Previsioni settimana 11-17 dicembre 2017 | Neve al nord, maltempo altrove, ecco il meteo

Tempo di lettura stimato: 6 minuto/i


Previsioni settimana 11-17 dicembre 2017

La forte perturbazione atlantica che ha raggiunto l’Italia domenica 10 dicembre, lunedì determinerà maltempo in gran parte del Paese. Lo affermano le previsioni settimana 11-17 dicembre 2017 a cura degli esperti di “Meteo.it”. E’ inoltre in arrivo un sensibile rialzo delle temperature, in particolare sulle regioni nordorientali e su quelle del Centro-Sud.

Il tempo previsto per lunedì

Precipitazioni abbondanti al Nord, specialmente sul Nordovest e sulle aree alpine e prealpine del Nordest; al Centro piogge sparse sulle regioni tirreniche, più insistenti su Lazio e alta Toscana. Al mattino in Piemonte nevicherà ancora fino a quote basse mentre nel corso della giornata il limite della neve risalirà dappertutto, anche oltre i 1500 metri sul Nordest.

Mari agitati o molto agitati, temperature in aumento, particolarmente sensibile al Centro-Sud e sulle regioni di Nord-Est, venti:

  • deboli sulla valle padana centro occidentale;
  • forti di provenienza meridionale al Centro Sud e sulle isole.

L’allerta meteo per lunedì e martedì

La Protezione Civile ha emesso per lunedì 11 e martedì 12 dicembre l’allerta:

  • rossa su Liguria e Toscana;
  • arancione su Lombardia, Emilia e Liguria.


Previsioni settimana 11-17 dicembre 2017: il meteo per MARTEDÌ 12

Si verificherà qualche schiarita sulle regioni di Nordovest, all’estremo Sud, in Sicilia e lungo l’Adriatico centrale mentre sul resto del Paese il cielo sarà in prevalenza nuvoloso. Al mattino piogge sparse su Nordest, Toscana, Lazio e Umbria; locali nebbie sulle pianura padana occidentale.

In giornata si attenuano i fenomeni a Nordest; piogge sparse sul nord della Sardegna, su Romagna, Marche settentrionali, Toscana, Lazio e Umbria. Deboli nevicate sulle Alpi centro orientali sopra 1000-1500 m. Venti intensi meridionali, in lenta attenuazione nel corso della giornata.

Le previsioni per MERCOLEDÌ 13

Ulteriore miglioramento al Nord, con residue piogge sul Friuli Venezia Giulia con schiarite che favoriranno la formazione di nebbia fra notte e mattina lungo la fascia centrale della pianura padana. Graduale miglioramento anche al Centro e in Sardegna, ma con ancora nubi sparse e residue piogge mattutine fra Basso Lazio, Abruzzo e Molise.

Nubi in aumento al Sud e in Sicilia con piogge a partire da Campania e Foggiano, ma in estensione al resto del Sud in serata. Temperature in calo, eccetto le minime al Sud: gelate mattutine in gran parte del Nord, valori sopra la media al Sud. Venti a tratti moderati occidentali.

Il tempo per GIOVEDÌ 14

Parziali schiarite all’estremo Sud e al Nordovest dove in pianura avremo qualche nebbia mattutina. Maggiore nuvolosità altrove, più compatta e associata a locali piogge su:

  • alta Toscana;
  • zone interne del Centro;
  • al mattino sull’alto Adriatico;
  • verso sera in Campania;

Un po’ di neve al confine anche tra Valle d’Aosta e Ossola, tra sera e notte anche nel resto delle Alpi e limite della neve in Appennino oltre i 1400-1500 m. Temperature in calo al sud, massime in lieve rialzo al Centro-nord e Sardegna, ventoso su Centro-sud e Isole.

Le previsioni per VENERDÌ 15

Giornata di maltempo con piogge diffuse, battenti e locali rovesci, in Sardegna, nelle regioni centrali e sulla Campania. I fenomeni potranno risultare intensi e abbondanti tra Lazio e Campania(quantitativi superiori a 50 litri/m2). A fine giornata le piogge si estenderanno a Basilicata e nord della Puglia.

Nel resto del Paese nuvolosità variabile alternata a schiarite, più ampie su Calabria e Sicilia e, dal pomeriggio, anche al Nordovest. Nelle prime ore della giornata residue nevicate lungo la barriera alpina e in Valle d’Aosta. Temperature: in aumento le minime; massime in ulteriore lieve aumento su Emilia Romagna, regioni adriatiche e all’estremo Sud. Venti: da moderati a forti sud-occidentali. Mari: mossi o molto mossi, localmente agitati.

Il tempo Sabato 16

Cielo molto nuvoloso o coperto al Sud e sulla Sicilia con precipitazioni soprattutto tra Puglia centro-meridionale, Calabria e Sicilia, al mattino in forma residua anche sulla Basilicata. Nelle regioni centrali tempo molto instabile: precipitazioni più probabili al mattino tra Toscana, Umbria e nord del Lazio, nella seconda parte della giornata anche nel resto del settore e sulla Romagna, anche sotto forma di locali rovesci. Limite delle nevicate compreso tra 800 e 1200 metri, in calo nella notte su Marche e Abruzzo fino a 500-600 metri.

Al Nord tempo discreto con cielo da poco nuvoloso a irregolarmente nuvoloso, dalla sera tendenza ad ampi rasserenamenti. A fine giornata il miglioramento si estenderà anche alle regioni centrali tirreniche. Minime in aumento anche all’estremo Sud, in calo nel resto del Paese; massime perlopiù in calo ovunque, più sensibile nelle Alpi, al Centro e sulla Sardegna. I venti ruoteranno disponendosi da nord-ovest con Maestrale forte o molto forte in Sardegna. Mari mossi o molto mossi fino ad agitati il Mare e il Canale di Sardegna.

Il meteo di domenica 17 dicembre

L’aria fredda si propagherà ulteriormente raggiungendo anche il Sud, con un ulteriore generale calo della temperature. Stavolta sarà più sensibile nelle regioni orientali e meridionali, accentuato anche da una moderata ventilazione settentrionaleClima freddo e pienamente invernale ovunque.

Il tempo risulterà in prevalenza soleggiato al Nord e nel regioni tirreniche fino alla Campania e nel nord della Sardegna. Nel resto del Paese nuvolosità irregolare con ancora alcune precipitazioni nelle regioni centrali adriatiche fino al nord della Puglia (nevose fin verso 400-600 metri) e su Calabria e Sicilia tirreniche. Qualche fiocco di neve non è escluso nel nord dell’Alto Adige.

Fonte: Meteo.it

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU