Decreto VACCINI obbligatori diventa LEGGE | Con 296 voti favorevoli, la Camera approva

Ultimo aggiornamento:

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Decreto VACCINI obbligatori diventa LEGGE

Il tanto discusso decreto vaccini obbligatori diventa legge con 296 voti favorevoli, 92 contrari e 15 astenuti. La Camera lo ha così approvato in via definitiva introducendo l’obbligo alla vaccinazione.

L’approvazione della Camera

La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale S. 2856 – (C. 4595). Ieri sera, con 305 favorevoli, 147 contrari e 2 astenuti, è stata votata la questione di fiducia, posta dal Governo, sull’approvazione, senza emendamenti e articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del provvedimento, nel testo approvato dalla Commissione, identico a quello del Senato.

Chi ha votato sì, chi no

La maggioranza e Forza Italia hanno espresso voto favorevole mentre per il no hanno votato la Lega Nord e il Movimento 5 Stelle. Si sono astenuti invece Fratelli d’Italia. Il ministro Beatrice Lorenzin: Sono molto soddisfatta, abbiamo messo in sicurezza questa e le prossime generazioni contro una serie di malattie infettive molto gravi. Oggi abbiamo dato uno scudo protettivo per i nostri figli rispetto a malattie molto gravi che ancora sono tra noi“.

Soddisfatto il Premier Paolo Gentiloni che su Twitter ha scritto: “Il varo definitivo della legge aumenterà il livello di protezione sanitaria delle famiglie italiane“.



Il Tweet di Gentiloni

Aggrediti 3 deputati Pd pro-vaccini

Non l’hanno accolta certo bene i manifestanti “No-Vax” (Associazioni di genitori contrari ai vaccini obbligatori) che in Piazza Montecitorio hanno gridato “assassini, fuori la mafia dallo Stato!“. Purtroppo alcuni di loro hanno evidentemente esagerato aggredendo, durante una discussione, tre deputati del Pd (Elisa Mariano, Ludovico Vico e Salvatore Capone) mentre lasciavano la Camera. I deputati si sono salvati dall’aggressione rifugiandosi nell’automobile che sarebbe stata presa a calci e pugni dai manifestanti. Le forze dell’ordine hanno poi ristabilito la calma. A proposito dell’accaduto, l’ex Premier Matteo Renzi ha scritto su Twitter:

Duro il commento di Codacons

L’approvazione definitiva del DL vaccini da parte della Camera è una pagina buia per l’Italia. Le case farmaceutiche hanno avuto ancora una volta la meglio, attraverso un decreto di stampo fascista che porterà ingenti somme di denaro nelle loro casse. Nessun confronto con le famiglie da parte dello Stato che non ha minimamente tenuto conto di una consistente fetta di popolazione che chiedeva misure diverse.

Una legge profondamente sbagliata che avrà pesanti conseguenze alle prossime urne, spostando milioni di voti degli italiani contrari alle imposizioni fasciste del decreto. Non a caso il Codacons ha già pubblicato sul proprio sito la lista dei Senatori favorevoli al decreto, e altrettanto farà con i Deputati. Intanto invitiamo le case farmaceutiche, che oggi festeggiano per i lauti guadagni loro assicurati, a brevettare il primo vaccino ‘anti-politici’, per proteggere la popolazione dai soprusi, dagli errori e dalle follie di Governo e Parlamento“.

Decreto vaccini obbligatori diventa legge: ecco i 10 VACCINI
  1. Poliomielite
  2. Tetano
  3. Difterite
  4. Epatite B
  5. Hemophilus influenzae B
  6. Pertosse
  7. Morbillo
  8. Parotite
  9. Rosolia
  10. Varicella.
I 4 vaccini “consigliati”

Si tratta di una breve lista che può anche variare nel corso dei tre anni successivi all’emanazione della legge di conversione del decreto. Potranno infatti, a seconda di rinnovate esigenze epidemiologiche, essere aggiunti o rimossi uno o più vaccini obbligatori. Ecco la lista dei vaccini contro:

  • Meningococco B
  • Meningococco C
  • Pneumococco
  • Rotavirus.
LEGGI ANCHE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. All'attivo articoli sul fisco, sociale, lavoro, televisione e sicurezza alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU