Sanremo promossi 1a serata | Ascolti e programma di questa sera

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 8 minuto/i


Sanremo promossi 1a serata | Ascolti e programma di questa sera

Sanremo promossi 1a serata. Dopo i primi 10 brani ascoltati ieri, appare netta la differenza tra la qualità delle canzoni dello scorso anno e quella di questa edizione.. in attesa di ascoltare i restanti 10 brani di questa sera.

Ascolti del Festival di Sanremo promossi 1a serata

La prima serata di ieri della 66esima edizione del Festival di Sanremo è stata vista da 11.134.000 spettatori (49,5% di share), un po’ al di sotto dello scorso anno (11.685.000 spettatori). E’ ancora presto per parlare di successo o “flop” ma le canzoni di quest’anno appaiono meno orecchiabili di quelle dello scorso anno. Ci riferiamo per il momento alle prime dieci ascoltate ieri.

Sanremo promossi 1a serata: i cantanti

Nessuna canzone pare spiccare sulle altre ascoltate ieri sera. Il primo a uscire sul palco è stato il ventenne Lorenzo Fragola, non proprio favorito dall’ordine di uscita perché esibirsi per primi (a vent’anni poi) non è mai un vantaggio, il fattore emozione incide sempre e infatti ha inciso. La canzone non è fenomenale ma non è neanche male. Da risentire “Infinite volte” per giudicarla meglio. Decisamente meglio il brano dello scorso anno. Noemi è finita tra i 4 che sono a rischio eliminazione con la sua canzone “La borsa di una donna”. Per i Dear Jack stesso destino, anche loro tra i 4 che potrebbero essere eliminati. Qualcosa in più da dire abbiamo sul duo Caccamo-Iurato. Il brano può anche essere ascoltabile ma in tanti, dopo averli visti hanno cantato il ritornello della loro canzone “Via da qui”. Avremmo preferito rivedere Caccamo esibirsi di nuovo da solista, dopo il successo meritato dello scorso anno. L’abbigliamento e l’acconciatura soprattutto della Iurato e noi aggiungiamo la camicia di Giovanni Caccamo (che poco aveva a che fare con l’abito che indossava) diciamo che non sono piaciuti molto. Gli Stadio non hanno sfigurato (ma neanche esaltato) con il loro brano nonostante Gaetano Currieri non sia stato impeccabile. Lui nel dopo Festival ne ha dato una motivazione tecnica che prescinde da lui. Arisa, che nel dopo Festival è sembrata a dir poco annoiata con le sue dichiarazioni, ha cantato bene e la sua canzone “Guardando il cielo” è da tenere sott’occhio e, a nostro parere, è stata la migliore delle dieci. Enrico Ruggieri è stato più o meno il solito e la sua canzone non è male. A nostro avviso la peggiore esibizione, non ce ne voglia Morgan, è stata quella dei Bluvertigo. Il brano è interessante ma Morgan è apparso infatti con poca voce e non proprio in gran forma. Rocco Hunt con “Wake up” ha certamente centrato il suo brano perché il ritornello resta impresso nella mente. Sarà certamente canticchiato. Irene Fornaciari è finita anche lei tra i possibili eliminati e aggiungiamo giustamente. La sua non è stata una grande esibizione vocale né la canzone pare essere interessante.

Sanremo promossi 1a serata: gli ospiti

Sicuramente sono la nota più positiva del Festival (e non è così scontato come sembrerebbe). Buona idea della  parentesi sportiva con Giuseppe Ottaviani, quasi cent’anni, un esempio di sport, di sana alimentazione e stile di vita che gli hanno permesso di raggiungere ottimi risultati sportivi. Tornando alla musica Laura Pausini ha emozionato e il pubblico si è alzato tutto in piedi per il giusto tributo a una grandissima artista internazionale che il mondo ci invidia. Una volta tanto gli italiani riescono a valorizzare un proprio “prodotto”. La Pausini è rimasta sempre la stessa: emoziona e si emoziona sul palco. La sua presenza ha dato lustro alla manifestazione. E se parliamo di lustro non possiamo non parlare di Elton John, strepitoso ieri come sempre. Non mancano le critiche per il cachet dell’artista che sul palco ha parlato di beneficenza.. Maitre Gims ha cantato (e bene) anche lui rigorosamente dal vivo la hit del momento “Est-ce que tu m’aimes?“, se escludiamo il “2 di picche” rifilato a Conti quando gli ha chiesto di provare per un attimo i suoi occhiali. Per la cronaca, Conti poi si è “vendicato” quando Maitre Gims è andato via dicendo “In verità avrei voluto invece chiedere gli occhiali a Elton John ma non ho avuto il coraggio di farlo”. Per concludere con gli ospiti, sul palco sono tornati Aldo, Giovanni e Giacomo che festeggiano i loro 25 anni di carriera. Si sono esibiti però con qualcosa di non nuovo.. hanno regalato i soliti sorrisi ma potevano inventarsi qualcosa di nuovo, vista la ricorrenza. Restano comunque un simpaticissimo trio dalla risata assicurata. Sono poi apparsi anche nel dopo festival dove hanno ricordato i fasti di “Mai dire gol” con una gag “accompagnata” dalla Gialappa’s in perfetto stile “Mai dire gol”.

Sanremo promossi 1a serata: la conduzione

Carlo Conti è ormai una garanzia: sarà vero che è onnipresente in molte trasmissioni di casa Rai ma bisogna ammettere che siamo davanti a una sorta di “nuovo Pippo Baudo” che vanta presenza e padronanza del palcoscenico come nessuno o pochissimi dei suoi attuali colleghi. Non possiamo certo dire lo stesso di chi lo ha coadiuvato. Virginia Raffaele è forse stata la più positiva dei tre: non ha mostrato imbarazzi, anzi, con l’imitazione di Sabrina Ferilli molto vicina a quella originale, non ha mostrato incertezze. Certo, imitare la Ferilli per l’intera puntata è stato un po’ monotono e al limite dell’offensivo per l’attrice romana. Si poteva variare magari con qualche uscita senza fare imitazioni piuttosto che insistere con lo stesso personaggio. La modella e attrice rumena Madalina Diana Ghenea la inseriamo al secondo posto: poche sbavature se si considera la sua nazionalità sebbene sia sembrata un po’ ingessata. All’ultimo posto Gabriel Garko, il più ingessato dei tre e impacciato. Sia lui sia la Ghenea (che almeno ogni tanto, mentre parlava, guardava Conti), durante la presentazione degli artisti, non hanno mai staccato gli occhi dal display dove leggevano per intero i testi delle presentazioni dei cantanti. (Un po’ di coraggiosa personalità no eh?) La paura di sbagliare si avvertiva e soprattutto l’avvertiva lui.

Il programma della seconda serata

Il Festival, che ieri è cominciato ricordando le 65 canzoni vincenti delle edizioni precedenti degli anni passati, entrerà nel vivo nella seconda serata di oggi. Stasera si esibiranno gli altri 10 artisti della categoria “Campioni” preceduti dalle prime 4 canzoni della sezione “Nuove Proposte“. I 4 artisti si esibiranno, come già visto lo scorso anno, con la modalità della sfida diretta ovvero a gruppi di 2. Dopo ogni sfida sarà il sistema misto Televoto/Sala Stampa a scegliere il cantante (o il gruppo) che passerà alla finale di venerdì 12. Poi sarà la volta dei Campioni per i quali invece, a fine serata, sarà stilata una prima classifica delle 20 canzoni presentate durante le prime due puntate. Le votazioni effettuate nel corso delle due serate peseranno ciascuna per il 50% nell’elaborazione della Classifica congiunta delle prime due serate. Scarica il regolamento completo della manifestazione se vuoi sapere di più sulle 5 serate.

Si esibiranno nella seconda serata (in ordine di esibizione)

Dolcenera “Ora o mai più” (le cose cambiano)
Clementino “Quando sono lontano”
Patty Pravo “Cieli immensi”
Valerio Scanu “Finalmente piove”
Francesca Michielin “Nessun grado di separazione”
Alessio Bernabei “Noi siamo infinito”
Elio e le storie tese “Vincere l’odio”
Neffa “Sogni e nostalgia”
Annalisa “Il diluvio universale”
Zero Assoluto “Di me e di te”

Accoppiamenti Nuove Proposte 2016

Prima sfida: Chiara Dello Iacovo (Introverso) Vs Cecile (N.E.G.R.A.)

Seconda sfida: Irama (Cosa resterà) Vs Ermal Meta (Odio le favole)

Gli ospiti della seconda serata

Sul palco dell’Ariston saliranno stasera Eros Ramazzotti, il pianista e compositore Ezio Bosso ed Ellie Goulding oltre a Nicole Kidman e Nino Frassica.

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU