di alto livello e fortemente motivate a sostenere il progetto.

Dice il direttore di Pensieri e Colori, Renato Vella

Abbiamo creduto in questo film da subito perché è una storia vera, avvincente ma profonda, portatrice di valori che condividiamo .

Valori come l’attenzione al tema della povertà e del riscatto sociale ma anche per l’alta qualità del prodotto culturale, seguito in tutti i dettagli da una squadra di giovani appassionati e preparatissimi tutti.

Il regista Claudio Ripalti, gli attori, la costumista che ha disegnato e cucito tutti gli abiti, il compositore delle musiche originali, tutti preparatissimi.

Senza dimenticare la partecipazione al cast di due attori di primo piano come Neri Marcorè e Pietro De Silva“.

LEGGI altri articoli sul CINEMA



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU