Vaccinazione contro Omicron | OMS “Vaccinatevi, rischio variante molto elevato”

CONDIVIDI

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i

Articolo aggiornato lunedì, 29 Novembre 2021 13:33

VACCINAZIONE CONTRO OMICRON

La nuova variante fa paura a tal punto da spingere ulteriormente sulla vaccinazione contro Omicron da parte dell’OMS.

RISCHIO MOLTO ELEVATO

Non usa mezzi termini l’Organizzazione Mondiale della Sanità circa la probabilità di una potenziale ulteriore diffusione di Omicron a livello globale. “È elevata“, osserva l’Oms in una scheda tecnica inviata ai 194 Stati membri.

“Potrebbero esserci futuri picchi di Covid-19 che potrebbero avere gravi conseguenze, a seconda di una serie di fattori, incluso il luogo in cui potrebbero verificarsi tali picchi”. L’OMS parla di rischio globale molto elevato relativo alla nuova variante Omicron.

LA “SOLUZIONE TAMPONE”: I VACCINI

Passateci il gioco di parole (soluzione tampone) ma di questo si tratta quando l’Oms invita ad accelerare la copertura vaccinale anti-Covid “il più rapidamente possibile”.

Un vaccino non progettato per varianti che ancora non esistevano non può essere la soluzione anche per questa nuovissima variante (l’Omicron). Tant’è che si stanno studiando delle “patch” (per usare un termine informatico) che altro non sarebbero che ulteriori dosi booster da inoculare alla grandissima platea di vaccinati in tutto il mondo. Tra questi c’è anche l’Italia con il suo 84% di vaccinati. LEGGI QUI LA PERCENTUALE DI VACCINATI IN ITALIA.

CHI DEVE AFFRETTARSI SECONDO L’OMS

L’OMS spinge ad accelerare sulle vaccinazioni specialmente tra le categorie a rischio ma parla anche di chiusura delle frontiere. Su questo tema invita a “utilizzare un approccio basato sul rischio per adeguare le misure di viaggio internazionali in modo tempestivo“.

L’OMICRON IN ITALIA: PRIMI CASI SOSPETTI

Sono 4 al momento i casi di pazienti infetti in Italia da variante Omicron. Si tratta di una intera famiglia di 6 persone, almeno uno dei quali sarebbe tornato da un viaggio in Africa meridionale. Gli accertamenti hanno confermato i 4 casi mentre altri casi sospetti si registrano in Gran Bretagna, Germania e Repubblica Ceca.

OFFERTE DEL GIORNO AMAZON

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email

@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 88
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*