Pugliese contro dipendenti non vaccinati | “Aspettativa non retribuita per i lavoratori Conad, è la via più giusta”

Tempo di lettura stimato: 3 minuto/i


Articolo aggiornato mercoledì, 8 Settembre 2021 17:47

PUGLIESE CONTRO DIPENDENTI NON VACCINATI

Stanno facendo molto discutere le dichiarazioni dell’amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese contro dipendenti non vaccinati. “In aspettativa non retribuita i lavoratori Conad“, ha detto l’amministratore delegato in un intervento televisivo che ha scatenato l’ira di molti clienti dell’azienda di cui fa parte.

VACCINI E LAVORATORI: IL “FRANCESCO PUGLIESE PENSIERO”

I dipendenti privi di Green Pass in aspettativa non retribuita. Questo è ciò che pensa Francesco Pugliese sulla questione vaccinazioni e dipendenti. Lo ha detto lui stesso, nel corso del programma “Quarta Repubblica”, in onda su Rete 4.

Sono dichiarazioni che potrebbero pesare parecchio per Conad proprio in un momento di ripresa del commercio al dettaglio di cui abbiamo parlato poche ore fa in un altro articolo.

LA TESI CHE HA SCATENATO LE POLEMICHE

L’amministratore delegato di Conad, ha ricordato l’impegno dei dipendenti Conad e di tutti quelli dei supermercati italiani durante la pandemia fin dal primo lockdown. Poi ha parlato di Green Pass e di vaccinazioni dicendo quanto segue. “Io sono molto d’accordo con il Green pass e non capisco per quale motivo io che sono vaccinato devo avere queste attenzioni e poi devo invece correre il rischio di andare in un supermercato col dipendente che può non essere vaccinato.

Pugliese ha aggiunto: “Se non si vogliono vaccinare credo che la via più giusta sia quella di andare in aspettativa non retribuita”.



L’IRA DI MOLTI CLIENTI SULLA PAGINA UFFICIALE DI CONAD

Si legge di tutto sotto il post del 6 settembre 2021 pubblicato sulla pagina ufficiale di CONAD. Chi scriveConad, meglio cambiare super/iper di fiducia. Siete servi dell’inganno diffuso!!!“. Un altro utente scriveCon questo scivolone sui lavoratori non vaccinati, avete perso 5 clienti in una botta sola. La mia famiglia.

Un’altra cliente scrive: “Da grande cliente che ero dopo questa, non porterò più un centesimo a questa azienda! È a dir poco scandaloso quello che state facendo!! A questo punto firmate pure un foglio di responsabilità che se un vostro dipendente ha problemi in seguito al vaccino voi ne pagate i danni…“. Ma c’è anche chi scrive: “Finalmente un AD che ci mette la faccia! Felice di comprare in CONAD sapendo che è un posto sicuro!

COSA È L’ASPETTATIVA NON RETRIBUITA

L’aspettativa non retribuita è quel particolare periodo di tempo durante il quale il lavoratore può, per legge, assentarsi dal posto di lavoro rinunciando però alla sua retribuzione. In questo modo è possibile infatti mantenere il proprio posto, scegliendo di non ricevere alcun trattamento economico dal proprio datore di lavoro.

Come per l’aspettativa retribuita, è importante infatti sottolineare che in entrambi i casi si conserva il posto per tutto il periodo dell’assenza effettiva dal luogo di lavoro e non si può essere licenziati per la mancata esecuzione della prestazione.

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 40
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*