Dybala contro Higuain | Juventus-Napoli per il primato

Tempo di lettura stimato: 6 minuto/i


Dybala contro Higuain | Juventus-Napoli per il primato

Dybala contro Higuain. Questa sera in palio allo Juventus Stadium c’è il primo posto in classifica ma c’è anche il confronto tutto argentino tra i due fuoriclasse delle rispettive squadre.

Dybala contro Higuain: la partita nella partita

Lo scontro al vertice di questa sera ci fa tornare in mente vecchi confronti come quello che vedete in foto quando nelle rispettive squadre giocavano Michel Platini e Diego Armando Maradona che hanno fatto sognare i propri tifosi con le loro magie. Tornando ai giorni d’oggi, il confronto di questa sera ci dirà chi merita il primo posto in classifica e probabilmente darà la convinzione a chi si aggiudicherà l’incontro di essere il più forte. Certo, ci sono ancora tante partite da giocare e in mezzo ci sono pure quelle delle coppe europee per entrambi (e della coppa Italia per la Juve) che potranno influire non poco ma, oltre a quello fisico (infortuni compresi), il fattore psicologico è da sempre anch’esso molto importante. E in questo match che i rispettivi tifosi non vedono l’ora di vedere, si giocherà la partita nella partita, quella di Dybala contro Higuain, capocannoniere irraggiungibile della serie A con i suoi 24 gol. Dybala ormai ex rivelazione grazie ai suoi determinanti gol e assist da quando è a Torino. Chi avrà la meglio? Pronostico molto difficile ma di sicuro sarà uno scontro affascinante e avvincente tra loro e tra le due squadre, le migliori di questo campionato di serie A.

Porte aperte eccezionalmente dalle ore 18 allo Juventus Stadium questa sera che, inutile dirlo, sarà stracolmo in ogni ordine di posto.

Chi vincerà? Diteci la vostra votando i nostri due sondaggi in fondo alla pagina: quello relativo alla partita e quello relativo allo scontro di Dybala contro Higuain.

Napoli e Juventus: il cammino fino a questo momento

Il Napoli vince da 8 partite consecutive. Non perde in trasferta da 5 partite da quel Bologna-Napoli 3-2 del 6 dicembre 2015. Il bilancio delle partite esterne dei partenopei parla di 7 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte che hanno prodotto 24 punti. Meglio ha fatto la Juve (con una partita in più) fuori casa ottenendo 28 punti in 9 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte. In casa però è il Napoli che ha fatto meglio della Juve grazie ai 32 punti in 12 partite totalizzati in 10 vittorie e 2 pareggi ed è ancora imbattuto. La Juve invece in 11 partite giocate in casa ha totalizzato 26 punti (hanno fatto meglio dei bianconeri anche Fiorentina e Roma ma con una partita in più) in 8 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta. In tutto il campionato il Napoli ha perso solo 2 volte: contro il Bologna il 6 dicembre e contro il Sassuolo fuori casa il 23 agosto in rimonta (del Sassuolo) 2-1. Dopo il big match contro la Juve il Napoli dovrà subito prepararsi per la partita di andata altrettanto importante di Europa League in Spagna contro il Villareal che si giocherà tra 5 giorni (18 febbraio 2016 ore 19, il ritorno il 25 febbraio alle 21) e il 22 febbraio in campionato dovrà poi affrontare in casa il Milan.
Anche la Juventus ha prolungato il suo record di vittorie consecutive portandolo a 14. In casa non perde da agosto e quest’anno solo in 3 occasioni non ha ottenuto la vittoria (2 pareggi e 1 sola sconfitta): la sconfitta del 23 agosto 2015 0-1 contro l’Udinese e i pareggi del 12 e 23 settembre 2015 col medesimo risultato di 1-1 in casa prima contro il Chievo e poi contro il Frosinone. Dopo l’incontro di questa sera, la Juve andrà a giocare tra 6 giorni a Bologna prima di affrontare l’importantissimo match di andata degli ottavi di finale di Champion’s League del 23 febbraio contro il Bayer Monaco (il ritorno il 16 marzo 2016 in Germania).

Gli scontri diretti tra Juve e Napoli

All’andata tra Napoli e Juve al San Paolo finì 2-1 per il Napoli con i gol di Insigne, Higuain e Lemina. Lo scorso anno a Torino finì 3-1 per la Juventus (con i gol di Pereyra, Lopez, Sturaro e Pepe). Il Napoli in casa della Juve è riuscita a non perdere solo nel 2011 quando il match finì 2-2 e l’ultima vittoria risale al 31 ottobre 2009 quando i partenopei espugnarono l’Olimpico in rimonta (perdevano 2-0) con il punteggio di 2-3 (segnarono Trezeguet, Giovinco, Hamsik, Datolo, Hamsik).

Le formazioni ufficiali

Alla fine Massimiliano Allegri ha scelto di schierare la Juve con un 4-4-2 evitando di rischiare di schierare l’inesperto Rugani. A causa dell’infortunato Giorgio Chiellini, Allegri ha deciso di optare per una difesa a 4 inserendo Lichsteiner a destra. Del resto di fronte c’è il capocannoniere della serie A (Higuain) accompagnato dall’ottimo reparto offensivo napoletano. A centrocampo rientra Khedira, Cuadrado a destra ed Evra a sinistra. In attacco, a fianco all’intoccabile Dybala, sarà della partita Morata che ha ritrovato il gol nelle ultime uscite. Nel Napoli invece confermatissimo il tridente in avanti mentre a centrocampo dovrebbe giocare Jorginho e non Valdifiori al contrario della partita casalinga contro il Carpi.

JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Lichsteiner, Cuadrado, Khedira, Marchisio, Pogba, Evra; Morata, Dybala. All. Allegri.

A disposizione: Neto, Rubinho, Alex Sandro, Rugani, Pereyra, Padoin, Sturaro, Zaza, Lemina, Hernanes, Favilli

Indisponibili: Chiellini, Caceres, Mandzukic e Asamoah

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. All. Sarri.

A disposizione: Gabriel, Rafael C., Maggio, Chiriches, Regini, Strinic, Valdifiori, David Lopez, Chalobah, El Kaddouri, Mertens, Gabbiadini

Indisponibili: Grassi

Arbitra il sig. Daniele Orsato.

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU