Spumante, quale acquistare? Consigli, cenni storici e i risultati dei test

loading...

Spumante, quale acquistare

Natale e Capodanno sono ormai alle porte e in ricorrenze così importanti nessuno farà a meno di un brindisi tra amici e familiari. Le recenti stime dell’Osservatorio dei Vini riportano anche dati ottimistici riguardo al consumo di vino spumante che a Natale aumenterà di 2 milioni e mezzo di bottiglie (raggiungendo le 56 milioni e mezzo di bottiglie consumate) e alla produzione che è aumentata del 10% rispetto allo scorso anno. Anche l’export dello spumante italiano è in netta ripresa (+13% rispetto al 2014). E allora perché non scegliere lo spumante più adatto ai nostri gusti facendo attenzione alla qualità e al portafoglio.

Guarda quanti SPUMANTI

Cenni storici

Era il 1865 quando i Fratelli Gancia e il Conte Augusto di Vistarino (che importò dalla Borgogna le barbatelle di Pinot Nero) diedero vita al primo prodotto italiano chiamato “champagne italiano”. Uno champagne a base di moscato, privo degli sciroppi che invece venivano utilizzati dai francesi a fine lavorazione. Un metodo che assicurava costi inferiori e maggiore qualità.

Chiarimenti e legislazione

Spumante e vino frizzante, sia chiaro, sono due cose diverse e lo sono anche per la legge (per procedimento produttivo e per caratteristiche sensoriali). Il vino frizzante è una specifica tipologia di vino. Lo champagne fa parte di una tipologia complessiva di vini che varia in base a diversi fattori, tra questi: tipologia legale di spumante, uvaggio, metodo di spumantizzazione, versione zuccherina, indicazione geografica.

La legislazione europea (cui si attiene anche l’Italia) prevede la classificazione del VS (Vino Spumante) in base al suo residuo zuccherino e lo distingue in:

  • VS, detto anche generico
  • VSQ(ualità)
  • VSQA(romatico), che è un VSQ prodotto con uve di tipo aromatiche)
  • VSG(assificato)

Guarda quanti SPUMANTI

I test degli spumanti per avere qualche indicazione

Altroconsumo anche quest’anno ha eseguito dei test su 50 vini spumanti (che si possono consultare sul sito ufficiale dell’Associazione ancora per alcuni giorni) i cui risultati (ordinati secondo prezzo o qualità) sono stati classificati in base a: Migliore del test e Migliore acquisto.

Migliore del test

I migliori del test sono risultati due: “CHARLES DE COURANCE Champagne Brut” (prezzo da 16,30 euro) e “DUCA D’ISEO Franciacorta Brut DOCG” (prezzo da 9,40 euro).

Migliore acquisto

Il migliore acquisto è risultato il “VALDO Prosecco Superiore Valdobbiadene DOCG Marca Oro Extra Dry” (prezzo da 4,94 euro), seguito da “CLETO CHIARLI Pignoletto Modena DOC Cletò Vino Spumante Extra Dry” (prezzo da 4,80 euro), “LA VIS Müller Thurgau Storie di Vite Vino Spumante Brut” (prezzo da 4,90 euro), “CAVIT Müller Thurgau Vino Spumante Brut” (prezzo da 3,78 euro).

Guarda quanti SPUMANTI


Alcuni link

LEGGI altri articoli su BEVANDE

@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU