Sciopero Colosseo: aria tesa a Roma, Franceschini non ci sta

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 1 minuto/i


Sciopero Colosseo

Sciopero Colosseo. A Roma oggi si respirava un’aria calda e tesa.. e non solo perché faceva molto caldo ma a causa di uno sciopero. Infatti i turisti che si accingevano ad avvicinarsi agli ingressi del Colosseo, dei Fori Romano e Palatin, Terme di Diocleziano e Ostia Antica si sono visti respingere la possibilità di entrare perché è stato loro comunicato che a causa di un’assemblea sindacale, l’ingresso sarebbe stato consentito solo dalle 11:30.

Dario Franceschini non ci sta

La folla non ha preso bene la notizia e il caldo non ha certo aiutato a calmare gli animi. La ricorrente frase “siamo in Italia” era quella che in modalità “multilingua” si diffondeva tra i presenti nella lunga coda che si è formata nel frattempo. Il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, appresa la notizia ha affermato “La misura è colma” e ha anche annunciato che presenterà delle proposte in Consiglio dei Ministri al fine di evitare situazioni come quelle odierne. Vedremo anche se nelle prossime ore verrano considerati maggiormente anche i sacrosanti diritti dei lavoratori come coloro che operano in questo settore.

Leggi articoli di SPORT



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU