Casamassima pane gratis | Ricordate? Ecco com’è andata a finire

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 2 minuto/i


Casamassima pane gratis | Ricordate? Ecco com’è andata a finire

Ricordate l’iniziativa del panettiere che decise di donare a Casamassima pane gratis di cui vi parlammo il 28 novembre 2015 ? Ecco com’è finita…

(Ante)fatto

Ci recammo personalmente sul posto e parlammo con Sacha Salamandra, compagno della titolare Adele Verna e ci facemmo spiegare la lodevole iniziativa, non unica in Italia, ma pur sempre un’apprezzabile gesto, con i tempi che corrono. Il gesto era sincero e onesto, lo si leggeva nei loro occhi e nel modo in cui raccontavano quasi “infastiditi” del rumore che stava provocando quel loro gesto. Ci siamo poi recati a Casamassima, in provincia di Bari, nel panificio poco più di un mese dopo per sapere come stesse procedendo la distribuzione gratuita e il sig. Salamandra ci accennò di alcune stranezze che stava notando e di qualche furbetto che aveva cominciato ad agire in modi non proprio “legittimi e pro poveri” (per così dire … con un forzato eufemismo).

Casamassima pane gratis ? Ecco com’è finita

Ieri 20 gennaio 2016, a distanza di circa 2 mesi dalla decisione di far partire la distribuzione gratuita di pane e focaccia a chiunque ne avesse (avuto) bisogno è finita con queste parole della titolare del panificio: « A causa degli atti vandalici ripetuti al contenuto della cesta della solidarietà da parte di ragazzi benestanti (da noi visti e colti sul fatto) e l’abuso da parte di alcuni che ne fanno uso diverso, il Panificio La Fornarina continuerà ogni sera a fare solidarietà ma in maniera privata. Chi ha bisogno dopo le 21 può chiedere personalmente a noi come già qualcuno fa. Invitiamo anche i volontari della Caritas che potranno venire ogni sera a ritirare il pane… vi aspettiamo. »

Morale della “favola”

Di questi tempi già è difficile, per vari motivi, trovare in girò gente di cuore disponibile ad aiutare il prossimo (che c’è e non è poca) ma è ancora più difficile fare beneficenza tra gente cattiva, ingorda e irresponsabile (a tutti i livelli: dai cittadini alle istituzioni e a chi le rappresenta).

 

Torna alla Homepage de La Gazzetta Digitale

FOOD

SEGUICI SU TWITTER



@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU