Steven Spielberg: compie 69 anni un fuoriclasse del cinema

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Steven Spielberg: compie 69 anni un fuoriclasse del cinema

Steven Spielberg, tra i più grandi registi al mondo, festeggia oggi il suo 69esimo compleanno. Tantissimi i successi di Spielberg che non è solo regista ma anche sceneggiatore e produttore cinematografico.

Gli inizi di Steven Spielberg

Steven Allan Spielberg è nato a Cincinnati (Ohio, USA) il 18 dicembre 1946 da genitori ebrei. Fin da piccolissimo esterna la sua grande passione per il cinema utilizzando la sua piccola videocamera con la quale realizza brevi filmati amatoriali coinvolgendo familiari, amici e compagni di scuola. Si diploma in una scuola di Phoenix e comincia poi a frequentare l’università.

Nel ’68 realizza il suo primo cortometraggio “Amblin'” destinato alle sale cinematografiche. Nello stesso anno abbandona l’università per dedicarsi alla regia. Nel 1971 dirige il suo primo film per la tv, “Duel”, seguito da alcuni episodi di serie tv e da altri film per la tv.

Il debutto e i successi al cinema

Nel 1974 Steven Spielberg debutta al cinema con “Sugarland Express”, un film non di grande successo di pubblico ma premiato per la migliore sceneggiatura al Festival di Cannes. Quel film rappresenta soltanto il prologo di una serie incredibile di grandi successi, molti dei quali diventati dei veri e propri cult a partire dal film “Lo squalo” del 1975, continuando con un elenco infinito di successi che abbiamo raggruppato così:

  • Incontri ravvicinati del terzo tipo (Close Encounters of the Third Kind) (1977)
  • 1941 – Allarme a Hollywood (1941) (1979)
  • I predatori dell’arca perduta (Raiders of the Lost Ark) (1981)
  • E.T. l’extra-terrestre (E.T.) (1982)
  • Ai confini della realtà (Twilight Zone: The Movie) – episodio Il gioco del bussolotto (Kick the Can) (1983)
  • Indiana Jones e il tempio maledetto (Indiana Jones and the Temple of Doom) (1984)
  • Il colore viola (The Colour Purple) (1985)
  • L’impero del sole (Empire of the Sun) (1987)
  • Indiana Jones e l’ultima crociata (Indiana Jones and the Last Crusade) (1989)
  • Always – Per sempre (Always) (1989)
  • Hook – Capitan Uncino (Hook) (1991)
  • Jurassic Park (1993)
  • Schindler’s List – La lista di Schindler (Schindler’s List) (1993)
  • Il mondo perduto – Jurassic Park (The Lost World: Jurassic Park) (1997)
  • Amistad (1997)
  • Salvate il soldato Ryan (Saving Private Ryan) (1998)
  • A.I. – Intelligenza artificiale (A.I. Artificial Intelligence) (2001)
  • Minority Report (2002)
  • Prova a prendermi (Catch Me If You Can) (2002)
  • The Terminal (2004)
  • La guerra dei mondi (War of the Worlds) (2005)
  • Munich (2005)
  • Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo (Indiana Jones and the Kingdom of the Crystal Skull) (2008)
  • Le avventure di Tintin – Il segreto dell’Unicorno (The Adventures of Tintin: The Secret of the Unicorn) (2011)
  • War Horse (2011)
  • Lincoln (2012)
  • Il ponte delle spie (Bridge of Spies) (2015)
  • Il gigante gentile (The BFG) (2016)

Come sceneggiatore ottiene anche numerosi successi, tra i quali “Poltergeist – Demoniache presenze” (1982), “I Goonies” (1985), “A.I. Intellingenza artificiale” (1985).

L’albo d’oro

Grazie alla sua strepitosa carriera, Steven Spielberg riceve numerose onorificenze, titoli e premi negli Stati Uniti e in tutto il mondo. Tra questi: 15 nomination agli Oscar, 13 ai BAFTA, 25 agli Emmy, 14 ai Golden Globe, 12 ai Directors Guild of America Awards. Tra le onorificenze ricevute, ce n’è una anche dall’Italia nel 2003, “Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana” per iniziativa del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Nel 1987 vince il “Premio alla memoria Irving G. Thalberg” assegnato periodicamente a produttori che si sono particolarmente distinti.

Nel 1994 vince l’Oscar per il miglior film e miglior regista (Schindler’s list) e nel 1999 vince l’Oscar per il miglior regista (Salvate il soldato Ryan)

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER

@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU