Uova di gallina al Fipronil | Eseguite le controanalisi, sono buone, nessuna contaminazione

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Richiamo UOVA al fipronil

Il 23 settembre era scattata l’allerta sanitaria da parte del Ministero che aveva provveduto a eseguire un richiamo uova al fipronil. Tuttavia le controanalisi effettuate successivamente dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno hanno smentito quelle del Ministero. Le uova interessate dal richiamo sono state dichiarate conformi in quanto per nulla contaminate dal Fipronil.

+++ Articolo aggiornato in data 6 ottobre 2017 +++

Non c’è pericolo, le uova sono buone

Il Ministero aveva consigliato di non consumare assolutamente le uova interessate dal richiamo perché avrebbero rappresentato un rischio grave per la salute. L’azienda produttrice delle uova in questione ha poi precisato che le analisi successivamente effettuate hanno escluso qualsiasi contaminazione delle uova. Il prodotto può quindi essere tranquillamente consumato senza timori per la propria salute.

Richiamo uova al fipronil: i DETTAGLI delle confezioni poi dichiarate BUONE (NON contaminate)

  • Denominazione di vendita: UOVA DI GALLINA IN GUSCIO VARIE CONF.
  • Marchio del prodotto: VARI CISAM – OVIBON – SACCOCCIO
  • Nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato: CISAM Società agricola a.r.l. s
  • Nome del produttore: CISAM Società agricola a.r.l. s
  • Sede dello stabilimento: S.S. Casilina-km.158+620 Mignano Monte Lungo 81049
  • Lotti di produzione: dal 22-09-2017 al 17-10-2017
  • Data di scadenza o termine minimo di conservazione: 17.10.2017
  • Marchio d’identificazione dello stabilimento/produttore: IT061017-COD. AZ. 051CE001-A.N.CE IT UY8L
  • Descrizione peso/volume unità di vendita: VARIE TIPOLOGIE – Allevamento gabbia
  • MOTIVO del richiamo: rischio ritenuto inizialmente grave perché le prime analisi avevano riscontrato valori di fipronil pari a 0.82 mg./kg.,superiore al limite di tossicità acuta di 0.72 mg./kg. Le successive controanalisi hanno invece evidenziato la conformità delle uova che possono quindi essere consumate senza alcun rischio per la salute.


Il FIPRONIL

Un insetticida che attacca il sistema nervoso centrale dell’insetto che può provocare problemi anche all’uomo a causa delle eccessive concentrazioni eventualmente riscontrate in un prodotto. Il rischio dipende anche dalla concentrazione delle quantità legate all’eventuale (dannoso) alto consumo. E’ quindi importante non sottovalutare queste allerte sanitarie, dato che vengono segnalate dallo stesso Ministero come rischio GRAVE.

Lo scandalo delle uova Fipronil, ricordiamo, è scoppiato in Olanda, dove è stato riscontrato l’uso del pericoloso insetticida negli allevamenti olandesi vietato dalle norme europee.

TI POTREBBERO INTERESSARE
@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU