Decreto Green Pass approvato | È pugno duro, OK della Camera dei Deputati

Tempo di lettura stimato: 4 minuto/i


Articolo aggiornato giovedì, 9 Settembre 2021 17:59

DECRETO GREEN PASS APPROVATO

Con 259 voti a favore, decreto Green Pass approvato dalla Camera dei Deputati passando ora al Senato.

AL VOTO MENO DELLA METÀ DEI DEPUTATI

Solo 295 deputati hanno partecipato alla votazione finale rappresentando in maniera insufficiente in aula ogni gruppo politico. Il risultato non lascia spazio a discussioni:

  • 295 presenti
  • 293 votanti
  • favorevoli 259
  • contrari 34
  • 2 astensioni.

COSA È PREVISTO NELLA BOZZA

Al fine di tutelare la salute pubblica, fino al 31 dicembre 2021, chiunque accede a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde COVID-19“.

E’ stato fissato il termine del 31 dicembre 2021 perché in quella data cessa lo stato di emergenza.

L’obbligo include anche il personale scolastico dei:

  • servizi educativi per l’infanzia
  • corsi serali e dei centri provinciali per l’istruzione degli adulti (C.p.i.a.);
  • sistemi regionali di Istruzione e Formazione Professionale (IeF.P.);
  • dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (I.F.T.S.);
  • degli Istituti Tecnici Superiori (I.T.S.).


A CHI SPETTA VERIFICARE IL RISPETTO DELLE REGOLE

Le verifiche sono effettuate dai dirigenti scolastici e dai responsabili delle istituzioni scolastiche.

CHI È ESCLUSO DALL’OBBLIGO

Nella bozza del decreto è specificato anche chi è escluso: “La disposizione non si applica ai bambini, agli alunni e agli studenti nonché ai frequentanti i sistemi regionali di formazione, ad eccezione di coloro che prendono parte ai percorsi formativi degli Istituti tecnici superiori“.

Inoltre, l’obbligo del Green pass per accedere nelle scuole “non si applica ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute“.

GLI ALTRI SOGGETTI INCLUSI NELL’OBBLIGO

Fino al 31 dicembre 2021 chiunque accede alle strutture appartenenti alle istituzioni universitarie e dell’alta formazione artistica musicale e coreutica, nonché alle altre istituzioni di alta formazione collegate alle università deve possedere ed è tenuto a esibire la certificazione verde COVID19“.

Nel caso in cui l’accesso alle strutture sia motivato da ragioni di servizio o di lavoro, la verifica sul rispetto delle prescrizioni deve essere effettuata anche dai rispettivi datori di lavoro.

OBBLIGO VALIDO ANCHE PER I LAVORATORI DELLE RSA

Anche i lavoratori interni ed esterni alle Rsa, come già previsto per i sanitari, sono obbligati a possedere ed esibire il Green Pass. Chi vorrà sottrarsi verrà sospeso dal lavoro e non percepirà alcuna retribuzione.

Le eventuali esclusioni dall’obbligo devono essere motivate da idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

Pugno duro anche in questo caso per chi vorrà sottrarsi alla vaccinazione. Per loro sospensione della prestazione lavorativa con conseguente mancata retribuzione né altro compenso o emolumento. Queste sanzioni perdureranno fino a quando i non vaccinati si decideranno di vaccinarsi oppure fino al completamento del piano vaccinale nazionale e comunque non oltre il 31 dicembre 2021.

LE SANZIONI PREVISTE PER I TRASGRESSORI

Saranno comminate multe da 400 a 1000 euro per il personale, anche esterno, che verrà trovato sprovvisto di Green pass nelle scuole e nelle università.

Stessa sanzione per i lavoratori delle Rsa che non hanno rispettato l’obbligo vaccinale e a dirigenti e datori di lavoro che devono vigilare.

CONTRARIA LA LEGA

Matteo Salvini era stato chiaro, prima della votazione, con le richieste portate all’ordine del giorno dell’assemblea.

Se accolgono le nostre proposte sui tamponi gratuiti, rapidi, salivari, sul ‘no alla vaccinazione obbligatoria’ per tutti i lavoratori, sul no al green pass per i mezzi pubblici, e anche per la sanatoria delle cartelle esattoriali, allora voteremo a favore” – aveva detto Salvini.

TI POTREBBERO INTERESSARE
Print Friendly, PDF & Email


@ Riproduzione riservata

CONDIVIDI L'ARTICOLO
  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4 thoughts on “Decreto Green Pass approvato | È pugno duro, OK della Camera dei Deputati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*