MONACO di Baviera sotto attacco | Morti e feriti in un centro commerciale

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


MONACO di Baviera sotto attacco

Morti e feriti in un centro commerciale tedesco. Monaco di Baviera sotto attacco terroristico.

E’ accaduto intorno alle 17.45 del 22 luglio 2016 quando si è verificata una sparatoria in Germania, nella zona dell’ex villaggio olimpico.

+++ NOTIZIA in CONTINUO AGGIORNAMENTO +++

Il bilancio ufficiale: 9 morti

La Polizia ufficializza periodicamente il bilancio che nel momento in cui aggiorniamo questo articolo (23 luglio 2016 ore 9.40) è di 9 vittime e almeno 16 feriti (dei quali almeno 3 molto gravi).

La Germania oggi 23 luglio 2016 è in lutto.

Alcuni testimoni avevano riferito di aver visto 3 persone all’interno del Centro Commerciale Olympia, che avrebbero sparato sui passanti (specialmente sui bambini) ferendo diverse persone uccidendone alcune.

I nuovi aggiornamenti delle ultime ore dicono che l’attentatore è stato soltanto uno: un tedesco di origine iraniana di 18 anni con problemi psicologici e sociali che avrebbe agito da solo e poi si sarebbe suicidato.

Il giovane avrebbe attirato sui social molti ragazzini (con l’intento di ucciderli) invitandoli ad affollare la zona nei pressi di un fast food.

Le indagini sono tuttora in corso per capire se è da confermare la motivazione di un atto che è venuto pochi giorni dopo l’altro atto violento avvenuto all’interno di un treno. In quell’episodio, rivelatosi non isolato, un 17enne afgano ha ferito 4 persone con un’ascia.

Un attentato comunque grave

La Polizia, fin dai primi istanti dopo la strage, non ha mai parlato di attentato di matrice islamica, ma questo non alleggerisce la gravità di quanto accaduto.

Sul posto sono intervenute tante ambulanze e le forze dell’ordine che hanno bloccato le autostrade e stanno effettuando serrati controlli alle frontiere.

La stessa Polizia ha poi invitato la popolazione a restare chiusa in casa.

Su Twitter, con l’hashtag offenetür, i cittadini di Monaco fin dai primi minuti successivi all’attentato, hanno offerto ospitalità a chi era in strada e aveva bisogno di un rifugio temporaneo.

LEGGI altri articoli sul tema TERRORISMO



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU