Matuidi ceduto alla Juventus | Ma mancano ancora 2 top players alla Juve

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Matuidi ceduto alla Juventus

Il 30enne francese del Paris Saint Germain passerà ai bianconeri per 20 milioni di euro. Matuidi ceduto alla Juventus per cercare di risolvere i problemi del centrocampo juventino ma non basta.

Manca solo il comunicato ufficiale

In settimana arriverà l’ufficialità del trasferimento del centrocampista di origine congolese dal Paris Saint Germain alla Juve. Venti milioni di euro per l’acquisto di un ottimo giocatore di esperienza che certamente sarà utile ai bianconeri. Il giocatore sarà nel pomeriggio del 16 agosto al J Medical per sottoporsi alle visite mediche e per firmare il contratto triennale da 3,5 milioni a stagione.

Non risolverà però gli evidenti problemi che si sono visti ulteriormente in Supercoppa contro la Lazio. Alla Juve serve qualcuno in mezzo al campo che detti i tempi e organizzi il gioco. Manca Pogba, in altre parole, una cessione che ancora fa male ai tifosi della Juve e un giocatore che avrebbe fatto molto comodo oggi.

Il contratto di Matuidi era in scadenza a giugno 2018 e ovviamente, come accade in questi casi, il club francese voleva monetizzare. Il rischio sarebbe stato quello di farlo andare via a parametro zero. E dopo 6 anni di militanza nella squadra parigina era il momento di cambiare aria e quale occasione migliore di questa. Per Matuidi più di 60 partite anche con la nazionale francese che ne fanno un sicuro rinforzo per la Juventus.

Matuidi ceduto alla Juventus: ma non finisce qui

Non può certo finire con questo acquisto il mercato della Juventus perché Marotta e Paratici sanno bene che mancano dei tasselli importanti. L’ormai stranota cessione di Bonucci ha lasciato un vuoto al centro della difesa. Barzagli può tamponare ma non ha più l’età ad aiutarlo, nonostante una grande esperienza dell’ottimo giocatore che è stato e che è ancora oggi. Benatia può essere un rincalzo a un centrale forte, di mezza età ed esperto. E’ un buon giocatore ma non si può certo pensare di considerarlo titolare.

E come detto, a centrocampo manca un perno, un costruttore di gioco: uno alla Davids, Pogba o Pirlo. Ovvio, mica è facile trovare gente con queste caratteristiche, ma se non si troverà, sarà dura.



LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU