ACETO DI MELE | La magica pozione antica utilizzata fin dai tempi antichi

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


La magica pozione antica

L’aceto di mele, utilizzato fin dai tempi antichi e poi dalle nostre nonne è la magica pozione antica. Ecco degli utili consigli, benefici e controindicazioni.

L’aceto di mele

L’aceto di mele può rappresentare la magica pozione antica, era già in uso presso i Babilonesi e gli Egizi ed era addirittura raccomandato nell’Antica Grecia da Ippocrate, che consigliava di assumerlo col miele come rimedio contro tosse e sintomi influenzali. I legionari romani chiamavano “posca” la mistura a base di aceto di mele e acqua che serviva anche a neutralizzare gli agenti patogeni contenuti nell’acqua e con la quale imbevvero la spugna che rinfrescò le labbra di Gesù mentre era sulla croce. Cristoforo Colombo, trasportava sulle 3 caravelle barili di aceto di mele, indispensabile per combattere il temutissimo scorbuto, la malattia di bordo più diffusa dovuta alla carenza di vitamina C.

Proprietà, preparazione e virtù

Per ottenere questo preziosissimo liquido, il succo di mela fresco viene fatto fermentare in botti di legno sino a ottenere il sidro, che viene poi trasformato in aceto da un tipo di batterio (l’Acetobacter) presente anche nell’intestino umano. Quando, dopo alcune settimane, l’aceto raggiunge il tasso di acidità del 5% circa, può essere imbottigliato oppure lasciato ulteriormente a invecchiare nelle botti, migliorando ancora le sue caratteristiche.

L’aceto di mele è composto per circa il 90% da acqua, è un condimento leggero e davvero poco calorico. Quello non pastorizzato è il migliore perché gli acetobatteri, responsabili dell’acidificazione, hanno un’alta affinità con la flora batterica intestinale e svolgono un’azione riparatrice e disintossicante, combattendo l’attività dei batteri putrefattivi che causano fastidiosi disturbi intestinali e colite.



Nutre il sistema nervoso

Oltre a essere particolarmente ricco di potassio, un minerale che promuove la crescita, stimola l’assimilazione degli alimenti, nutre il sistema nervoso, rallenta il processo di invecchiamento del sistema vascolare; contiene calcio, fosforo, zolfo, fluoro, silicio, ferro, rame e magnesio, vitamine dei gruppi A, B1, B2, B6, C ed E. Contiene inoltre la pectina, utile per una corretta motilità intestinale.

E’ a tutti gli effetti un integratore alimentare ricco di principi attivi naturali: d’estate è una piacevole bevanda idratante e rinfrescante. Disseta, sgonfia, regolarizza l’intestino, accelera il metabolismo e purifica l’organismo dalle tossine.

Cyril Scott (1879-1970), compositore, poeta, scrittore, elogiò le virtù dell’aceto di mele nel  prontuario intitolato “Per la tua salute l’aceto di mele”, evidenziando il ruolo dell’aceto come “promotore della salute”, grazie alla sua capacità di influire positivamente sulla salute. Prezioso alleato nella perdita di peso poichè accelera il metabolismo, sgonfia e disintossica, regola i livelli di glicemia nel sangue, riduce la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo prevenendo i rischi di malattie cardiovascolari.

I rimedi della nonna a base di aceto di mele
  • Spugnature di acqua e aceto di mele da ripetersi ogni 30 minuti combattono la febbre.
  • Un collutorio tutto naturale si ottiene miscelando un bicchiere d’acqua e 1 cucchiaio d’aceto di mele per combattere l’alito cattivo e il sanguinamento gengivale.
  • L’aceto di mele, frizionato sulla pelle, è un ottimo rimedio naturale contro le infiammazioni alle articolazioni.
  • Sotto forma di lozione elimina la forfora dal cuoio capelluto.
Controindicazioni ed effetti collaterali dell’aceto di mele

Come abbiamo visto l’aceto di mele fa bene a patto però di non abusarne. Non si può infatti assumerne in dosi eccessive poichè corrode lo smalto dei denti e a lungo andare provoca ulcerazioni alle mucose di bocca e gola.

Alcuni tra gli effetti indesiderati
  • eruzioni cutanee
  • nausea
  • dolori addominali
  • difficoltà di respirazione
Consigli

E’ meglio scegliere un aceto di mele BIO onde evitare d’ingerire veleni e pesticidi con i quali possono esser trattate le mele. Si potrà così godere appieno di tutte le sue magiche virtù.

LEGGI anche

Altri articoli su SALUTE E BENESSERE



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU