Pensione anticipata Quota 100 | Pdf del decreto legge, come si calcola e i requisiti per pubblici e privati

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Pensione anticipata Quota 100

È stato reso noto il testo del decreto riguardo alla pensione anticipata Quota 100 che, in via sperimentale per il triennio 2019-2021, permetterà di andare in pensione all’età di 62 anni e 38 anni di contributi. Si parla dei lavoratori iscritti all’assicurazione generale obbligatoria e di quelli iscritti alle forme esclusive e sostitutive (dell’assicurazione generale), compresi quelli iscritti alla gestione separata dell’Inps. In questo articolo tutto ciò che c’è da sapere sulla misura approvata il 17 gennaio 2019 dal Consiglio dei Ministri insieme al reddito di cittadinanza.

Dipendenti pubblici e privati: diverse le tempistiche

Il testo ha chiarito soprattutto la differente tempistica per ricevere l’assegno tra dipendenti pubblici e privati. Coloro che lavorano presso la pubblica amministrazione devono infatti attendere di più per ricevere l’assegno…. ma andiamo a capire nel dettaglio cosa vuol dire..

Requisiti per i dipendenti PRIVATI

I dipendenti PRIVATI che ENTRO IL 31 dicembre 2018 maturano i requisiti per il pensionamento anticipato con Quota 100 (62 anni di età e 38 anni di contribuzione) possono andare in pensione a partire dal 1° aprile 2019.

Gli stessi (dipendenti privati) che maturano i requisiti dal 1° gennaio 2019 dovranno attendere 3 mesi per andare in pensione.



Quando vanno in pensione i dipendenti PUBBLICI

Il lavoratore della pubblica amministrazione, a differenza di quello privato, deve attendere almeno 6 mesi dalla maturazione dei requisiti per andare in pensione. I dipendenti pubblici che entro il 31 marzo 2019 maturano i requisiti, possono andare in pensione a partire dal 1° luglio 2019. Coloro che invece maturano i requisiti per Quota 100 dal 1° aprile 2019 devono attendere 6 mesi.

Il dipendente pubblico deve tra l’altro presentare la domanda di pensionamento anticipato alla propria amministrazione di appartenenza con un preavviso di almeno 6 mesi.

Pensione anticipata Quota 100: OPZIONE DONNA

Le lavoratrici dipendenti nate entro il 31 dicembre 1959 e le lavoratrici autonome nate entro il 31 dicembre 1958 possono usufruire di Quota 100 se hanno maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni.

Ecco la BOZZA (pdf, 2,50 Mb) del decreto legge Quota 100

All’interno del pdf (che si può anche scaricare) si trovano anche altri punti interessanti, riguardanti anche il RdC (Reddito di Cittadinanza) e Ape Social (che approfondiremo in un articolo separato)….

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

La Gazzetta Digitale

Torna SU