La tenebrosa festa di Halloween | La storia e i Cake Pops, una ricetta da paura!

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Tenebrosa festa di Halloween

31 ottobre, Halloween, la notte magica per eccellenza, ormai imprescindibile punto di riferimento per tutti gli amanti dell’horror ed esoterismo. Tenebrosa festa di Halloween.

Un evento importato… come tanti altri

Questa festa “d’importazione”, assurta ormai a ricorrenza a tutti gli effetti anche in Italia, la tenebrosa festa di Halloween è spesso vista come fumo negli occhi da quanti non ne vorrebbero nemmeno sentir parlare perché “presa in prestito” dagli Stati Uniti. L’argomentazione dei detrattori di Halloween comunque non sembra reggere, dato che tante altre “feste tradizionali” apparentemente tutte italiane, in realtà erano in origine proprie di altre culture e paesi.

Halloween, la STORIA

A dispetto della convinzione più diffusa, Halloween non ha affatto origini americane, è invece insospettabilmente una festa europea. L’arcana usanza di festeggiare la vigilia di Ognissanti (in inglese All Hallows’ Eve Day, termine che è stato poi contratto in Halloween) ha infatti origini britanniche e, più precisamente, celtiche.

Per le popolazioni, che basavano la propria sopravvivenza principalmente sull’agricoltura, l’anno nuovo iniziava il 1° novembre. E nella notte del 31 ottobre si usava festeggiare Samhain, ovvero la fine dell’estate, in cui gli esseri umani rendevano omaggio agli spiriti per raccolti estivi particolarmente abbondanti.



Credenze e usanze

A quei tempi era infatti credenza popolare che nella notte di fine estate le barriere invisibili tra il mondo dei vivi e quello dei morti si assottigliassero tanto da permettere a questi ultimi di tornare sulla terra. Da questa credenza derivò la tradizione di lasciare davanti agli usci delle abitazioni dolcetti e caramelle, in modo da ingraziarsi le anime dei defunti, o di appendere lanterne ricavate dalle zucche, le celebri “Jack-o-Lantern” (simbolo per eccellenza di Halloween) per guidarne il cammino.

Anche l’usanza del Trick-or-Treat” (cioè del “dolcetto o scherzetto”) che ogni 31 ottobre fa girovagare di casa in casa migliaia di bambini americani a caccia di dolci e altre leccornie, deriva appunto da questa credenza: i bimbi travestiti da fantasmi fanno visita alle famiglie guidati dalle lanterne a forma di zucca e ottengono dolci in cambio della loro “benevolenza”.

Tenebrosa festa di Halloween: aggiungi un “posto” a tavola…

Un’altra usanza molto diffusa è quella di lasciare la tavola apparecchiata per la cena del 31 ottobre, aggiungendo un posto in più per rendere omaggio ai defunti. Certo, oggigiorno proliferano ormai maschere e costumi che poco hanno a che fare con la tradizione di Halloween (soprattutto quelli sexy indossati da ragazze provocanti), ma anche questo è un segno dei tempi.

Una ricetta da PAURA: Cake Pops terrificanti a forma di teschio

Nella notte più esoterica dell’anno lasciamo che questi golosissimi e simpatici teschietti invadano la nostra tavola di Halloween, l’effetto sarà assicurato!

Ingredienti
  • 2 dischi di pan di spagna
  • 250 gr di confettura di albicocca
  • gocce di cioccolato fondente
  • 150 gr di cioccolato bianco
  • 50 gr di cioccolato fondente
  • stecchi per spiedini
Preparazione

Sbriciolare in una ciotola il pan di spagna e impastarlo con la confettura di albicocche, unire le gocce di cioccolato. Creare con le mani delle polpettine ovali leggermente più allungate verso il basso. In un pentolino fondere il cioccolato bianco. Infilzare le palline di pasta con gli stecchi e immergere le palline nel cioccolato bianco.

Lasciare che il cioccolato bianco si asciughi perfettamente prima di procedere. Sciogliere quindi il cioccolato fondente e,con uno stuzzicadenti, disegnare sulle palline le orbite nere, il naso e le striscette per i denti dei teschi. I vostri Cake pops terrificanti sono pronti… vedrete che brividi. BOOO!

TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Rosita

Rosita

Food Blogger, articolista di food, wellness e salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU