Gaffe di Di Battista e Gentiloni alle urne | Inseriscono la scheda nell’urna ma non possono farlo

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Gaffe Di Battista alle urne (anticipato da Gentiloni)

Sarà stato un momento di eccessiva euforia per la positiva affluenza elezioni politiche 2018 ma la (doppia) gaffe Di Battista alle urne (anticipata da Gentiloni) è di quelle che si notano. Tra l’altro non è l’unica perché Bersani ha fatto di più: ha inserito le schede nell’urna senza nemmeno permettere al presidente di staccare il tagliando antifrode.

Inserisce la scheda nell’urna ma non può farlo

Con un post pubblicato su Facebook alle ore 12,53 di oggi, Alessandro Di Battista dei 5 Stelle si è fatto immortalare mentre inserisce personalmente la scheda elettorale nell’urna. La foto l’ha poi pubblicata scrivendo: “Ciao a tutti, mi raccomando andate a votare. Chi non vota in realtà vota, vota quelli che l’hanno spinto a non votare. Coraggio!“. Tra l’altro Di Battista aveva in precedenza anche sbagliato seggio, nell’imbarazzo suo e della gente impegnata nel seggio che l’ha poi indirizzato al seggio giusto.

Circa 40 minuti prima di lui, Paolo Gentiloni aveva fatto lo stesso e la foto è stata pubblicata dal Partito Democratico su Facebook con il post: “Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha votato, fatelo anche voi!“.

Il tagliando antifrode… dimenticato(?)

Evidentemente Gentiloni, Di Battista (e il presidente del seggio) hanno dimenticato in quel momento che tra le novità di queste elezioni c’è quella del tagliando antifrode. La nuova disposizione tesa a combattere episodi scorretti, prevede che l’elettore, uscito dalla cabina con le schede già chiuse, le consegni al presidente del seggio che deve essere l’ultimo a toccarle.

Il presidente, una volta staccato il tagliando da ognuna delle due schede e aver controllato che il numero progressivo sia lo stesso annotato prima della consegna, deve intrudurle nelle due urne della Camera e del Senato (dopo aver fatto trascrivere agli scrutatori tutti i dati dell’elettore).



Gaffe Di Battista alle urne: il post pubblicato su Facebook

Cosa dice la legge sul TAGLIANDO ANTIFRODE

Le nuove schede elettorali sono dotate di un’appendice cartacea munita di un “tagliando antifrode” con un codice progressivo alfanumerico generato in serie. Dopo che l’elettore ha votato e ha restituito la scheda al presidente del seggio debitamente piegata, tale appendice con il tagliando è staccata dalla scheda e conservata dai componenti dei seggi elettorali.

Questi controllano se il numero del tagliando sia lo stesso di quello annotato prima della consegna della scheda all’elettore. Dopo tale controllo il presidente del seggio inserisce la scheda stessa nell’urna (art.31, comma 6, e art.58 del d.P.R. n.361/57, come sostituito dall’art.1, commi 18 e 19, della legge n.165/2017).

Paolo Gentiloni, lo ha fatto anche lui

In questa foto postata dal Partito Democratico, la foto sembra più o meno la stessa: il Premier Gentiloni si fa immortalare mentre inserisce la scheda nell’urna.

gaffe di battista alle urne
Paolo Gentiloni, immortalato prima del voto
TI POTREBBERO INTERESSARE


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO


Mauro Guitto

Mauro Guitto

GIORNALISTA iscritto all'Ordine dei Giornalisti Regione Puglia. Tra i vari temi, scrivo di sociale, spettacolo, sicurezza alimentare e sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

La Gazzetta Digitale

Torna SU