Testo Senza farlo apposta – Carta e Shade Sanremo 2019 | (Video) Il brano cantato al Festival

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Testo Senza farlo apposta – Carta e Shade

Partecipano alla 69esima edizione del Festival di Sanremo 2019 nella categoria Big, un palco che “sembrava irraggiungibile” come hanno scritto sui social ma che è diventato una splendida realtà per la giovane coppia di artisti. In questo articolo il testo Senza farlo apposta di Federica Carta e Shade.

Federica Carta

La giovane (20 anni, 10 gennaio 1999) cantante romana ha pubblicato il suo album “Molto più di un film” nel 2018. Nello stesso anno (a dicembre) è uscito il suo ultimo singolo “Mondovisione” che fa parte della colonna sonora del film di Paola Cortellesi “La befana vien di notte”. Sempre nel 2018, tra gli altri brani, la collaborazione con “La Rua” nel brano “Sull’orlo di una crisi d’amore”.

Nel recente passato Federica Carta vanta un 3° posto ad Amici 2016-17 e in coppia proprio con Shade, con il brano “Irraggiungibile” ha vinto a fine 2017 il triplo disco di platino (oltre 150 mila copie vendute).

SHADE

Vito Ventura (Shade), rapper pugliese 32enne (Torino, 10 dicembre 1987) nato da padre foggiano e madre tarantina, sale sul palco del festival dopo le soddisfazioni ottenute con “Irraggiungibile” insieme alla sua “compagna” d’avventura.

Nel 2019 ha collaborato con Dani Faiv nel brano “Che buona” e con Cristina D’Avena nel brano “Doraemon”. Nel 2017 con il brano “Bene ma non benissimo” ha ottenuto più di 24 milioni di visualizzazioni in poco tempo su YouTube, poi sono arrivati nel 2018 “Amore a prima insta” e “Figurati noi”.

Per Shade c’è anche una collaborazione con Benji & Fede nel brano ‘On Demand’ (2018).



Testo Senza farlo apposta

A volte dirsi ti amo
È più finto di un «dai ci sentiamo»
Ho il tuo numero ma non ti chiamo
A te fa bene, a me fa strano
Che parli con me ma non sono qui
E non ci credo ai tuoi «fidati»
Prima facevi monologhi
Ora parli a monosillabi
E ti sei messa quei tacchi
Per ballare sopra al mio cuore
Da quando hai buttato le Barbie
Per giocare con le persone
Dicono che non capisci il valore 
Di qualcuno fino a quando non l’hai perso
Tu non capiresti lo stesso
Quindi non dirlo nemmeno per scherzo
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta

—-

Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa
E ti ho detto ti amo
Non eri il regalo che immaginavo
Noi piano piano ci roviniamo
Dammi il mio panico quotidiano
Quando ti vedo con gli altri 
Tu non sai quanto vorrei essere via
Sei troppo bella per essere vera
Ma anche troppo bella per essere mia
E io ho finito l’autonomia 
Per sopportare ogni tua bugia
Se avessi modo dentro la testa
Cancellerei la cronologia
E non so quanto sbagliato sia
Fingere di essere un bravo attore
È ora che io me ne vada via
Scomparirò in un soffio al cuore
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa
Scusa ma, non ci riesco mi hai lasciato un po’ di te
Ma hai preso tutto il resto
E sono qui stasera, ancora un’altra volta 
Che c’è la luna piena, ma tu hai la luna storta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Aspetto ancora una risposta
E scusa ma, non me ne importa
E sono qua, un’altra volta
Ci finisco sempre senza farlo apposta
Passavo a prendermi la colpa

VIDEO dell’esibizione della prima serata
Senza farlo apposta
Consigli per i tuoi acquisti musicali
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Scrivo articoli sul fisco, sociale, televisione e sicurezza alimentare.

La Gazzetta Digitale

Torna SU