E′ battaglia al secondary ticketing | Anche Marco Mengoni, Tiziano Ferro e Giorgia si dissociano

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Battaglia al secondary ticketing

Non si placano le polemiche e le reazioni dopo il servizio de “Le Iene” che ha scoperto il vaso di Pandora. La battaglia al secondary ticketing prosegue.

Il secondary ticketing

Le Iene, con la la loro inchiesta scoop, da tempo stanno affrontando il fenomeno del secondary ticketing, ossia la rivendita dei biglietti dei concerti (spess sold out dopo pochissimi istanti dopo la messa in vendita online) a prezzi maggiorati fino a 20 volte sui vari canali di vendita online.

Gli artisti stanno prendendo posizione in quella che sta diventando una battaglia al secondary ticketing dopo quanto emerso nell’ultimo servizio/intervista di Matteo Viviani a Roberto De Luca, l’Ad di Live Nation, secondo il quale in diverse occasioni sarebbero proprio gli stessi artisti a imporre la vendita secondaria di biglietti (secondary ticketing) per aumentare i guadagni.

E c’è da giurare che altri artisti si aggiungeranno a quelli che fino a oggi hanno voluto dissociarsi da tale pratica scorretta che spesso ha lasciato tantissimi fan senza l’agognata possibilità di seguire dal vivo il concerto del proprio artista preferito.

Gli altri artisti che si dissociano

Dopo Vasco Rossi (di cui abbiamo parlato in questo articolo: “VASCO rompe con Live Nation“), alla battaglia al secondary ticketing si sono aggiunti nche Marco Mengoni, Tiziano Ferro e Giorgia si dissociano da qualunque pratica scorretta di rivendita di biglietti online.

LEGGI le DATE CONCERTI VASCO ROSSI LIVE KOM 016

 Le reazioni di Tiziano Ferro

Sono sconcertato, amareggiato e fortemente indignato a causa dei recenti avvenimenti che coinvolgono Live Nation Italia.
Vorrei concedermi alla rabbia e all’istinto del momento ma la verità è che non posso.
La mia priorità sono le circa 150.000 persone che hanno già deciso di esserci durante il mio prossimo tour.
Mi è stato assicurato e garantito che Live Nation non ha mai, oggi come in passato, immesso miei biglietti sul mercato secondario.
Detto ciò prendo le dovute distanze da chi ha sbagliato, per loro ci saranno di certo conseguenze ma adesso ho solo una priorità: questo tour e i miei fan.
Non possiamo fermarci, nonostante tutta la bruttezza che ci sta investendo.

Tiziano

Acquista i biglietti di Tiziano Ferro Tour 2017 (cliccaci sopra)

Biglietti Tiziano FERRO Tour 2017



Il messaggio apparso sul profilo facebook di Giorgia

Lo staff dell’artista ha dapprima ripreso il comunicato di Live Nation, sottolineando poi l’estraneità di Giorgia. Questo è il post apparso sulla pagina social dell’artista.

Comunicazione Ufficiale Live Nation

Data: 09/11/16
In riferimento al servizio andato in onda ieri sera 8 novembre all’interno del programma televisivo “Le Iene”, Live Nation precisa e puntualizza che le affermazioni contenute nel servizio si riferivano unicamente a pochi Artisti internazionali e che nessuno degli Artisti italiani ha mai chiesto di assegnare biglietti dei loro spettacoli al mercato di vendita secondario.Ugualmente Live Nation garantisce di non aver spontaneamente immesso sul mercato secondario quantitativi di biglietti dei concerti di Tiziano Ferro, Giorgia e Marco Mengoni, attualmente in vendita.

Live Nation Italia

– Confermiamo in toto l’estraneità di Giorgia e di chi la rappresenta alla partecipazione di questa TRUFFA dichiarata dal presidente di Live Nation Italia, operata da Live Nation riguardante il “secondary ticketing”: MAI da qualcuno del suo staff,management o altro vicino a lei o dall’artista stessa è stata fatta richiesta per operare in questa maniera disonesta; e stiamo verificando che anche per il passato non siano state commesse irregolarità per quanto riguarda Giorgia.

Giampaolo Tabacchi
MICROPHONICA

Anche Marco Mengoni si dissocia

Anche Marco Mengoni, impegnato attualmente nello show prodotto da Live Nation, si dissocia completamente da qualunque forma di connivenza con il sistema di vendita illegale dei biglietti. Dice l’artista: “Lavoro con Live Nation dal 2014 e né io né il mio management abbiamo mai avuto alcuna evidenza di irregolarità nella vendita dei concerti. Siamo sconvolti dall’accusa mossa da De Luca secondo cui gli artisti imporrebbero la pratica di vendita illegale di biglietti e dichiaro la mia assoluta estraneità ai fatti. Attraverso i nostri legali stiamo facendo le opportune indagini per la tutela dei diritti del pubblico e per verificare la massima trasparenza sullo svolgimento dei fatti“.

Acquista i biglietti dei concerti del Tour di Marco MENGONI (cliccaci sopra)

Guarda le Tappe Tour Mengoni Live 2016

LEGGI altri articoli di MUSICA



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU