Terremoto Reggio Emilia | La terra trema poi anche a BOLOGNA

Articolo aggiornato sabato, 10 Dicembre 2016 8:12

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Terremoto Reggio Emilia 9dic2016

Una forte scossa di terremoto è stata registrata stamane nella provincia emiliana. Tutti i dettagli del terremoto Reggio Emilia 9dic2016.

Trema la terra anche a Bologna

Nella notte tra il 9 e il 10 dicembre ha tremato la terra anche a 26 chilometri da Bologna. Il sistemi INGV hanno registrato una scossa di magnitudo ML 2.8 alle ore 01:13 a 24 chilometri di profondità. L’epicentro è stato individuato nel punto con coordinate geografiche (lat, lon) 44.26, 11.38. Le zone più vicine: Loiano (5 km), Monghidoro e Monterenzio (7 km), Monzuno (9 km).

La scossa più forte in provincia di Reggio

Un terremoto di magnitudo ML 4.0 è avvenuto oggi 9 dicembre 2016 a 40 chilometri da Reggio nell’Emilia. L’epicentro del sisma è stato individuato dai sistemi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) nel punto con coordinate geografiche (lat, lon) 44.33, 10.5 a una profondità di 8 km.

I comuni entro 20 km dall’epicentro

ComuneProvDistPopCum Pop
Villa MinozzoRE539003900
ToanoRE744588358
FrassinoroMO7199710355
MontefiorinoMO11225312608
PalaganoMO12235414962
LigonchioRE1386115823
CarpinetiRE14417820001
Castelnovo ne’ MontiRE141048130482
BusanaRE15128531767
RiolunatoMO1675932526
PievepelagoMO17224134767
PolinagoMO18174236509
CollagnaRE1897137480
Lama MocognoMO19284440324
Prignano sulla SecchiaMO19377344097
MontecretoMO20100045097
RamisetoRE20129046387
SillanoLU2068147068
BaisoRE20340350471


E al Centro Italia sempre scosse

Continua senza fine lo sciame sismico nelle zone di Macerata, Ascoli Piceno, Perugia, L’Aquila e Rieti. Scosse molto spesso ben al di sopra della magnitudo ML 2.0 come quella delle ore 9:19 di oggi in provincia di Macerata di magnitudo ML 2.6. Un’ora prima ce n’era stata un’altra anche più forte di magnitudo ML 3.6 nella stessa zona.

L’augurio è che non ci siano più morti e feriti tra quelle comunità già colpite pesantemente che sono costrette anche a sopportare il freddo intenso del periodo invernale. Per questa gente, più che simil-casette in legno, servirebbero delle vere e proprie case in zone fuori pericolo.



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul sociale, fisco, lavoro e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU