Situazione occupazionale agosto 2016 | In lieve aumento rispetto a luglio

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Situazione occupazionale agosto 2016

L’Istat ha pubblicato i nuovi dati sull’occupazione. La stima della situazione occupazionale agosto 2016 registra un lieve miglioramento.

Un lieve miglioramento..

La stima della situazione occupazionale agosto 2016 registra un lieve incremento rispetto a luglio (+0,1%, pari a +13 mila unità), dopo il calo registrato il mese precedente (-0,3%). Dinamiche positive, dice l’Istat, si rilevano per la componente femminile, le persone di 50 anni o più, i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato. Il tasso di occupazione è stabile al 57,3%.

I movimenti mensili dell’occupazione determinano complessivamente nel periodo giugno-agosto 2016 un aumento degli occupati (+0,3%, pari a +76 mila unità) rispetto al trimestre precedente, con segnali di crescita per i lavoratori dipendenti, sia permanenti sia a termine e che coinvolgono entrambi i generi.

La stima mensile dei disoccupati ad agosto è ancora in lieve diminuzione (-0,1%, pari a -3 mila), dopo il precedente calo di luglio (-1,3%). La diminuzione interessa esclusivamente gli uomini ed è estesa a tutte le classi di età ad eccezione degli over 50. Il tasso di disoccupazione, pari all’11,4%, è invariato rispetto al mese precedente.

La stima degli inattivi invariata

Dopo l’aumento di luglio (+0,4%), ad agosto la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni rimane sostanzialmente invariata, sintesi di un aumento tra gli uomini e un calo tra le donne. Il tasso di inattività è stabile al 35,2%.

Nell’arco del trimestre giugno-agosto l’aumento degli occupati (+0,3%, pari a +76 mila) si associa a una crescita anche dei disoccupati (+0,4%, pari a +11 mila), per effetto del calo degli inattivi (-0,7%, pari a -93 mila).

Su base annua si conferma la tendenza all’aumento del numero di occupati (+0,7% su agosto 2015, pari a +162 mila). La crescita tendenziale è attribuibile esclusivamente ai dipendenti permanenti (+253 mila) e si manifesta per uomini e donne, concentrandosi totalmente tra gli over 50 (+401 mila). Gli indipendenti calano dell’1,6% (-89 mila). Nello stesso periodo risultano stabili i disoccupati mentre calano gli inattivi (-2,1%, pari a -296 mila).

Consulta sul nostro sito le OFFERTE di LAVORO proposte da NEUVOO

Consulta sul nostro sito le OFFERTE di LAVORO proposte da INDEED

LEGGI altri articoli sul tema LAVORO



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU