ALGA tossica Puglia 2017 | Le coste pugliesi dove si trova l’Ostreopsis Ovata

Tempo di lettura stimato: 5 minuto/i


Articolo aggiornato martedì, 19 Settembre 2017 12:45

ALGA tossica Puglia agosto 2017

Quest’anno la temuta alga non ha creato particolari problemi alle coste pugliesi e ai bagnanti (fino alla prima quindicina di agosto). La situazione è costantemente monitorata dall’Arpa Puglia che ha eseguito i campionamenti dell’alga tossica Puglia agosto 2017. La situazione è poi notevolmente peggiorata nella seconda parte del mese di agosto.

+++ ARTICOLO AGGIORNATO IN DATA 15 SETTEMBRE 2017 +++

Il monitoraggio dell’ARPA

L’ARPA Puglia prosegue il monitoraggio Ostreopsis per la stagione estiva 2017 per verificare l’eventuale presenza quali-quantitativa della microalga, potenzialmente tossica. I controlli vengono eseguiti con frequenza quindicinale che viene eventualmente aumentata nel caso di fioritura conclamata. Il periodo dei controlli (su 20 siti) comincia a giugno e finisce a settembre.

Non sarebbe forse più logico eseguire i controlli (e pubblicare i risultati) ogni giorno ? In questo modo i bagnanti saprebbero “in tempo reale” se evitare una determinata zona. E infatti la costa adriatica, particolarmente colpita nel 2016, è stata risparmiata dall’alga nella prima ma non nella seconda parte di agosto. Dal 16 al 31 agosto sono stati tanti i bagnanti che hanno trascorso intere giornate di mare insieme all’alga tossica. Magari qualcuno ne ha anche subito gli effetti senza nemmeno sapere che la causa fosse proprio imputabile all’alga tossica.

Alga tossica Puglia agosto 2017: situazione fino alla prima metà del mese

Come dicevamo, la costa barese, rispetto allo scorso anno, è stata risparmiata dall’alga tossica. Nella prima quindicina di agosto a Giovinazzo, in corrispondenza dell’Hotel Riva del sole la densità alga tossica Puglia agosto 2017 è stata:

  • sul fondo è stata di 891 cellule/litro (SCARSA)
  • in colonna d’acqua: 8658 cellule/litro (DISCRETA)

Situazione della seconda metà di agosto

Nella seconda quindicina di agosto la situazione è notevolmente peggiorata sulla costa a sud di Bisceglie a scendere fino a quella a sud di Bari con una concentrazione abbondante. Le altre coste che non vedete nella cartina, sono quelle a concentrazione bassa o assente.

alga tossica puglia agosto 2017
Situazione nella 2a metà di agosto


VALORI DI EMERGENZA
Tabella dei range
Tabella dei range di densità e relative classi di abbondanza

Il Ministero della Salute nel 2007 ha indicato il limite di 10.000 cellule/litro in colonna d’acqua per l’insorgenza di un eventuale rischio sanitario. Nel caso di superamento di tale valore, ARPA Puglia comunica l’informazione alle Istituzioni preposte (Regione, ASL e Comune di competenza territoriale) per eventuali misure da adottare. Le Linee Guida sono state aggiornate da analoghe pubblicate dall’Istituto Superiore di Sanità nel 2014 (Rapporti ISTISAN 14/19). In questo ultimo aggiornamento la fase di emergenza è prevista a partire da densità di O. ovata superiori a 30.000 cellule/litro.

I VALORI PIU’ ALTI DEL PERIODO 1-15 AGOSTO (che avevano illuso)
Concentrazioni dell’alga nel barese

Sempre nel barese, a 200 metri a sud del Lido Lucciola a Giovinazzo, la densità dell’alga rilevata è stata più alta e più precisamente di:

  • sul fondo : 23420 cellule/litro (MODESTA)
  • in colonna d’acqua: 12141 cellule/litro (ABBONDANTE)

A Monopoli (Castello S.Stefano), la densità rilevata è la seguente:

  • sul fondo: 439079 cellule/litro (MOLTO ABBONDANTE)
  • in colonna d’acqua: 278 cellule/litro (SCARSA)
Concentrazioni modeste sulla costa brindisina

In località Torre Canne di fronte al faro, Fasano, la densità è la seguente:

  • sul fondo: 53600 cellule/litro (DISCRETA)
  • in colonna d’acqua: 4680 cellule/litro (MODESTA)

La Forcatella prima casa bianca, sempre a Fasano, la densità è:

  • sul fondo : 53600 cellule/litro (MODESTA)
  • in colonna d’acqua: 4680 cellule/litro (MODESTA)
Concentrazioni sulla costa leccese

Porto Badisco-scalo di Enea, OTRANTO, la densità (in diminuzione) è:

  • sul fondo : 12799 cellule/litro (MODESTA)
  • in colonna d’acqua: 480 cellule/litro (SCARSA)
Concentrazioni sulla costa tarantina

Spiaggia libera Torre Columena, MANDURIA, la densità (in diminuzione) è:

  • sul fondo : 124506 cellule/litro (ABBONDANTE)
  • in colonna d’acqua: 1812 cellule/litro (MODESTA)

Stabilimento Baia d’argento, TARANTO, la densità è:

  • sul fondo : 8635 cellule/litro (MODESTA)
  • in colonna d’acqua: 124 cellule/litro (SCARSA)
Concentrazioni sulla costa foggiana

S.Domino – sotto il ristorante Il Pirata, Isola S. Domino (FG), la densità è:

  • sul fondo : 15700 cellule/litro (MODESTA)
  • in colonna d’acqua: 40 cellule/litro (SCARSA)
Le caratteristiche dell’alga tossica
  • Alga unicellulare del gruppo delle Dinoflagellate
  • Dimensioni comprese tra 30 e 60 micron (1 micron = millesimo di millimetro)
  • Vive solitamente su alghe pluricellulari (macroalghe) e su fondali rocciosi
  • Predilige acque calme, calde e bene illuminate
  • Specie tipica dei mari tropicali
  • Produce tossine
Come evitare gli eventuali effetti dannosi di Ostreopsis
  • nel caso di certificata fioritura di Ostreopsis, evitare lo stazionamento lungo le coste rocciose durante le mareggiate;
  • nel caso di certificata fioritura di Ostreopsis, limitare il consumo a scopo alimentare di organismi. I ricci di mare, a causa della loro eco-biologia (brucano sulle alghe), potrebbero potenzialmente accumulare la tossina.
  • rispettare i divieti di balneazione appositamente segnalati sui luoghi interessati dall’eventuale divieto
Come agire in caso di malesseri

L’ASL, in caso di sintomi di una certa importanza, consiglia di rivolgersi ai seguenti soggetti per chiedere aiuto:

  • Guardia medica
  • Medico curante
  • Pronto soccorso
  • Capitaneria di Porto
LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul sociale, fisco, lavoro e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU