Carta del Docente 2017-2018 | Guida alla richiesta e utilizzo del BONUS DOCENTI

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Carta del docente 2017-2018

Il Miur ha attivato il Bonus di 500 euro anche per l’anno scolastico appena cominciato, ecco come fare per richiedere la Carta del Docente 2017-2018.

Dal 14 settembre riparte l’iniziativa

Il Ministero dell’Università e della Ricerca (Miur), ha attivato giovedì 14 settembre il Bonus di 500 euro rivolto anche quest’anno agli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado. Per la fruizione della carta bisognerà servirsi della piattaforma web all’uopo predisposta dal Miur fin dalla sua istituzione. Si tratta di una iniziativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca prevista dalla legge 107 del 13 luglio 2016 (Buona Scuola), art. 1 comma 121.

A partire dal 14 di settembre anche gli esercenti potranno validare i buoni e procedere, come di consueto, alla successiva fatturazione.

Requisiti

Possono richiedere la Carta del Docente 2017-2018 tutti i docenti di ruolo a tempo indeterminato delle istituzioni scolastiche statali: sia che siano a tempo pieno che a tempo parziale. Sono inclusi nell’iniziativa anche i docenti che stanno effettuando il periodo di formazione e prova e coloro che sono stati dichiarati inidonei per problemi di salute. Sono compresi anche i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all’estero, delle scuole militari.



Carta del Docente 2017-2018: come si può utilizzare

Il bonus di 500 euro può essere utilizzato esclusivamente per l’aggiornamento professionale:

  • libri e testi, anche in formato digitale, di pubblicazioni e riviste inerenti l’attività professionale;
  • hardware e software;
  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione erogati da enti accreditati presso il ministero;
  • iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale, ovvero a corsi post lauream o a master universitari inerenti al profilo professionale;
  • biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;
  • titoli per l’ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo
  • iniziative coerenti con le attività individuate nell’ambito del piano triennale dell’offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.
Come richiedere il bonus

Per richiedere il bonus è necessario essere in possesso dell’identità digitale SPID, se non sai cosa è l’SPID e come richiederlo leggi questo articolo/guida: Come richiedere una utenza SPID. Le credenziali Spid permetteranno di accedere al sito internet della Carta del Docente e generare i buoni da spendere presso tutti gli esercenti convenzionati. Si può effettuare la registrazione dei nuovi soggetti beneficiari sul sito della Carte del docente da giovedì 14 settembre al 30 ottobre 2017. Dopo aver fatto l’accesso alla piattaforma web, per creare il primo buono:

  1. Vai alla pagina “crea buono” accessibile dal Menu
  2. Scegli se acquistare di persona o online presso un esercente o un ente di formazione aderente all’iniziativa e il bene/servizio che desideri acquistare
  3. Inserisci l’importo del buono corrispondente al prezzo del bene o servizio che vuoi acquistare
  4. Il buono creato sarà accompagnato da un codice identificativo (QR code, codice a barre e codice alfanumerico) che potrai salvare sul tuo dispositivo o stampare per utilizzarlo online o presentarlo all’ esercente o ente aderente all’iniziativa e ottenere così il bene/servizio desiderato
Le somme non spese degli anni precedenti

Sarà possibile visualizzare e utilizzare anche le somme non spese (o i bonus non validati) precedentemente entro il 30 ottobre nell’area personale del docente.

COSA VUOI FARE
Info e Assistenza
  • Tel assistenza tecnica: 080-926 7603 (da lunedì a venerdì – dalle 14.00 alle 18.00)
  • Assistenza SPID: 06.82888.736 (da lunedì a venerdì – dalle 9.30 alle 16.00).

Il Miur raccomanda di utilizzare i numeri del contact center solo dopo aver letto attentamente le istruzioni.

LEGGI ANCHE
@ Riproduzione riservata


Mauro Guitto

Mauro Guitto

Giornalista iscritto all’Ordine dei Giornalisti Regione Puglia

Commenta l'articolo

Commenta per primo

Notifica
wpDiscuz
Torna SU