Condannato a 18 anni Paolo Pietropaolo | Carla Caiazzo, vittima di un amore malato

loading...

Condannato Paolo Pietropaolo

Emesso ieri il verdetto (condannato Paolo Pietropaolo a 18 anni di carcere) nei confronti dell’uomo che lo scorso febbraio a Pozzuoli tentò di bruciare viva Carla Ilenia Caiazzo, incinta della sua bambina.

La storia di Carla

Una storia ormai comune, fatta di violenze, culminata nell’epilogo più brutale, quella di Carla Caiazzo. Una donna in stato interessante, costretta a fuggire dall’uomo che dichiarava di amarla alla follia, brutale e geloso in forma ossessiva e patologica.
Carla, colpevole di aver amato l’uomo sbagliato, di aver cercato la maternità, anche ricorrendo all’inseminazione artificiale, quale coronamento di un’unione impossibile, è stata salvata da un vicino di casa in quella tragica sera di febbraio, ma della sua bellezza rimane solo il ricordo.
Non ha più le orecchie, una parte del naso, le labbra e il mento“, ha dichiarato il suo legale, Maurizio Zuccaro, nel giorno delle arringhe difensive.



Il rapporto con Paolo

I litigi erano la costante della loro vita di coppia e le scenate culminavano sempre in percosse, che Carla subiva, accecata dall’amore. Seguivano le scuse, le promesse da parte di Paolo di cambiare e Carla tornava a credergli, tornava a sperare.
Poi, la decisione della donna, ormai alla 34esima settimana di gestazione, di porre termine a quel rapporto che stava distruggendola. Ma Paolo non volle accettare la separazione. Le telefonò per fissare un appuntamento, l’ultimo. Il colloquio degenerò subito in una violenta lite e per Carla fu la fine.
L’uomo le versò addosso dell’alcol, dandole fuoco.

La corsa verso la salvezza

Salvata da un vicino, che riuscì a spegnere le fiamme, Carla, ormai in fin di vita, fu subito soccorsa dai medici del Cardarelli, che la fecero partorire, salvando la bambina.
Anche la mamma, di appena 38 anni, è viva, ma ha subito sino ad oggi più di 21 interventi di chirurgia plastica per ricostruire il suo volto.
Le ferite più profonde, però, sono quelle che rimarranno per sempre dentro di lei.
Oggi, il giudice, Egle Pilla, ha emesso il suo verdetto nei confronti di Paolo Pietropaolo: 18 anni di carcere e un risarcimento di 300 mila euro a Carla, ma nessuno potrà mai restituire alla giovane madre ciò che realmente ha perduto.

LEGGI altri articoli di CRONACA

@ Riproduzione riservata


Irma Saracino

Irma Saracino

Nata a Taranto, ha vissuto per anni a Londra, svolgendo attività giornalistica, come freelance. Tornata in Italia ha anteposto il suo ruolo di madre alla carriera, ma la scrittura è la sua vita, la sua follia. Attualmente collabora anche con altra testata giornalistica. Si interessa di cultura, arte, politica e cronaca internazionale.

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU